VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
25 June 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
17/04/2018 - Vercelli Città - Mondi Vitali

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Al Piola contro il Pescara, una squadra che sta come sul ponte del Titanic - Ma anche gli abruzzesi hanno incominciato ad imbarcare acqua

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Al Piola contro il Pescara, una squadra che sta come sul ponte del Titanic - Ma anche gli abruzzesi hanno incominciato ad imbarcare acqua
Arbitro Riccardo Ros

( edm ) - La partita di questa sera, 17 aprile, al “Piola”?

 

Mettiamola così: la Pro è la squadra sul Titanic che sta già affondando mentre l’orchestra d’archi intona  “Nearer My Good to Thee” (in italiano “Resta con noi, Signore, la sera...”), mentre il Pescara è su un’altra nave che, a sua volta, ha incominciato ad imbarcare acqua e l’equipaggio incomincia a preoccuparsi, lanciando gli Sos.

 

Eppure, anche ad Empoli la Pro ha tenuto testa alla capoclassifica, uscendo sconfitta solo per colpa della pessima prova della difesa e per la sfortuna che ha mandato a infrangersi sul palo la meravigliosa semirovesciata di Altobelli al terzo minuto di recupero, mentre a Pescara, Pettenari, allo stesso minuto di recupero, ha invece agguantato il pari contro il Bari.

 

Abbiamo già scritto e lo ribadiamo che la Pro 2017/18 non è eccezionale. Rispetto alla stagione precedente, ha dovuto rinunciare, in difesa, ad uno dei migliori giovani della serie B (Luperto, oggi colonna dell’Empoli capoclassifica) e a Bani, che oggi gioca in A nel Chievo e che è nel giro degli stage della Nazionale.

 

In più se n’è andato anche Eguelfi che Longo aveva sfruttato a dovere. Ora in difesa giocano seri professionisti, che hanno anche maturato (alcuni) esperienze di categorie equipollenti o superiori, ma che arrivano pur sempre dalla serie C.

 

Lo stesso discorso vale per il centrocampo e per l’attacco, quest’ultimo davvero il settore più evanescente con una miseria di gol all’attivo, se si considera che il capo cannoniere della Pro (con 8 gol) è un centrocampista.

 

Pur con una “rosa” non certo all’altezza di un Empoli, di un Bari, di un Frosinone, di un Palermo e di tante altre, la Pro se l’è giocata dignitosamente con tutti, tranne,  in casa, con la Cremonese e, per le decisioni arbitrali avverse (un’altra costante di questa stagione), con il Foggia.

 

Per i bianchi, poi,  non c’è stata partita solo con il Frosinone (ma alla prima di ritorno, come tutti ben sanno, l’allenatore non era l’attuale). 

 

Ciò significa che Grassadonia ha dato  gioco e carattere a questa squadra: purtroppo, senza punte all’altezza non si va da nessuna parte.

 

Ma questi sono discorsi a consuntivo. Il campionato è ancora in corso e la Pro deve giocarsi il tutto per tutto sino in fondo, andando a vincere le prossime due gare: quella di martedì sera al “Piola” appunto con il Pescara e quella sabato prossimo a Chiavari con l’Entella.

 

Solo due exploit consecutivi possono infatti concedere alla quadra di Grassadonia ancora qualche (ipotetica) possibilità di agganciare almeno il treno dei playout che già si sta allontanando, veloce.

 

Contro il Pescara - che all’andata si impose per 3 a 1 - occorrerà trovare la compattezza difensiva smarrita ad Empoli e gli acuti delle prime punte, smarriti sin da subito e mai recuperati.

 

Si gioca oggi, martedì alle 20,30 agli ordini del signor Riccardo Ros di Pordenone

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it