VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
16 December 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
04/01/2012 - Cuneo - Economia

CONFINDUSTRIA CUNEO - Peggiorano le attese relative ai primi 3 mesi del 2012

CONFINDUSTRIA CUNEO - Peggiorano le attese relative ai primi 3 mesi del 2012

Il nuovo anno si apre con previsioni poco confortanti per il comparto industriale cuneese. È quanto emerge dai risultati dell’Indagine Congiunturale relativa al primo trimestre 2012, resi noti dal Centro Studi di Confindustria Cuneo, che segnalano un ulteriore inasprimento delle aspettative sull’evoluzione della congiuntura. Nella rilevazione, a cui hanno risposto 175 aziende di tutti i settori e dimensioni, si legge infatti un peggioramento dei saldi ottimisti-pessimisti relativi a produzione e ordini totali che fanno registrare rispettivamente un calo di 13 e 8 punti percentuali, riportandosi così su valori di fine 2010.



Il tasso medio di utilizzo della capacità produttiva rimane pressoché stabile e attestato intorno al 74%, un valore non così distante da quelli tipici delle fasi di crescita. Si appesantisce, però, la situazione del carnet ordini: quasi un’azienda su tre dichiara di avere ordini assicurati per meno di un mese. Anche l’export risente dell’aggravarsi del quadro economico internazionale. Il saldo ottimisti-pessimisti scende di quasi 7 punti percentuali e torna negativo dopo sei trimestri. “Sulle prospettive del nostro export - precisano dal Centro Studi di Confindustria Cuneo - pesa soprattutto il calo della crescita nell’Eurozona, verso cui si dirige in media oltre la metà delle nostre esportazioni”.


Il peggioramento delle attese si riflette sulle decisioni di investimento delle imprese che stentano a decollare, complice il deterioramento della situazione finanziaria, appesantita da problemi di liquidità (quasi due aziende su tre dichiarano ritardi negli incassi) e da crescenti difficoltà nel reperimento di credito a costi competitivi presso il sistema bancario. Le preoccupazioni delle imprese sull’evolversi della congiuntura sembrano riflettersi sulla situazione occupazionale che, seppur in lieve miglioramento rispetto alla precedente rilevazione, resta ancora critica. Un’impresa su quattro, infatti, non esclude di dover far ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) nei prossimi mesi e anche il saldo ottimisti-pessimisti sulle tendenze dell’occupazione resta attestato su valori negativi (-6,9 punti percentuali).


A livello settoriale, le imprese meccaniche sono quelle che, dopo le alimentari, manifestano le attese meno pessimistiche per i prossimi tre mesi, grazie ad una sostanziale tenuta dell’export. Per quanto riguarda le imprese non metalmeccaniche, gli indicatori (occupazione, produzione, ordini) mostrano andamenti divergenti. Nel comparto dell’edilizia ed affini le attese delle imprese continuano peggiorare, come nei tre trimestri precedenti. La situazione del settore alimentare permane abbastanza buona, sebbene su valori decisamente inferiori a quanto evidenziato nei precedenti due trimestri. Le imprese della chimica e gomma-plastica confermano i segnali di rallentamento già evidenziati a settembre. In peggioramento anche le attese delle imprese grafiche.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it