VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 1 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
30/05/2018 - Vercelli Città - Enti Locali

ENAL, LE OFFERTE PER LA GESTIONE ENTRO IL 6 GIUGNO - Quattro le Ditte interessate - Il bando (che quest'anno è ok) è chiaro: 2 Bagnini a bordo vasca - Ecco perchè è importante

ENAL, LE OFFERTE PER LA GESTIONE ENTRO IL 6 GIUGNO - Quattro le Ditte interessate - Il bando (che quest'anno è ok) è chiaro: 2 Bagnini a bordo vasca - Ecco perchè è importante

Non è cambiato niente dopo l’articolo della settimana scorsa, con il quale si documentata, tra l’altro, come al cantiere aperto presso la Piscina Enal di Vercelli non si esagerasse con i dispositivi di protezione individuale a vantaggio dei lavoratori occupati.

Questa mattina è ancora tutto come l’altro giorno.

Se pungesse mai vaghezza allo Spresal o a chiunque altro ne avesse titolo di andare a vedere come stessero le cose, potrebbe benissimo non sapere che all’Enal sia installato un cantiere.

Perché sullo storico cancellone in ferro battuto non c’è nulla.

La gente passa di lì, curiosa, ma lo Spresal, qualora mai a qualcuno pungesse vaghezza, che ne potrebbe sapere che lì c’è un cantiere?

Perché – forse, non è ben visibile… - se c’è, il cartello è attaccato ad una delle piante, all’interno dell’area verde, vicino al fabbricato del bar.

Se tanti che ne hanno titolo e che per questo prendono degli stipendi, abbiano o no intenzione di interessarsene, non sappiamo che farci.

Noi documentiamo, poi… viderint consules.

Anche questa mattina, comunque, presente un’auto del Comune, quindi si vede che sanno tutto.

***

L’apertura comunque si avvicina.

Scadrà il 6 giugno il termine, per le quattro ditte che hanno chiesto di essere invitate, per presentare l’offerta di gestione per tre anni.

Come abbiamo già osservato – e lo annotiamo con piacere – il bando quest’anno ha tutta l’aria di essere perfettamente regolare, sicchè ci è anche risparmiato tanto lavoro e comunque è appena doveroso ancora una volta darne atto e notare che, almeno per questi profili, Vercelli torna ad essere una città normale.

***

Ovviamente il bando non può che richiamarsi alle norme di Legge per quanto riguarda la vexata quaestio di quanti Assistenti Bagnanti debbano stare stabilmente a bordo vasca perché sia assicurato un servizio di salvataggio a norma di Legge.

 

La questione è importante non solo né tanto da un punto di vista formale.

Si sa benissimo che, quando ci sono tre persone in vasca, può sembrare un’assurdità che a bordo vasca stiano due bagnini in servizio.

Intanto: a bordo vasca. Non, ad esempio, uno a bordo vasca e l’altro alla cassa, al bar, sempre “in sala macchine”, oppure “un attimo in bagno” e via discorrendo.

Il fatto è che (in questo mondo, poi può essere logico o meno, ma è così) una certa norma prevede che basti un bagnino per specchi d’acqua fino a 400 metri quadri. Elevabili a 500 in caso di due vasche attigue e tra loro ben visibili.

E siccome la storica vasca del 1939 misura 33,3 metri per 21, fa 699,3 e quindi ci vogliono due bagnini.

Perché se no cosa succede?

Succede, intanto (ma potrebbe essere l’aspetto più facilmente conciliabile) uno che paga il biglietto, che rappresenta un sia pur minuscolo contrattino di somministrazione, ha diritto ad avere garantita la sicurezza prevista per Legge.

Se no tanto vale che vada al Sesia.

Ma soprattutto – ed è questo forse l’aspetto più negativo, in caso di inadempimento – in caso di sinistro, l’inosservanza della norma può essere motivo, per la Compagnia di Assicurazione, di sottrarsi all’obbligo del risarcimento.

E allora si scoprirebbe che, per un risparmio di qualche migliaio di euro l’anno, una famiglia, oltre al lutto, può portare anche il danno economico del mancato risarcimento assicurativo.

Per tutte queste cose, si vorrà concedere che il nostro giornale continui a documentare come stiano le cose a bordo vasca, sperando – anche in questo caso, come in quello inerente alla regolarità del bando – che invece ci sia risparmiato tanto lavoro.

***

Ultime, ma non per importanza, le tariffe.

Sono oggetto della gara.

Si parte da una base di 8,50 nei feriali e 11 euro nei festivi.

I concorrenti dovranno dire quale ribasso offrono.

Non ci sono vincoli particolari in ordine alla entità delle agevolazioni per fasce protette, come ad esempio anziani, minori, disabili.

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it