VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 7 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
13/07/2013 - Cuneo - Cronaca

DOGLIANI - Per colpa della crisi che non gli permette di comprarsi lo stupefacente se lo coltiva in casa: giovane pollice verde beccato dai Carabinieri

DOGLIANI - Per colpa della crisi che non gli permette di comprarsi lo stupefacente  se lo coltiva in casa: giovane pollice verde beccato dai Carabinieri
Il materiale sequestrato

(b.f) - La crisi colpisce anche il mercato degli stupefacenti tanto che alcuni consumatori abituali che non possono più permettersi il vizio hanno pensato di fare da se, coltivando la marijuana in casa.



E’ questo il singolare caso portato alla luce dai Carabinieri della Stazione di Dogliani che l’altro ieri hanno tratto in arresto un giovane agricoltore  doglianese perché coltivava nella serra del giardino della sua abitazione 9 piante di Marijuana.


Infatti i militari doglianesi avevano avuto notizia di alcuni strani movimenti attorno ad una serra di Borgata San Giorgio e per alcuni giorni hanno tenuto d’occhio il luogo sino a quando non hanno avuto la certezza che all’interno del fabbricato non si coltivavano solo ortaggi come sarebbe stati da aspettarsi, ma vi erano anche  nr 9 piante di Marijuana curate di tutto punto grazie l’abilità del proprietario che era un agronomo di professione. Infatti, non appena i militari hanno avuto la certezza della presenza delle piante di marijuana, hanno fermato il proprietario della serra, un giovane 28enne di professione agricoltore con studi di agraria, il quale ha ammesso la proprietà degli arbusti. Tra l’altro nel corso della perquisizione estesa all’interno dell’abitazione sono stati anche rinvenuti alcuni grammi di hashish oltre ad un sacchetto si semi di Marijuana verosimilmente utilizzati per le altre semine.


Il ragazzo che abitava da solo nella casa ha candidamente ammesso ai militari che aveva deciso di coltivare la marijuana perché non poteva permettersi più il lusso di comprarsela in quanto disoccupato e pertanto, approfittando, anche dei suoi studi in agraria e della sua passione per l’agricoltura aveva deciso di prodursela da se. Purtroppo il giovane agricoltore, che è stato portato in carcere a Cuneo,   dovrà rispondere di coltivazione abusiva di sostanze stupefacenti e rischia una pesante condanna.


 


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it