VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 30 marzo 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
15/09/2013 - Cuneo - La Posta

FOSSANO - Ha un deficit visivo e in piscina i suoi occhiali vanno bene solo se indossati nella "vasca grande" - Una lettrice non si capacita della motivazione

FOSSANO - Ha un deficit visivo e in piscina i suoi occhiali vanno bene solo se indossati nella "vasca grande" - Una lettrice non si capacita della motivazione
In piscina

Sabato scorso mi sono recata presso la piscina di Fossano ove sono incappata in una situazione che ritengo assurda, nonché gravemente discriminatoria. Premessa: sono miope e astigmatica in modo asimmetrico da entrambi gli occhi e quindi, dal mattino alla sera, devo far uso di occhiali da vista. Spesso sono solita andare in piscina per passare qualche ora rilassante con la mia famiglia, che comprende anche di una bimba di pochi anni. Purtroppo per me anche in questo ambiente devo far uso degli occhiali da vista. Non ho mai trovato un paio di occhialini da nuoto graduati a me adatti, né utilizzo lenti a contatto. Ho riservato un vecchio paio di occhiali infrangibili e ormai rovinati dal cloro per tale utilizzo, da anni frequento le piscine di Cuneo e zone limitrofe e mai ho avuto problemi….escluso in questo ultimo week end! Ebbene, ero entrata nelle vasca piccola della piscina di Fossano da pochi minuti, ed ecco che mi si avvicina l’assistente bagnanti dicendo che per poter rimanere dovevo togliere gli occhiali… Incredula, ho chiesto la motivazione specificando che per me erano indispensabili. Mi è stato risposto che così era il regolamento e se volevo potevo però accedere, con i miei occhiali, alla vasca grande(!!). La stessa assurda cosa mi veniva confermata alla reception dove mi veniva spiegato che ciò era necessario per evitare che la struttura fosse ritenuta responsabile se fossi stata inavvertitamente urtata in viso da un altro utente.... Allora io chiedo: perché nella vasca piccola non posso rimanere ma in quella grande sì? Se anche fossi urtata da un altro bagnante, la responsabilità sarebbe di chi mi ha procurato il danno, e non della struttura!! Cosa avrei potuto fare, invece di uscire dall’acqua? Rinunciare ai miei indispensabili occhiali? In tal caso, se mi fossi fatta realmente male inciampando o scivolando per il mio deficit visivo, a chi avrei dovuto chiedere i danni se non a chi mi impediva di portare un ausilio a me necessario? Ma allora perché non impediscono a tutti i portatori di occhiali di frequentare qualsiasi luogo pubblico come palestre, discoteche, spiagge o qualsiasi altro luogo in cui si può venire accidentalmente colpiti (e l’elenco sarebbe infinito)? Faccio presente di aver praticato attività sportiva anche a livello agonistico, e mai sono stata allontanata da un campo di gara o da un allenamento perché “portatrice di occhiali da vista”!!!

Lettera firmata

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it