VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 29 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
21/08/2010 - Saluzzese - La Posta

L’importanza dello Sport - Lettera da Rossana

L’importanza dello Sport - Lettera da Rossana
Attività agonistica, un modo per misurarsi con se stessi

Riceviamo e volentieri pubblichiamo



 


L’importanza dello sport


La lunga estate azzurra è iniziata con il flop della nazionale maschile di Calcio ai mondiali africani , per importanza e attenzione il calcio in Italia assume i connotati di una cartina di tornasole , una specie di barometro del movimento sportivo italiano.


Infatti i livelli dello sport a grandi livelli del nostro paese sono sicuramente in ribasso, i risultati ci sono ancora , l’Inter ha vinto la Champions League di calcio, il Trentino Volley quella di pallavolo , la nazionale di Baseball gli Europei, negli Europei di Scherma abbiamo fatto incetta di medaglie, ma sono episodi sporadici frutto di eccezioni, di isole felici.


I nostri grandi sport di squadra sono in declino ,calcio a parte, la pallavolo dopo la decade d’oro degli anni novanta non raggiunge più il podio in grandi manifestazioni , il basket addirittura rischia di non partecipare alla fase finale degli europei 2011 dopo essere stata fuori da mondiali e olimpiadi, la pallanuoto ha ottenuto agli ultimi mondiali casalinghi uno dei peggiori piazzamenti della storia, hockey prato, pista e ghiaccio navigano a cavallo fra il gruppo A e il gruppo B mondiale , il rugby nonostante i grandi progressi ha raccolto nel 2010 l'ultimo posto al Sei Nazioni.


Non va meglio nell’individuale nell’atletica dopo lo “zero” medaglie dei mondiali 2009, ai recenti europei la comitiva azzurra non ha vinto una medaglia d’oro , emulando l’edizione del 1952 (!!!) nel nuoto a parte qualche fenomeno come la Pellegrini , abbiamo perso quella ledership di movimento che faticosamente ci eravamo costruiti , idem nel tennis dove dopo la Schiavone c’è il deserto e le ultime olimpiadi invernali hanno dimostrato che anche in discipline dove normalmente eravamo una nazione di eccellenza siamo in flessione.


Quale può essere il motivo di tutto ciò? Il taglio dei contributi del Coni alle federazioni sportive ( si parlava del 20% nell’ultima finanziaria) sicuramente ha la sua parte ma personalmente credo che quello che si sia persa il Italia è la cultura sportiva.


Lo sport ha da sempre un ruolo fondamentale in una società, rappresenta l’espressione di un modo di vivere, è l’emblema di una collettività sana nel corpo e nello spirito (anima sana in corpo sano ), i principi e la disciplina sportiva stabiliscono  delle regole che insieme ad altre rappresentano la “segnaletica” ( indicazione etica ) di una civiltà.


Lo sport può rappresentare insieme alla coesione sociale l’antidoto contro le difficoltà e le frustrazioni della vita , la ricetta contro l’emarginazione sociale.


Ma lo sport costa fatica , tanta fatica , e i risultati non sempre la giustificano


Forse oggigiorno nel nostro bel Paese stiamo assistendo proprio ad una crisi di valori anzi ad uno stravolgimento degli stessi, si cerca il facile successo , l’importante è vincere , le regole sono “interpretabili”, manca una disciplina collettiva.


Lo sport quello vero autentico e genuino non ha più un posto 


Dovremmo  insegnare la cultura sportiva nelle scuole esaltando la pratica agonistica non legata esclusivamente al risultato.


Ove non esistenti dovrebbero nascere, soprattutto nei piccoli comuni delle Polisportive per proporre tutte le attività .


Bisogna tornare a stabilire regole e obiettivi chiari esaltando la fatica e l’impegno per rispettarle e raggiungerli. 


Misurarsi con se stessi attraverso l’attività agonistica,  è un esperienza che tutti dovrebbero sperimentare, a volte la sconfitta l’insuccesso, sono formativi  aiutano a limitare i’ egoismo, l’idea della  vittoria a tutti i costi, e insegnano che una  sana competizione è il cardine sul quale si sviluppa una società.


Giuliano Degiovanni – Rossana      


       


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it