VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 7 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
26/04/2012 - Cuneo - Economia

CUNEO – Bancarottiere con case e palazzi - Non piace alla Guardia di Finanza, nè alla Procura

CUNEO – Bancarottiere con case e palazzi - Non piace alla Guardia di Finanza, nè alla Procura
Evasione fiscale

La Squadra Operativa Volante della Tenenza della Guardia di Finanza di Mondovì, a conclusione di complesse indagini di natura tributaria protrattesi per oltre un anno, ha dato recentemente esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo “per equivalente”, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Mondovì su richiesta del Pubblico Ministero Massimiliano Bolla, sottoponendo alla misura cautelare 10 appartamenti, 2 ubicati a San Remo (IM) ed 8 a Dogliani nonché 3 autorimesse e 3 magazzini, per un valore complessivo di, circa, 1 milione e 800 mila Euro, intestati all’amministratore di 3 società di Dogliani. Gli accertamenti, scaturiti da una segnalazione con la quale il Tribunale monregalese aveva chiesto alla Tenenza di approfondire la situazione economica e patrimoniale di una società operante nel comparto delle vendite immobiliari nei cui confronti era stata presentata istanza di fallimento da parte dei creditori, hanno portato i militari del Tenente Pezzotti a rilevare che all’amministratore della predetta, S.D., 46 anni di Dogliani, erano riconducibili anche altre 2 società operanti, rispettivamente, ne lmedesimo settore delle compravendite immobiliari e della costruzione di edifici. Estesa l’inchiesta a tutte la attività economiche riconducibili a S.D., i Finanzieri hanno scoperto che le due imprese commerciali, sin dal 2007, pur emettendo fatture nei confronti di numerosi clienti, non avevano più presentato alcuna dichiarazione d’imposta, divenendo contemporaneamente insolventi sia nei confronti del fisco sia dei fornitori. L’attenta analisi della documentazione contabile reperita, peraltro compilata in modo parziale e lacunoso, mirati accertamenti bancari e l’acquisizione di informazioni in merito ai rapporti economici posti in essere dal gruppo di aziende, hanno consentito di appurare che diverse fatture concernenti non meglio precisate consulenze, emesse da una delle due ditte di cui sopra nei confronti della società di costruzioni, erano relative ad operazioni in realtà mai effettuate e funzionali al solo fine di consentire all’impresa cliente di gonfiare i costi e di abbattere in modo fraudolento l’ammontare dei redditi prodotti. Nel complesso, dalle operazioni svolte è emerso che S.D., a mezzo delle sue aziende, nell’ultimo quinquennio aveva sottratto alla tassazione ricavi per oltre 8.000.000 di Euro e omesso di versare l’IVA per circa 390.000 Euro. In conseguenza di quanto precede il Tribunale di Mondovì ha dichiarato il fallimento delle 3 aziende coinvolte nella frode, S.D. è stato denunciato per i reati di bancarotta fraudolenta e frode fiscale e la Magistratura competente ha disposto il sequestro dei beni citati in apertura del presente comunicato.

Documentazione
Documentazione
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it