VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
26 June 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
28/04/2018 - Vercelli Città - Mondi Vitali

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Arrivano le partite dei rimpianti - Ma anche se con il morale sotto i piedi, bisogna giocare per il risultato

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Arrivano le partite dei rimpianti - Ma anche se con il morale sotto i piedi, bisogna giocare per il risultato
Juan Luca Sacchi -

( edm ) - Arrivano le due grandi partite interne, purtroppo, dei rimpianti.

 

Se la Pro non avesse accusato il tracollo finale a Chiavari, le sfide casalinghe consecutive con Parma e Venezia (sabato e martedì pomeriggio), pur nell’estrema difficoltà dell’impegno, visto che si tratta della seconda e della quinta in classifica, avrebbero avuto un richiamo unico ed irripetibile per migliaia di tifosi vercellesi.

 

I tre gol incassati dall’Entella in 25 minuti gettano tutto all’aria: l’ambiente (presidente, allenatore, giocatori e soprattutto tifosi) è depresso e sabato potrebbe addirittura verificarsi che, forse per la prima volta nella ritrovata serie B, i fans ospiti - da Parma ne sono attesi almeno un migliaio - superino quelli di casa.

 

La disfatta con l’Entella, che verrà ricordata a lungo, rischia di far suonare a morto e anzitempo la campana della Pro che, tuttavia, ha ancora quindici punti a disposizione per tentare un’impresa francamente impossibile: e dunque sarà il caso che i giocatori cerchino in tutti i modi, nelle rimanenti cinque gare, di riscattarsi giocando il tutto per tutto con quella determinazione denotata in diverse circostanze (soprattutto con le grandi), non, purtroppo, a Chiavari.

 

Sulla carta, depressione a parte, il compito dei giocatori di Grassadonia appare improbo.

 

Però si è visto che quando l’asticella delle difficoltà viene sistemata su su, sempre più in alto, la squadra si trasforma e sa compiere imprese sensazionali come, ad esempio, il successo casalingo sull’Empoli, che sta vincendo a mani basse il campionato.

 

Per la partita delle residue speranze, Grassadonia potrebbe essere tentato di riproporre il 4-3-3, con un centrocampo muscolare (Altobelli-Germano) e di qualità (Vives).

 

E’ un’ipotesi.

 

L’allenatore dei bianchi potrebbe invece insistere su 3-5-2, ribadendo, davanti, la coppia Bifulco-Raicevic che a Chiavari si era comportata benissimo e che egli aveva sciolto forse troppo frettolosamente.

 

In un ambiente in cui quasi nessuno ci crede più, servono iniezioni di fiducia, fidando sull’imprevedibilità del calcio e, appunto, sulle prestazioni sfoggiate contro le grandi (e Parma e Venezia sono appunto tali).

 

Ma qui fiducia sembrano ormai averla davvero in pochi, eccezion fatta per il Club Forza Pro che, nella geremiade generale, è al lavoro per organizzare il pullman per la trasferta del 5 maggio a Spezia.

 

Un segnale di speranza che altri tifosi potrebbero raccogliere, fin dal match di sabato, evitando che lo stadio ribolla quasi esclusivamente di tifo emiliano.

 

Si gioca alle 15 (e così pure il 1° maggio con il Venezia) agli ordini del signor Sacchi di Macerata.

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it