VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 28 novembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
23/12/2010 - Cuneo - Cronaca

ANTICHE STATUINE PER LA MOSTRA "PROTAGONISTI SUL MUSCHIO"

ANTICHE STATUINE PER LA MOSTRA "PROTAGONISTI SUL MUSCHIO"
Un presepe

Protagonisti sul muschio vuol essere una vetrina per permettere di ammirare, singolarmente, le statuine del presepio d'altri tempi che, solitamente, vengono posizionate sul presepe mimetizzandole con il paesaggio e perdendone pertanto tutti i loro tratti e le loro caratteristiche peculiari, le espressioni dei loro volti, i loro costumi ecc.. Queste statuine, in origine, erano decorate a mano e venivano realizzate, in Italia, utilizzando svariati tipi di materiali (gesso, cartapesta, pasta, lattice e, più avanti nel tempo, prima di arrivare alla plastica, in celluloide).



La mostra Protagonisti sul muschio è strutturata per temi: pertanto le statuine delle Natività, degli Angeli, dei Re Magi, dei Pastori, dei Musicisti, delle Mamme con i loro bambini e, più in generale, delle Donne, sono sistemate, in gruppi omogenei, in vetrine appositamente illuminate. Fra le statuine esposte, la cui misura standard è di circa cm.10 / 12, le più antiche risalgono agli anni Trenta del Novecento, per giungere, attraversando alcuni decenni, alla fine degli anni Sessanta. Una caratteristica che spicca è, per esempio, quella dei Pastori creati dalla Ditta Nardi di Milano, che appaiono a dorso nudo nonostante “il freddo e il gelo” che tradizionalmente accolgono Gesù Bambino in una mangiatoia riscaldata dal fiato del bue e dell’asinello: reminiscenza, forse, del clima più mite della Palestina? Un reparto, dedicato ai Mestieri, ci permette di immaginare e di ricreare quei vecchi mestieri che, ormai scomparsi, furono determinanti e funzionali in una società prevalentemente contadina e povera, che ancora i nostri nonni hanno vissuto e conosciuto. Una chicca dell’esposizione è la Madonna con il  Bambino in grembo sul dorso di un asino (risalente agli anni Quaranta), che non appartiene più all’iconografia del presepe ma che rappresenta il tema, tramandato anche, nei secoli, dalla pittura, della fuga in Egitto per sfuggire alla strage degli innocenti perpetrata da quell’Erode del quale, in una delle vetrine, appare la statuina scortata da due legionari romani. Infine, un’ulteriore rarità è rappresentata dalla “Serie Natale” di 12 pezzi della Plasteco, pupazzi degli anni Sessanta che venivano regalati nelle confezioni dei formaggini “Mio” Locatelli.


GIORNI DI APERTURA:


GIOVEDI  23 DICEMBRE —9 - 12,30


VENERDI  24 DICEMBRE —9 - 12,30 / 15 - 18,30


SABATO  25 DICEMBRE —9 - 12,30 / 15 - 18,30


DOMENICA  26 DICEMBRE —9 - 12,30 / 15 - 18,30


GIOVEDI  30 DICEMBRE —9 - 12,30


SABATO  1 GENNAIO —15 - 18,30


DOMENICA  2 GENNAIO —9 - 12,30 / 15 - 18,30


GIOVEDI  6 GENNAIO —9 - 12,30 / 15 - 18,30


DOMENICA  9 GENNAIO —9 - 12,30 / 15 - 18,30


 


 


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it