VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 30 novembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
24/04/2010 - Saluzzese - Cronaca

CARAMAGNA PIEMONTE - Il cantautore Roberto Brignoli conclude la "Missione Giovani" - Fiore all’occhiello dell’impegno pastorale di Don Tonino Borio

CARAMAGNA PIEMONTE - Il cantautore Roberto Brignoli conclude la "Missione Giovani" - Fiore all’occhiello dell’impegno pastorale di Don Tonino Borio
Roberto Brignoli

Sarà il concerto del cantautore Roberto Bignoli, la sera di domenica prossima, 25 aprile, al Salone Polivalente di Caramagna Piemonte, a concludere la 'Missione Giovani', organizzata dal 17 al 25 aprile dal Parroco Don Tonino Borio. I giovani caramagnesi hanno già potuto incontrare i missionari nella serata disco al Palasport di sabato 17. E poi ogni giorno sono stati previsti momenti di animazione e di preghiera per le diverse leve, in Oratorio, al Polivalente, in Parrocchia. Momenti di incontro sono previsti in vari locali pubblici, alla stessa fermata delle corriere, e in altri luoghi del paese.
Domenica 25 aprile, dopo la Santa Messa conclusiva delle 11, alle 15.30 nell'oratorio saranno distribuiti i premi, alle 19 è prevista una pizza e poi, per chiudere, il concerto del cantautore di ispirazione cristiana Roberto Bignoli.



Roberto Bignoli
biografia artistica


Fin da bambino ha la passione per la musica. La sua carriera artistica comincia all'età di sedici anni, partecipa a varie manifestazioni canore e vari Festival di musica leggera, ha fatto da "spalla" ad alcuni "Big". Ha cantato per le strade di città italiane ed estere raccogliendo approvazioni e pubblico.
Alcune tra le sue produzioni degli anni ’80 : “Se la luna” con 30.000 copie vendute, “Canzone per Laura” presentata in tutte le emittenti televisive private tra cui la popolare trasmissione “Pop Corn” di Canale 5, “Lorelai” e “Ninnanà ninnanò” sono le più note. Tra l’83 e l’84 si stabilisce a Parigi per alcuni mesi densi di soddisfazioni professionali.
Nel 1984, anno decisivo per la sua conversione, decide un radicale cambiamento d’indirizzo e da allora dedica il suo talento artistico interamente alla testimonianza del cambiamento avvenuto ed all’annuncio cristiano.
Nell’86 esce un primo 45 giri - “Regina della Pace”- in due edizioni, frutto della profonda amicizia con la mistica Maria Siccardi, che vende 15.000 copie nei circuiti cattolici.
E’ del 1987 il primo album della nuova produzione, intitolato “Canzone per Maria” interamente dedicato all’esperienza della nuova spiritualità mariana. “Ho visto la Croce” nel 1988 testimonia la scoperta della centralità di Cristo e della Croce come chiave di lettura della sua storia personale.
Nel ’90 registra un concerto-testimonianza intitolato “Una storia da raccontare” quale documento della nuova sensibilità maturata.
“Porta Cristo” del 1991 nasce dall’impeto e dalla freschezza dell’annuncio, con alcune che a tutt’oggi rimangono tra le più significative canzoni di Roberto: “Ballata per Maria” poi diventata il live motiv della emittente Radio Maria, “Porta Cristo” un funky in cui si trasmette la passione di annunciare Cristo negli ambienti dell’emarginazione giovanile e dove il degrado umano appare senza speranza, “Diglielo tu” brano rock ispirato ad un incontro realmente avvenuto.  
Nel ’91 pubblica il libro “In concerto sotto la Croce” testimonianza di un concerto dal vivo tenutosi a Roma con la presenza di numerosissimi giovani.E’ attualmente in preparazione la sua nuova biografia.  
Nel 1996 pubblica con le Edizioni Paoline "Tempo di Pace", un lavoro ricco di musicalità e di tematiche forti, con la famosa “Concerto a Sarajevo” scritta durante la guerra in Bosnia e trasmessa ovunque soprattutto nelle radio clandestine della ex repubblica balcanica, “Un uomo” e la riproposta di “Oltre la collina” scritta nell’83 prima della sua conversione, quasi una premonizione di quello che stava per succedergli. Una proposta di canzoni impegnate, nate dal vissuto e lontane da una facile retorica.
Nel 1998 esce la raccolta “Roberto Bignoli, Vol.1” e nel 1999 il singolo “Blues cielo blu” contenente, tra l’altro, il bellissimo e trascinante brano blues omonimo.
Del 2001 è il nuovo cd multimediale “Ho bisogno di Te” dal titolo della nuova canzone “etnica” dedicata a Dio Padre e “Parole e amore” frutto dello stupore di fronte alle grandi testimonianze di carità del nostro secolo.  
Nel dicembre 2001 riceve a Washington il prestigioso premio internazionale Ucmva Unity Award (come miglior artista e per la miglior canzone dell’anno) e nel 2003 il primo riconoscimento del Golden Graal , l’Award italiano dedicato alla evangelizzazione.
Sono inoltre numerosissimi i festival internazionali di Christian Music cui Roberto ha partecipato come Special Guest.
Ha partecipato ad una ventina di compilations d’artisti cristiani di cui otto internazionali.
Ha tenuto concerti, oltre che in tutta Italia, in Francia,Germania, Svizzera, Polonia, Bulgaria, ex Jugoslavia, Spagna, Malta, Canada, U.S.A., America Centrale e latina, Argentina. 
Sono in allestimento due Tour in Australia e Brasile.
Molti media tra Radio, Televisioni e giornali, sia cattolici sia laici hanno parlato di lui.
Roberto è stato promotore di Festival internazionali di musica cristiana e produttore artistico di compilations internazionali.
Ha partecipato alla Gmg di Parigi nel 1996, a quella di Roma (Tor Vergata nell’agosto del 2000), a quella di Toronto insieme a Don Mimmo Iervolino, nell’anno 2002 e nel 2005 a Colonia.


