VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 3 dicembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
13/01/2017 - Vercelli Città - Cronaca

INCHINO DELLA GIUNTA AD AMAZON - Pellegrinaggio di tutto l'Esecutivo a Castel San Giovanni - Segnale pessimo per un esordio che merita altro - Troppe brame sul porcello grasso

INCHINO DELLA GIUNTA AD AMAZON - Pellegrinaggio di tutto l'Esecutivo a Castel San Giovanni - Segnale pessimo per un esordio che merita altro - Troppe brame sul porcello grasso
A Castelo Sangiovanni vedranno come giocano lieti a biliardino i dipendenti di Amazon

( g. g. ) - Martedì prossimo, 17 gennaio, l’intera Giunta Comunale di Vercelli sarà ricevuta dai dirigenti italiani di Amazon a Castel San Giovanni in provincia di Piacenza.

 

Un atto di omaggio che giunge dopo l’altra occasione di incontro, quella nel corso della quale la Giunta (a margine dei lavori del Consiglio Comunale ) ha incontrato la responsabile della comunicazione ed il capo del Personale Italia,

 

Leggi anche:

 

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=70958

 

e che non ha precedenti.

 

Nessuna visita dell’Esecutivo in occasione dell’insediamento di Novacoop, auto in garage anche per Euronics, a casa per Brendolan.

 

In Giunta a Vercelli (il 22 dicembre)  venne a presentarsi il Capo del Personale.

 

Segreto (di pulcinella) assoluto anche sui nomi di chi fosse ricevuto.

 

Un po’ come se fosse possibile che a Palazzo Civico ( che non è ancora una succursale di Seattle ) entrassero persone tutelate dall’anonimato, nemmeno fossero dei Servizi Segreti.

 

E poi ancora.

 

Non si vuole andare oltre, ma il segnale è assai equivoco.

 

Tenuta inutilmente riservata, certo non oggetto di una delle tante e spesso superflue conferenze stampa, l’occasione si presta a molteplici interpretazioni, nessuna particolarmente incoraggiante.

 

E’, intanto, un segnale di subordinazione ben eccedente la cortesia istituzionale

 

Si vuole conoscere come lavori Amazon?

 

Ci sono mille modi alternativi.

 

Si vuole prendere contezze del gusto con il quale i dipendenti possano giocare, nei momenti liberi a calciobalilla?

 

Bastano i filmati di propaganda dell’azienda, generosamente diffusi sul web.

 

https://www.amazon.it/b?node=2606536031

 

***

 

Chissà se ci sarà uno scambio di biglietti da visita in occasione dell’inchino in cui l’Esecutivo si piegherà.

 

Si piegherà senza forse rendersi conto che – rappresentando, almeno sulla carta, tutta la città – fa così forzosamente inchinare secondo una simbologia facile, che capirebbe chiunque e che fa apparire la circostanza come rivoltante, anche chi non vuole inchinarsi.

 

***

 

Se è presto per trarre conclusioni che, tra l’altro, non competono a noi se non dal punto di vista di modesti osservatori delle cose locali, è invece doveroso rilevare come questo segnale di (possibile) subordinazione di una Giunta sempre più scissa dalla città che dovrebbe amministrare sia pericolosamente coincidente con tensioni ormai palesi soprattutto nel Pd.

 

Dove gli appetiti per vedere in qualche modo lottizzate le assunzioni in Amazon non si riescono più a nascondere e si traducono persino in paradossali formule determinate da coefficienti in uso nella Prima Repubblica: da 5 ad otto assunzioni per ogni Consigliere Comunale di Maggioranza.

 

Chissà allora gli Assessori.

 

E se resta qualcosa anche per quelli di opposizione (sempre che, naturalmente, si oppongano con giudizio).

 

***

 

Fantasie?

 

No, forse aspettative immotivate, ma le aspettative ci sono.

 

E diciamo “forse” perché non si è mai vista una aspettativa del tutto fantastica.

 

Si è invece visto che le aspettative possano essere determinate da atteggiamenti equivoci.

 

Magari originati prima di avere raggiunto l’obbiettivo.

 

Perché è sempre vero che la gratitudine sia il sentimento della vigilia.

 

***

 

Insomma, l’era Amazon a Vercelli incomincia, se non nel peggiore dei modi, quanto meno in modo tale da suscitare qualche perplessità soprattutto dal punto di vista del costume.

 

Tra le tante dichiarazioni sarebbe forse bene – ci permettiamo di osservare – che ce ne fosse una non equivoca, più o meno così concepita: Signori cari, non rivolgetevi né alla Giunta, né al Pd, né alla Segreteria del Sindaco per essere assunti in Amazon.

 

Non cercate raccomandazioni perché non ne avrete.

 

Chi vorrà essere assunto mandi il curriculum in azienda, non al Consigliere Tizio e Caio.

 

Si presenti alla selezione senza essere prima passato da qualche sgabuzzo di partito, odoroso di piedi sudati coma la sala d’attesa di una Corte dei Miracoli.

 

***

 

Ecco, si vorrebbe sentire una dichiarazione (più o meno, lasciamo pure stare gli effluvi degli uffici di  gabinetto di questa o di quella personalità) di tal genere.

 

Così, per prenderne atto con fiducia.

 

Come sempre abbiamo attribuito una convinta fiducia per come sono state sin qui condotte, senza indebite commistioni di interessi surrettizi, le trattative per acquisire questo potenziale, grande valore aggiunto per il territorio.

 

***

 

Dello stesso segno – trasparente e netto – sia la fase due.

 

Ogni diverso segnale non potrebbe che rafforzare  la già ormai radicata convinzione che potrebbe essere meglio – in una visione sapiente di “salute pubblica” - non lasciare la fase di “landing” di Amazon a Vercelli ad una politica equivoca, cupida di servilismo e bramosa di lucrare vantaggi indebiti.

 

Un tessuto sociale indebolito da anni di crisi, umiliato dalle prove economiche sopportate con dignità, ma sofferenza, da tante famiglie può essere terreno di coltura per un clientelismo dalla natura antica, ma dalla morfologia nuova.

 

Se ci fossero (ulteriori) segnali idonei a confermare la convinzione che simili indesiderabili dinamiche potrebbero allignare e percorrere la connessione tra una politica di modesto segno anche valoriale e la società vercellese, allora certamente non si capirebbe perché mai si dovrebbe continuare nella artificiale, quando non artificiosa, sopravvivenza di un Esecutivo ( che e se ) fosse permeabile a simili fenomeni.

 

Più rassicuranti per tutti sarebbero le mani di un Commissario che assicurasse un po’ di respiro, di terzietà qualificata; permettesse di “resettare” il campo fino a che le cose fossero decantate e l’Azienda insediata senza condizionamenti reciproci ed ambiguità indesiderabili.


Per poi lasciare di nuovo il timone ad una Amministrazione finalmente, davvero e pienamente legittimata dal popolo, che è sovrano.

 

 

VercelliOggi. it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca:

http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 

https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
Per leggere e commentare anche le principali notizie del Piemonte:

https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it