VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
14 August 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
13/03/2018 - Vercelli Città - Enti Locali

DA ROMA BOCCATA D'OSSIGENO ALLA MAGGIORANZA - Ma non oseranno avvalersene: alto il rischio ricorsi - Servirà da esca per i gonzi della Opposizione che volessero dare un aiutino e arrivare comunque a 14

DA ROMA BOCCATA D'OSSIGENO ALLA MAGGIORANZA - Ma non oseranno avvalersene: alto il rischio ricorsi - Servirà da esca per i gonzi della Opposizione che volessero dare un aiutino e arrivare comunque a 14
L'Aula del Consiglio Comunale, ieri 12 marzo 2018

Potrebbero esserci presto clamorose novità a proposito del Comune di Vercelli.

E potrebbe essere questa la spiegazione che renderebbe comprensibile la surreale atmosfera di ieri in Consiglio Comunale.

O, meglio, del tentativo di Consiglio Comunale consumatosi infruttuosamente alle 21,30.

A dire il vero, più d’uno aveva notato i sorrisini sotto i baffi di Consiglieri di maggioranza ed Assessori i quali, invece, avrebbero dovuto avere musi lunghi.

A nessuno era parsa logica la soluzione di non presentarsi in Aula, nemmeno dalla maggioranza che aveva tutti i ranghi – di 13 Consiglieri – compatti presenti, anche se “starmati” un po’ di qua e un po’ di là.

Che è accaduto?

Tentiamo di ricostruire, per ora con gli scampoli di notizie ricevute informalmente.

Prima cosa: una settimana fa, era stato effettivamente richiesto (non si è appurato a firma di chi) da parte del Comune di Vercelli un parere al Ministero dell’Interno sulla vexata quaestio del numero legale necessario per aprire i lavori in seconda convocazione.

Se ne parla dall’Estate 2016 quando, l’8 settembre, il Consiglio Comnale rigettò la proposta di modifica del Regolamento

Gli Atti da prendere in esame sono due: lo Statuto del Comune e il Regolamento per le adunanze del Consiglio Comunale.

***

Lo Statuto dice che la riunione in seconda convocazione sia valida se presente “almeno” un terzo dei Consiglieri.

Quindi 11.

Il Regolamento invece recita che la seduta sia valida con la presenza di 14 (aggettivo numerale cardinale) Consiglieri.

Il Ministero ribadirebbe che (ed è ovvio) lo Statuto sia sovraordinato rispetto al Regolamento e quindi quest’ultimo debba essere disapplicato.

Ma nella richiesta di parere non si sa ancora se sia stato esplicitato che il Consiglio, appunto a settembre 2016 si era formalmente espresso contro la modifica a 11 del numero.

E siccome l’avverbio “almeno” significa ovviamente “non meno” di un terzo, ma rende lecita ogni unità in più (12, 13, 14…20), c’è chi dice: il Consiglio ha già scelto di restare a 14.

La questione diventa di lana caprina anche perché, se fosse automaticamente disapplicato il Regolamento, si aprirebbero profili di critica per l’operato del Segretario Generale e del Presidente del Consiglio Comunale che in più occasioni hanno “mandato a casa” i Consiglieri quando erano nel numero di 13.

***

La “maggioranza” intenderà forzare e aprire comunque i lavori con 13 (o, a questo punto, anche 12 o 11) Consiglieri presenti?

Difficile dirlo.

E’ più probabile che il parere sarà usato come strumento di trattativa per convincere qualcuno dell’Opposizione ad entrare in aula, rendendo in tal modo superfluo avvalersi di questa interpretazione.

Poi, una volta tornata a 18, la – a questo punto senza virgolette – maggioranza non si farebbe comunque mai trovare sotto i 14, così per sicurezza.

E’ evidente invece che se forzassero sull’interpretazione, aprendo i lavori con 13, il ricorso al Tar sarebbe assicurato e verosimilmente con tali argomentazioni che renderebbe difficile sostenere ulteriormente un parere preparato – quando si dice la lentezza della burocrazia – in soli sette giorni.

Forse la fretta è però stata cattiva consigliera.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it