VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 20 settembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
13/08/2014 - Asti - Economia

BRUCIARE I RESIDUI DELLA POTATURA - Ad Asti si può - E le stoppie?

BRUCIARE I RESIDUI DELLA POTATURA - Ad Asti si può - E le stoppie?
Forno

Appello di Confagricoltura Asti: «Ora tutti i Comuni diano il via libera ai roghi di sfalci e potature»

Bene le ordinanze di quei Comuni astigiani che consentono, con rigide regole di sicurezza, la “combustione” di sfalci e residui della potatura, un appello a che la disposizione a favore dei “falò” sia recepita da tutte le amministrazioni comunali della provincia, e la richiesta che si estenda il via libera, sempre nel rispetto delle più rigide misure antincendio, anche alla combustione del materiale ottenuto dalla pulizia dei boschi.

Confagricoltura Asti commenta così l’atto dell’amministrazione comunale di Asti che, con un’ordinanza del sindaco Fabrizio Brignolo del 24 luglio scorso, consente «La combustione sul luogo di produzione dei soli residui derivanti da materiale agricolo e forestale ottenuto da sfalci, potature o ripuliture in loco».

Insomma i Comuni dicono sì ai “falò” di pavesiana memoria e cancellano con un colpo di spugna le norme punitive per chi bruciava in loco le potature.

Dice il presidente di Confagricoltura Asti, Massimo Forno: «È un atto di apertura importante verso chi lavora nei campi. Bruciare sul posto sfalci e potature, con tutte le cautele del caso sia ben chiaro, è una facilitazione non da poco del lavoro agricolo e al contempo una fonte di elementi fertilizzanti e nutritivi naturali per il terreno. Per quanto riguarda la sicurezza – aggiunge Forno – voglio ricordare che la nostra associazione da tempo organizza corsi antincendio, per altro molto seguiti e frequentati, dove tecnici ed esperti insegnano agli agricoltori cosa fare in caso di incendio e come gestire roghi controllati di sterpaglie, sfalci e potature. Ora, però – annota ancora il presidente di Confagricoltura Asti – auspico che tutti i Comuni astigiani si adeguino e emettano ordinanze in questo senso».

E dal direttore di Confagricoltura Asti, Francesco Giaquinta, arriva una ulteriore proposta, quella di allargare le ordinanze alla ripulitura dei boschi. Dice Giaquinta: «Spesso i boschi sono ricettacolo di fitopatologie e parassiti che si estendono anche alle coltivazioni. Tenerli puliti e potere bruciare gli sfalci di risulta in loco, in tutta sicurezza, sarebbe un aiuto anche all’agricoltura».

***

Se ti piace VercelliOggi.it con il network PiemonteOggi.it seguici anche su Facebook.

Clicca “mi piace” sulla nostra fan page: https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

e offrici la Tua amicizia sulla pagina dei nostri Redattori: https://www.facebook.com/vercellioggi . Dialogheremo meglio e più tempestivamente; potremo ricevere le Tue osservazioni su ciò che scriviamo e pubblichiamo: è una cosa che ci aiuta molto a migliorare ancora la qualità del nostro servizio.

Per tenerci sempre in contatto, possiamo scambiarci opinioni nel nostro Gruppo Aperto, che è la grande “piazza” di Vercelli e provincia dove tutti possono incontrarsi per parlare dei momenti importanti della vita di ciascuno: lavoro, famiglia, sport, cultura, religione, tempo libero, politica.

Ecco dove siamo: https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/

Ti aspettiamo e ricorda:

“mi piace” su            https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

Amicizia su               https://www.facebook.com/vercellioggi

Gruppo aperto su     https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/ .

***

 

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it