VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 2 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
22/06/2013 - Cuneo - Cronaca

FOSSANO - Individuato dai Carabinieri anziano che molestava quattro bambine 12enni - Per un anno non potrà avvicinarsi a luoghi frequentati da minori

FOSSANO - Individuato dai Carabinieri anziano che molestava quattro bambine 12enni - Per un anno non potrà avvicinarsi a luoghi frequentati da minori
Violenza su minori

E’ una triste storia quella scoperta dai Carabinieri della Compagnia di Fossano ed in particolare dai militari di una stazione dipendente. Infatti la vicenda ha inizio nel mese di novembre dello scorso anno quando alcuni genitori, preoccupati i comportamenti anomali dei loro piccoli figli, quattro bambine di 12 anni si rivolgono ai militari e raccontano che le loro figlie, da tempo, nei tragitti che le stesse fanno giornalmente dalle proprie abitazioni per raggiungere la scuola o i giardinetti pubblici dove vanno a giocare, vengono  avvicinate da un uomo 70  enne che in più occasioni le ha seguite e molestate insistentemente.

Le indagini subito attivate dai Carabinieri e che sono durate sino al mese di maggio scorso, hanno fatto emergere un quadro molto fosco della situazione vissuta dalle povere bimbe: infatti, dai racconti delle minori che nel corso delle indagini sono sempre assistite da personale specializzato, è emerso che l’anziano molestatore aveva letteralmente preso di mira le quattro bambine, tutte 12enni in quanto, in più occasioni si era appostato lungo il tragitto che le bambine facevano per recarsi a scuola o dalle loro amichette  e con dei pretesti si era loro avvicinate insistendo per avere contatti fisici e tentando quasi sempre espliciti approcci che alcune occasioni sono sfociati in baci dati con la forza sulle labbra alle povere malcapitate.

L’esito delle indagini ha portato quindi la Procura della Repubblica di Mondovì ad indagare  il molestatore per l’articolo 609 quater del codice penale ovvero per atti sessuali nei confronti di minore ed a emettere una particolare misura di sicurezza : infatti, l’autorità giudiziaria ha applicato, per la prima volta da quando è uscita la legge ( che è stata approvate solamente ala fine del 2012), un particolare provvedimento restrittivo della libertà personale che vieta, in pratica, all’indagato di avvicinarsi per un anno ai luoghi frequentati abitualmente dai minori e ne limita anche i movimenti e la libera circolazione. La particolarità di tale provvedimento restrittivo della libertà risiede appunto nel fatto che, per la prima volta, è stata applicata la legge 172/2012 che ratifica la convenzione di Lanzarote, strumento legislativo   con il quale si adeguano a livello internazionale le norme dei vari ordinamenti interni degli stati aderenti,   contro lo sfruttamento sessuale dei minori prevedendo l’inasprimento delle pene per tali reati, la creazione di nuove figure di reato quali ad esempio  il grooming (adescamento di minori attraverso internet) e il reato di turismo sessuale, nonchè la creazione di nuove misure di sicurezza e di prevenzione nei confronti dei pedofili.

In particolare, per il caso in esame, la misura di sicurezza applicata del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dai minori è stata imposta in quanto il soggetto, con il suo comportamento, è stato ritenuto essere pericoloso non solo per le singole vittime prese di mira ma anche e soprattutto  per l’integrità fisica e morale generale dei minorenni. Ora il pedofilo dovrà stare lontano da qualsiasi luogo frequentato da minori e dai minori stessi ed ha limitazioni  della libertà di circolazione e di movimento per il paese ed in caso di violazione dell’obbligo restrittivo imposto il molestatore rischia una condanna sino a 4 anni di reclusione. 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it