VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 28 novembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
24/06/2012 - Lungosesia Ovest e Baraggia - Cronaca

ARBORIO - Khadim Pheg, 30enne senegalese, muore inghiottito dalle acque del fiume Sesia - A quanto rivelato alle Forze dell’Ordine non sapeva nuotare

ARBORIO - Khadim Pheg, 30enne senegalese, muore inghiottito dalle acque del fiume Sesia - A quanto rivelato alle Forze dell’Ordine non sapeva nuotare
Le ricerche ad Arborio, in provincia di Vercelli


Aggiornamento delle ore 19.47    Si chiama Khadim Pheg il senegalese morto nel fiume Sesia. A quanto apprendono le Forze dell’Ordine non sapeva nuotare.


Aggiornamento delle ore 19.20   Il senegalese deceduto nel fiume Sesia aveva trent’anni ed è stato portato via dall'Agenzia di Onoranze funebri.


Aggiornamento delle ore 18.50 – L’amico della vittima avrebbe difficoltà a capire l’italiano, pertanto resta ancora un mistero l’identità del ragazzo che non aveva con sé documenti.


 


 


(c.b. – s.tre.) - Era con i suoi amici e cercava un po’ di refrigerio nelle acque del fiume, ma il Sesia non gli ha lasciato scampo. Un giovane senegalese, di cui al momento non è ancora resa nota l’identità, nel pomeriggio odierno ha scelto le rive del fiume Sesia nel paese in cui vive, Arborio, per prendere il sole e fare il bagno. Davanti agli occhi degli amici connazionali si è immerso nelle acque, ma poi qualcosa è andato storto. Il ragazzo è stato inghiottito dalla corrente in un punto in cui il Sesia è basso, ma ha un percorso troppo tortuoso. È probabile che il giovane abbia tentato di risalire e la corrente lo abbia destabilizzato. L’agitazione e – magari i crampi- hanno fatto il resto, facendolo finire in una buca, da dove non sarebbe più riemerso. Inutili i soccorsi del 118 e l’Elisoccorso, arrivati sul posto dopo la chiamata di un amico, che non lo vedeva rientrare. Alle ore 18.40, il corpo del ragazzo è incastrato ancora nella buca, nell’area in cui il fiume va verso il campo sportivo. Una tragedia che si è consumata in pochi istanti. Attorno alle 16.30 si sarebbe tuffato in acqua, la distrazione degli amici e dopo poco il giovane non appare più alla loro vista. Scompare nelle acque. Lo cercano, ma nessuna traccia. Sul posto, anche i Vigili Del Fuoco con il gruppo sommozzatori e i Carabinieri di Arborio. Ricerche intense, fino al ritrovamento del corpo, incastrato e senza vita. Sui volti degli amici, la disperazione. Ai Carabinieri non resta che cercare di capire l’esatta dinamica della tragedia, che potrebbe essere stata provocata da un malore, o da diverse insidie come le buche.


Seguiranno aggiornamenti

CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it