VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 12 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
31/07/2015 - Vercelli Città - Pagine di Fede

DIOCESI IN FESTA PER LA SOLENNITA’ DI S.EUSEBIO - S. Messa concelebrata da cinque Vescovi - E poi momenti di svago "smart" al Museo Leone con "Bicciolano e Bicciolani" - In S.Andrea con Guido Rimonda e la Camerata Ducale

DIOCESI IN FESTA PER LA SOLENNITA’ DI S.EUSEBIO - S. Messa concelebrata da cinque Vescovi - E poi momenti di svago "smart" al Museo Leone con  "Bicciolano e Bicciolani" - In S.Andrea con  Guido Rimonda e la Camerata Ducale
Un S.Eusebio smart a Vercelli in questo 2015

Sarà concelebrata da cinque Vescovi la S.Messa Pontificale in occasione della Solennità di S.Eusebio Vescovo e Martire.

Domani, 1 agosto 2015, con Mons. Marco Arnolfo, Arcivescovo Metropolita di Vercelli, saranno nella Chiesa cattedrale del Duomo di Vercelli Mons. Gianni Ambrosio, Vescovo ci Piacenza e Bobbio, Mons. Alceste Catella, Vescovo di Casale, Mons. Gabriele Mana, Vescovo di Biella e non mancherà ovviamente l’Arcivescovo Emerito di Vercelli, Padre Enrico Masseroni.

Con loro tutto il Presbiterio diocesano.

La Celebrazione eucaristica si inizierà dome di consueto alla 10,30.

Animeranno la Liturgia il Coro ed i Solisti della Cappella Musicale della Cattedrale, con il Quintetto d’Ottoni della Cattedrale costituito da Alessio Molinaro (tromba), Roberto Foglia (tromba), Simona Sallustio (trombone), Franco Salerno (trombone) e Cristiano Margaria (trombone basso).

All’organo, il pregiatissimo e recentemente restaurato “Mascioni”, Don Maurizio Galazzo e Carlo Montalenti.

Maestro di Cappella il Maestro Mons. Denis Silano.

***

Il pomeriggio di questa Patronale offre un momento insolito di svago, un’occasione lieta per stare insieme e crescere, assimilando spunti culturali sapientemente sminuzzati ed offerti in pillole da quella grande fabbrica di cultura e sapere (anche take away) che è il Museo Leone.

Protagonisti questa volta i “bicciolani”.

