VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
22 July 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
12/05/2018 - Vercelli Città - Mondi Vitali

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Ci si mette anche lo Spezia, che ieri ha perso con l'Avellino -

APERTURA ANGOLARE - La rubrica sulla Pro di Enrico De Maria - Ci si mette anche lo Spezia, che ieri ha perso con l'Avellino -

( edm ) - Mestamente, eccoci arrivati all’ultima gara interna di campionato che potrebbe purtroppo essere anche l’ultima in B, chissà per quanti anni.


La prospettiva della retrocessione si è purtroppo fatta ancora più corposa perché ieri sera lo Spezia, che ci aveva appena maramaldeggianti, è andato a perdere 1 a 0 nell’anticipo di Avellino, proprio contro una delle squadre impegolate nella lotta per la salvezza.


La distanza per arrivare ai playout rimane sempre a cinque punti, ma l’Avellino ha spiccato un balzo deciso verso la zona tranquilla.


Oggi invece noi ce la vediamo con l’altra Cenerentola del girone e ci sfideremo se non altro per non concludere questo deludentisismo torneo all’ultimo posto.


In settimana, la dirigenza ha scaricato clamorosamente Grassadonia che, a nostri avviso, ha grandi colpe sull’esito infelice del campionati.


Grandi, ma non esclusive.


Gran parte le ha anche la società che, obiettivamente, ha messo a disposizione di Grassadonia una squadra mediocre, inflazionata di giocatori che arrivavano alla serie C.


Eppure, ciononostante, sarebbe bastato poco per ottenere un’altra salvezza: una punta in grado di mettere a segno almeno una decina di gol, un sostituto per far rifiatare di tanto in tanto Mammarella, forse un allenatore meno “talebano”, capace di escogitare formule diverse, tipo, per fare un esempio, provare la difesa a tre con il giocatore di maggior talento, Vives, al centro della retroguardia, un po’ come fece - con esiti felici - Foscarini con Budel.


E poi, pure con tutto il rispetto per un bravissimo portiere qual è Piagliacelli (e questo lo dicemmo esplicitamente a Secondo quando ci accennò al progetto del ritorno dell’estremo difensore dal Pescara), noi avremmo dato fiducia a Marcone e investito i soldi in un difensore di categoria o in un attaccante in grado di assicurarci gol importanti e probabilmente decisivi.


Ma sono discorsi che, a questo punto lasciano il tempo che trovano.


Secondo, ha fatto un’esemplare autocritica (e chi chiede pubblicamente scusa va sempre ammirato) e oggi, al “Piola” vedremo in azione l’allenatore della Primavera Vito Grieco, le cui prime dichiarazioni sul significato della bianca casacca da onorare ci sono piaciute, e non poco.


Stante l’assenza dello squalificato Ghiglione (la nota positiva del campionato che, per inciso, all’andata non giocava quasi mai), Grieco inserirà probabilmente Berra e c’è da domandarsi se, finalmente, il nuovo allenatore darà spazio a quell’Ivan, assurdamente escluso da Grassadonia.


Su Ivan il discorso si fa interessante perché adesso tutti parlano della sua clamorosa e testarda esclusione aprioristica, mentre ci sembra che - a parte questa rubrica - nessuno, ancora otto giorni fa,  accennasse  al fatto che un giocatore nazionale giovanile nel suo Paese e con all’attivo 21 partite (anche se non tutte intere) in serie A nella Sampdoria non potesse disputare qualche straccio di minuto in una serie B mai forse così scarsa.


L’appello odierno ai tifosi sarebbe doveroso, ma appare francamente forzato. Eppure lo facciamo lo stesso.


Andiamo a sostenere questa squadra, pretendendo quell’impegno e quell’attaccamento alla maglia clamorosamente venuti meno a Spezia. E se proprio c’è ancora una fiammella di speranza per agganciare il treno dei playout manteniamola accesa con il nostro tifo.


Una prova di fede che ci permettiamo di chiedere ai veri fans delle bianche casacche.


Si gioca alle 15 agli ordini di Marini, di Roma.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it