Il 16 ottobre 2005 è stato ufficialmente invitato dalla Tvp Polacca (televisione nazionale della Polonia) a partecipare al Gran Galà e concerto dedicato a Giovanni Paolo II, tenutosi nella piazza del Castello di Varsavia, con una presenza di 30.000 persone.


L’ultima uscita discografica, nel 2005, consiste nel nuovissimo singolo per le radio, “Là c’è un posto” contenente quattro nuovi brani tra cui l’emozionante e cantautorale “Dimmi, mio Signore”, una drammatica domanda a Dio di fronte allo sgomento dell’attuale momento mondiale di rivolgimenti e catastrofi epocali e la forte ballata rock “Là c’è un posto”, una mano tesa ed un invito a mettersi in cammino rivolto a chi si trovi in coinvolto in scelte di vita ingannevoli ed avvilenti. La prima canzone è uscita in Australia in una compilation internazionale il cui ricavato è destinato all’aiuto alle popolazioni colpite dal recente tzunami e la seconda in Polonia in una raccolta d’artisti cristiani polacchi, allegata alla prestigiosa rivista musicale “Ruah”.
 
La canzone “Là c’è un posto” il 12 novembre 2005 viene premiata in USA Minnesota con il prestigioso premio internazionale Ucmva Unity Award Grammy della musica Cristiana Internazionale (per la miglior canzone dell’anno)


Nel 2006 realizza in collaborazione con il cantautore e produttore Nico Fortarezza  per tre anni special guest dei tour di Enrico Ruggeri la canzone "Non temere"(don't be afraid) CD singolo dedicato a Giovanni Paolo II trasmesso nelle più importanti Radio cattoliche nel mondo.


La canzone “Dulcis Maria Totus Tuus” il l'8 ottobre 2007 viene premiata in USA Phoenix, AZ con il prestigioso premio internazionale Ucmva Unity Award Grammy della musica Cristiana Internazionale (per la miglior canzone dell’anno)


 


Per informazioni:


Cell. 339 6233785


mail a roberto.bignoli@fastwebnet.it


http://www.myspace.com/robertobignoli


http://www.robertobignoli.it/


http://ballatapermaria.blogspot.com/


 


 


 


 


 


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it