VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
18 October 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
01/05/2017 - Valsesia e Valsessera - Sport

BORGOSESIA CALCIO - La parola a patron Michele Pizzi

BORGOSESIA CALCIO - La parola a patron Michele Pizzi

Era da una ventina d’anni che a Borgosesia non si disputava una gara importante come quella contro il Cuneo. Una partita nella quale il risultato poteva determinare l’esito di un intero campionato. La risposta del pubblico è stata fantastica con un migliaio di tifosi, di ogni età, presenti a colorare lo Stadio Comunale. Alla fine è stato un bruciante 2-2, con i valsesiani raggiunti in pieno recupero. Quel gol cuneese dal sapore di beffa, non cancella comunque la fantastica stagione del Borgosesia che in ogni caso non ha ancora abbandonato l’idea di un aggancio in vetta all’ultima giornata. Se i supporters valsesiani hanno potuto vivere una giornata simile, grande merito va al patron borgosesiano Michele Pizzi. Un uomo serio, capace e che ha portato il Borgosesia a lottare per grandi traguardi. Gli obbiettivi di questi anni, non sono stati ottenuti con spese folli ma con una politica societaria legata ai giovani. Certo, un po’ di delusione per come è andata a finire la supersfida di ieri rimane ma a Pizzi tutta Borgosesia può solo dire grazie.

Il Cuneo è la nostra bestia nera - dichiara Michele Pizzi - . Io sono qui da 7 anni e in 3 occasioni ci hanno castigato. La partita doveva essere una festa e così è stata. Purtroppo gli esiti possono essere diversi e questa non è finita nel modo che ci auguravamo. E’ difficile da digerire un gol in pieno recupero ma questo fa parte del calcio. Mi sento di fare i complimenti ai ragazzi, artefici di un campionato straordinario. Come Società non abbiamo voluto metter loro nessuna pressione e siamo stati ripagati con ottime prestazioni nell’arco dell’annata. Il nostro obbiettivo in questi anni era quello di costruire una squadra giovane che andasse a giocare a calcio su ogni campo. Se siamo riusciti a fare questo, grande parte del merito va attribuita al direttore sportivo Di Battista. Adesso prima di parlare del futuro, dobbiamo pensare all’ultima partita di campionato e vedere cosa succederà”.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it