VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 28 novembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
24/10/2018 - Vercelli Città - Cronaca

DIMENTICA DI RINNOVARE IL PASS PER IL CENTRO STORICO - Ogni volta che va e viene da casa, inesorabili i click del sistema: 60 multe in due mesi, notificate tutte in un colpo - Deve pagare da 4 mila a 10 mila euro - Ma lui: gli lascio la macchina

DIMENTICA DI RINNOVARE IL PASS PER IL CENTRO STORICO - Ogni volta che va e viene da casa, inesorabili i click del sistema: 60 multe in due mesi, notificate tutte in un colpo - Deve pagare da 4 mila a 10 mila euro - Ma lui: gli lascio la macchina
Le multe, notificate tutte insieme, accumulate dopo due mesi di click per andare e tornare a casa -

Se il Grande Corso sosteneva “impossibile non è francese”, per dire che ai nostri Cugini d’Oltralpe nulla fosse precluso, potremmo tranquillamente parafrasare, convinti: “incredibile non è vercellese”.

 

Ma andiamo con ordine.

 

***

 

Dunque succede che un cittadino vercellese si dimentichi, ad agosto di quest’anno, di rinnovare il permesso per accedere a casa propria, situata al centro del centro storico.

 

Vi abita da molti anni.

 

Rinnova da anni l’autorizzazione, a tempo debito.

 

Ma quest’anno (i neuroni…) dimentica di farlo.

 

E subito scatta la tagliola fotografica.

 

Ogni volta che tona o esce da casa, ogni volta che gira attorno al palazzo per cercare parcheggio… click – click – click.

 

In meno di tre mesi rimedia 60 contravvenzioni.

 

***

 

E, già qui, uno normale può pensare: ma una volta che il “sistema” gli ha rilevato una, due, dieci infrazioni, vorremmo pensare che le macchine ed eventualmente gli umani, non fossero così “intelligenti” da vedere subito che si tratta di un permesso semplicemente “rinnovato” da anni?

 

Scaduto da pochi giorni?

 

Eventualmente chiamare il “reo”?

 

***

 

Troppa grazia, S. Antonio.

 

Perché il “sistema” non conosce il discernimento.

 

Ed ecco che, in un solo giorno, il fatidico, 28 settembre 2018, in un arco tempo compreso tra le 18,20 e le 18,59, elabora ben 16 delle 60 contravvenzioni.

 

E nemmeno il successivo 29, andando a vedere le carte, gli umani si avvedono del caso macroscopico messo nero su bianco dalla macchina e pronto per la notifica.

 

A cosa va incontro il cittadino un po’ smemorato?

 

Semplice.

 

La contravvenzione si può pagare subito, al costo “agevolato” di 71,70 euro.

 

E allora sono 4.302 euro.

 

Ma se il cittadino smemorato impiega invece dal sesto al 60.mo giorno dalla notifica, il costo unitario è di € 81 per ogni contravvenzione, quindi: 60 x 81 uguale 4.860 euro.

 

Se poi si lascia passare il 60.mo giorno, ecco che il conto si fa molto più salato: 178 euro.

 

Che, moltiplicati per le 60 multe, fanno ben 10.680 euro.

 

Per cosa?

 

Perché uno si è dimenticato di rinnovare, per l’ennesima volta, il permesso di accesso a casa propria.

 

Incredibile non è vercellese.

 

Ma il cittadino bersagliato dalle notifiche si rassegna: mi dicano dove posso lasciargli la macchina e gliela porto; non ho i soldi per pagare quelle multe.

 

 

 

 
NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it