Bicciolani e Bicciolano: dolci e tradizioni della vecchia Vercelli
Museo Leone, sabato 1° agosto ore 17.30
e
Dall’Arte Coquinaria alla Porchetta Cicalata: Cucina, Biblioteca e Museo in un’unica portata”. Nuovo percorso espositivo dal 1° agosto 2015 al Museo Leone.
Il Bicciolano e i Bicciolani, maschera e biscotti, sono simboli popolari delle tradizioni vercellesi: l’uno è il principe del carnevale, gli altri sono i dolci tipici della nostra città. Entrambi sono talmente radicati nella nostra cultura che il termine “bicciolano” è da tempo sinonimo di “vercellese”. E di questi capisaldi della tradizione si parlerà al Museo Leone, sabato 1° agosto alle 17.30 in una data che, per la vercellesità, è il momento più alto, ovvero la festa patronale di S. Eusebio.
L’incontro, che più che una conferenza vuol essere una “dolce chiacchierata”, dal titolo “Bicciolani e Bicciolano: dolci e tradizioni della vecchia Vercelli”, proverà a gettare una nuova luce su questi capisaldi della cultura vercellese che sono talmente legati alla nostra città che si danno per scontati; ma quale sia l’origine dei dolci e della maschera si perde nelle nebbie della storia.
Luca Brusotto, Conservatore del Museo e il suo vice Riccardo Rossi, proveranno per l’occasione a fare chiarezza sulle tradizioni vercellesi, alla ricerca delle loro origini più antiche e misteriose. Concluderà la conferenza una degustazione di Bicciolani della pasticceria Lesca che potranno essere assaporati, sia con i vini che tradizionalmente si accompagnano a questi dolcetti, sia con la birra proposta da “Mercante di Birre”, creando un innovativo connubio di sapori.
Per la conferenza del 1° agosto che avrà luogo presso il Museo con ingresso da via Verdi 30 alle ore 17,30, la prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: 0161253204, 3483272584 o scrivere a info@museoleone.it.
Per l’occasione si potrà inoltre accedere anche al Corridoio delle Cinquecentine, riallestito dopo il termine della mostra dedicata alla Grande Guerra, dove un nuovo percorso espositivo tematico attende i visitatori.
La gastronomia, si sa, in questo periodo la fa da padrona, ma spesso ci si dimentica che tutto parte da un luogo umile: la cucina, arricchita di un sapere e di tradizioni antiche. Libri di cucina, ricette frettolosamente scritte su ritagli di carta, volantini pubblicitari di cibi e bevande o menù di ristoranti conservati per ricordo: oggetti semplici presenti in tutte le case che, quando ci capitano tra le mani, dal fondo di qualche cassetto, ci portano alla memoria sapori, profumi, persone e momenti gradevoli e colmi di nostalgia.
E se questo “frugare nei cassetti” lo si facesse in una biblioteca e in un museo? Nella casa di
Camillo Leone, che è anche lo scrigno che raccoglie la storia dei Vercellesi, si possono scovare scritti e oggetti che in genere non sono esposti al pubblico ma che, pur nella loro semplicità, hanno la capacità di dare allo spettatore un’idea dei momenti conviviali e della vita domestica dei nostri antenati dal Medioevo alla fine dell’Ottocento.
Queste sono le suggestioni che con l’esposizione dal titolo “Dall’Arte Coquinaria alla Porchetta Cicalata: Cucina, Biblioteca e Museo in un’unica portata” si vogliono risvegliare.
L’esposizione, che cerca di coniugare le tradizioni vercellesi di cui il museo Leone è per sua natura il primo custode ed i temi saliti alla ribalta grazie ad Expo 2015, terrà compagnia a tutti i visitatori fino all’autunno inoltrato. A partire dal mese di settembre sono previste visite guidate nei giorni festivi. L’ingresso all’esposizione è compreso nel biglietto d’ingresso del Museo.

Per info e contatti: 0161253204, 3483272584, www.museoleone.it o scrivere a info@museoleone.it.

***

Per finire in bellezza la sera, nella Basilica di S. Andrea, concerto del violinsta Guido Rimonda con la Camerata Ducale.

Repertorio tutto vivaldiano.

Vivaldi per S. Eusebio” è il titolo del Concerto che la Camerata Ducale propone per sabato 1 agosto alle 21 presso la prestigiosa sede della Basilica di S. Andrea. Non saranno solo le conosciute “Quattro Stagioni” ad allietare la serata estiva, ma anche alcune composizioni – come ha ricordato il maestro Guido Rimonda – realizzate da Antonio Vivaldi per alcune festività del calendario liturgico, come la sinfonia “Al Santo Sepolcro” e il concerto in do maggiore “Per la Solennità di San Lorenzo”.
www.camerataducale.it   
Durante il Concerto del 1° agosto ci sarà un evento nell’evento: verrà organizzata una raccolta fondi per restaurare due antiche e preziose pergamene custodite nella Biblioteca Civica di Vercelli.

Una scelta – quella di Vivaldi – che  sicuramente è particolarmente indovinata proprio nell’anno dedicato al secondo centenario della nascina di San Giovanni Bosco.

Furono proprio i Salesiani, infatti, a riscoprire la grandissima parte degli spartiti scritti dal geniale “Prete Rosso”, come veniva soprannominato Vivaldi, dando così la possibilità al Mondo di conoscere questo genio della musica.

Appuntamento alle 21 in S.Andrea.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.


Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:


http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp


Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it