VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 2 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
21/04/2012 - Cuneo - Cronaca

DOGLIANI - Garga rumeno sfrutta prostituta brasiliana - La donna costretta a dieci incontri al giorno - Lei espulsa perchè irregolare- Lui, come giusto, in galera - I rispettabili clienti, tutti autoctoni, dalle loro mogliettine

DOGLIANI - Garga rumeno sfrutta prostituta brasiliana - La donna costretta a dieci incontri al giorno - Lei espulsa perchè irregolare- Lui, come giusto, in galera  - I rispettabili clienti, tutti autoctoni, dalle loro mogliettine
Il Livandru

Scoperta dai Carabinieri a Dogliani una casa di appuntamenti. A finire nella rete dei militari è stato Livadaru Sandii Costantin  romeno di anni 28 abitante a Dogliani e una prostituta  brasiliana, S.T.  di anni  29.



Infatti a partire dal mese di febbraio u.s.  i militari della Stazione di Dogliani ed i Carabinieri del Nor di Fossano, nell’ambito dei controlli disposti dal Comando Provinciale di Cuneo per prevenire il fenomeno della prostituzione ed attraverso il monitoraggio di della rete internet hanno scoperto su alcuni siti specializzati in incontri che vi erano alcuni annunci in cui si pubblicizzava la possibilità di particolari “massaggi” che potevano essere effettuati a Dogliani da una signora Brasiliana. Oltre all’annuncio, ad insospettire i Carabinieri nel frattempo attivatisi, è stato il fatto che  dai servizi di osservazione svolti all’indirizzo risultante dall’annuncio, era stato notato un insolito via vai di uomini che a tutte le ore  entravano ed uscivano da un condominio nel cento cittadino di Dogliani  in cui in cui appunto è stata individuata l’alcova; tra l’altro è emerso che ai numeri di telefono apparsi nell’annuncio  rispondeva sempre la stessa donna  ed erano intestati a soggetti stranieri diversi.


Dalle indagini svolte, durate circa due mesi e mezzo e coordinate dalla Procura della Repubblica di Mondovì è stato individuato che  titolare del contratto d’affitto dell’appartamento in cui avvenivano gli incontri amorosi era appunto il Livadaru il quale non solo permetteva alla ragazza    brasiliana di esercitare la prostituzione, ma si adoperava attivamente per procacciarle i clienti, ritirare i soldi delle prestazioni direttamente da questi ultimi e ad assistere in un'altra stanza agli incontri amorosi della ragazza, pronto ad intervenire in caso di problemi.


E’ stato inoltre accertato che il Livadarou stava facendo arrivare a Dogliani una altra prostituta che avrebbe dovuto esercitare la prostituzione sempre nel medesimo appartamento e si era anche attivato, tramite la ragazza brasiliana a reperire   altre ragazze disponibili per  incontri a pagamento con altri suoi connazionali.


Dai servizi svolti è emerso che la prostituta brasiliana aveva una media di circa dieci prestazioni al giorno e che per ogni incontro la cifra minima che incassava era di 50 euro. È stato quindi accertato che nei due mesi e mezzo di indagini la S.T abbia svolto più di 500 prestazioni sessuali  ed abbia incassato circa 40.000 euro, tutto ovviamente esentasse.  A frequentare la casa di appuntamento erano uomini di tutte le età e di ogni estrazione sociale, che andavano dall’insospettabile professionista al ragazzo ancora studente. I frequentatori , la maggior parte dei quali è già stata identificata, erano tutti della zona del doglianese o dei paesi limitrofi e prossimamente verranno convocati per essere escussi a verbale. 


 All’esito di queste indagini la Procura della Repubblica di Mondovì ha emesso nei confronti del Livandaru un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Inoltre i carabinieri hanno anche sottoposto a sequestro l’appartamento utilizzato per gli incontri.


Tra l’altro all’atto dell’arresto è emerso che la cittadina brasiliana era irregolare sul territorio nazionale motivo per cui nei confronti della stessa sono state avviate le procedure per l’espulsione.


E’ stata anche interessata l’Agenzia delle Entrate per i guadagni derivanti dalle prestazioni accertate, ovviamente non dichiarati al fisco


L’arrestato è stato quindi tradotto in Carcere a Cuneo. Rischia ora una condanna molto pesante.


 


 


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it