VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 9 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
10/11/2019 - Vercelli Città - Pagine di Fede

L'ABBRACCIO DEI CAPPUCCINI A DON CRISTIANO - Nel ricordo di chi non è più con noi, l'impegno a non disperdene l'insegnamento - Appuntamento il prossimo anno a Saluzzo - Auguri a Mons. Marco Arnolfo, che oggi compie gli anni

L'ABBRACCIO DEI CAPPUCCINI A DON CRISTIANO - Nel ricordo di chi non è più con noi, l'impegno a non disperdene l'insegnamento - Appuntamento il prossimo anno a Saluzzo - Auguri a Mons. Marco Arnolfo, che oggi compie gli anni

Don Cristiano, i Cappuccini sempre nel cuore from Guido Gabotto on Vimeo.

La Chiesa Diocesana è la sposa del Vescovo.

Questo indica anche l’anello episcopale di cui è insignito il Pastore di una Chiesa Particolare.

E certamente Mons. Cristiano Bodo ha una sollecitudine e cura pastorale della propria Diocesi, ormai ben note anche oltre i confini del Marchesato, come spesso è chiamato il Saluzzese, facendo memoria dell’antica signorìa dei Del Vasto.

Così, quando torna ai Cappuccini, è un po’ - se si passa la licenza - come se tornasse a casa dei genitori.

Perché la sua casa d’origine è certamente qui.

Qui, nel corso dei 18 anni che l’hanno visto Parroco, è cresciuto ed ha fatto crescere la comunità dei credenti, il popolo di Dio che abita questo Rione così ricco di tradizione, storia, non meno che terra di martiri.

Martiri che hanno illustrato virtù eroiche soprattutto, ma non solo, nella tragica epopea della lotta di Liberazione: la terra ha bevuto il loro sangue, effuso come un dono, da tanti ragazzi, nel buio di una guerra civile.

Inevitabile, quando si ripensa a quei giorni, di cui i Cappuccini portano ancora il segno, dicono di storie ancora narrate da testimoni del tempo, ricordare le parole di Cesare Pavese, all’epilogo de “La Casa in Collina”.

Dice così, della guerra civile:

Io non credo che possa finire. Ora che ho visto cos’è guerra, cos’ e guerra civile, so che tutti, se un giorno finisse, dovrebbero chiedersi – E dei caduti, che facciamo, perché sono morti?

Io non saprei cosa rispondere. Non adesso, almeno. Né mi pare che gli altri lo sappiano. Forse lo sanno unicamente i morti e soltanto per loro la guerra è finita davvero”.

Il fatto che questo pensiero sia ancora oggi di una originale e drammatica attualità, dice che dobbiamo vigilare sempre e certo questo Rione, che pure è quasi l’emblema di una vita laboriosa, che guarda avanti, che non si prede in pensieri astratti, questo Rione non ha mai smarrito la consapevolezza di come sia necessario vigilare sempre.

***

Ma oggi – 10 novembre – si fa memoria insieme a Don Cristiano, che torna a casa, si concede all’abbraccio affettuoso della sua gente, di coloro che sono morti nel corso di quest’ultimo anno.

Ed un pensiero particolare è dedicato ad Andrea Raineri, scomparso proprio nei primi giorni di questo 2019, quel giorno 7 gennaio, quando toccò purtroppo a VercelliOggi.it dare alla comunità sgomenta l’informazione di ciò che era accaduto.

Non paia esagerato se si dice che la città si fermò.

Perché, anche chi ha avuto il privilegio di conoscere Andrea, pur sapendo bene quanto fosse radicata nel comune sentire la percezione del suo valore e della carità che permeava ogni suo impegno, nel lavoro di Educatore, come nel servizio di Pubblico Amministratore e prima di Animatore e Collaboratore della Parrocchia, ebbene, anche chi conosceva bene Andrea non avrebbe potuto immaginare, razionalizzare fino in fondo, quanto la gente lo amasse.

Talvolta, si dice, accade che una morte illustri una vita meglio di una biografia.

E’ stato proprio così.

Oggi, in quella parte della Liturgia che è l’Offertorio, insieme ai doni portati dai Chierichetti, anche due simboli recati al Celebrante da Daniela Mortara e da Andrea Musazzo, entrambi amici fraterni di Andrea Raineri: un cero che arderà ai piedi dell’effige mariana a lui così cara e un reliquiario dedicato a Pier Giorgio Frassati.

***

Non meno emozionante il momento in cui il Vescovo ha benedetto i 45 anni di matrimonio di due suoi parrocchiani e collaboratori, i Coniugi Sarasso, Anna e Luigi.

***

Il filmato che proponiamo riprende integralmente l’Omelia, il ricordo di Andrea e qualche scampolo di questa bella Celebrazione, che racconta di una Vercelli vera e viva, responsabile, consegnata a Dio nei propri momenti di letizia, come in quelli di dolore.

***

L’appuntamento è per il prossimo anno, 8 novembre 2020, quando i parrocchiani dei Cappuccini “restituiranno la visita”, recandosi per un giorno a Saluzzo.

Sarà un’occasione, per tanti, per ammirare il Duomo ed altre bellezze della Chiesa di San Chiaffredo.

***

Infine, ultimo, ma non per importanza, non si può dimenticare di fare gli auguri all’Arcivescovo di Vercelli, Mons. Marco Arnolfo, che oggi 10 novembre compie 67 anni.

Il nostro Arcivescovo ha – in un certo senso – compiuto il tragitto opposto: è vero che arriva da Orbassano, ma è nato a Cavallermaggiore in provincia di Cuneo.

 

CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it