VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 2 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
12/04/2015 - Vercelli - Economia

LA MIA AFRICA - L’On. Luigi Bobba racconta la missione in Mozambico - Dai tempi della diplomazia popolare ai giorni di quella ufficiale- Un pezzo di Vercelli a 800 chilometri da Maputo - Formazione professionale e promozione umana

LA MIA AFRICA - L’On. Luigi Bobba racconta la missione in Mozambico - Dai tempi della diplomazia popolare ai giorni di quella ufficiale- Un pezzo di Vercelli a 800 chilometri da Maputo - Formazione professionale e promozione umana
Estrela do Mar

( guido gabotto) - Guardando a ritroso lungo gli ultimi venti o trent’anni con lo sguardo indagatore della storia in luogo di quello inquieto della cronaca, il tempo trascorso non pare poi molto.

Allora si incominciava a parlare di “diplomazia popolare  illustrando così una nozione appena germogliata, anche se il seme era stato gettato molto prima, forse addirittura da Giorgio La Pira.

Una diplomazia animata dalla società civile, da quella sua parte più motivata ed orientata alla mondialità; una parte capace di “farsi prossimo” anche quando ciò significava quasi assumere il ruolo sempre un po’ paradossale di forza di interposizione tra popoli e governi, affiancando la diplomazia ufficiale e non di rado aprendole la strada, quando non  colmando le buche sul selciato lasciate, non solo metaforicamente, dagli ordigni .

Spesso innervata lungo le direttrici della bimillenaria azione missionaria della Chiesa cattolica, il respiro di questa modalità nuova di pensare le relazioni internazionali non ha mai tradito la centralità dell’uomo, mai pretermessa rispetto alla signorìa degli Stati.

Così non è una sorpresa se, lungo il cammino della Comunità di S. Egidio piuttosto che delle Acli – le prime realtà in Italia a strutturarsi per dare a questa idea una consistenza progettuale capace di durare nel  tempo – troviamo esperienze sempre costruite attorno alla “materia”.

Materia nella quale abita lo Spirito bisognoso di incarnarsi nella vita concreta e quotidiana di uomini e donne. Che a loro volta    Pierre Tehilard de Chardin avava letto in modo certo non superficiale l’insegnamento di San Paolo -  devono, prima di tutto, vivere.

Il Centro di Formazione professionale fondato dalle Acli a Estrela do Mar in Mozambico è un po’ il paradigma di tutto questo.

Ne parlammo già nel 2013 quando l'iniziativa fu presentata a Vercelli per illustrare nuovi progetti e volentieri ripercorriamo l’audiovideo allora prodotto dal nostro giornale che mette in luce (è Michele Lepora in particolare a sottolinearlo)

https://www.youtube.com/watch?v=qIPO03KBhNs

come cambi anche la nozione stessa di formazione per giovani africani i quali si trovano oggi ad essere “consumatori” di tecnologie concepite e prodotte da altri “mondi” rispetto alle quali – per banale che possa apparire – loro devono prima di tutto acquisire la capacità di “riparare i guasti” che possono subire oggetti divenuti ormai di uso quotidiano.

Se si rompe un pc in Mozambico, che si fa?

Senza nulla togliere a Confucio (dai un pesce ad un uomo e lo nutrirai per un giorno; insegnagli a pescare e lo nutrirai tutta la vita) è qualcosa – mutatis mutandis – di più complesso.

***

Protagonista della svolta culturale che portò le Acli “movimento della società civile per la riforma della politica” ad essere di tutto questo anticipatore nel Paese proprio in quegli anni, ora l’On. Luigi Bobba prosegue dai banchi del Governo, della diplomazia ufficiale, un lavoro tuttavia coerente con quelle lontane premesse.

Qualche giorno fa si è recato in missione governativa in Mozambico (dal 7 al 10 aprile scorso) ed appena rientrato racconta per i Lettori di VercelliOggi.itPiemonteOggi.it di come è cambiata questa parte del suo lavoro e di cosa è rimasto, invece, dello spirito che portò le Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani a fondare l’Ipsia, la Organizzazione non governativa grazie alla quale nella missione di Don Pio Bono, ad Estrela do Mar, è stata realizzata una scuola di formazione professionale che si può addirittura avvalere di un albergo – affacciato sull’Oceano Indiano - utile per fare pratica nella didattica dell’accoglienza e dei servizi al turismo.

***

VercelliOggi.it: qual è stato l’obbiettivo di questa visita di Stato in Mozambico?

Luigi Bobba: principalmente quello di rafforzare e allargare la collaborazione tra i due Governi nel campo della formazione professionale e tecnica e dei servizi per il lavoro.

L' incontro centrale è stato quello con il Viceministro del Lavoro Osvaldo Petersburgo durante il quale si sono valutate le strade per avviare un importante programma (denominato  “Pretep” ) con una dotazione finanziaria di 36 milioni di euro volto a creare una filiera di istituzioni di formazione tecnico - professionale nei settori dell' agricoltura e del turismo.

Parallelamente, con lo steso programma si dovrà  sperimentare l' avvio di tre  centri di servizi per l' impiego in importanti città del Paese.

V.O.: come è vista l’Italia dal Mozambico?

L.B.: Ho constatato dai diversi incontri, compreso quello con  la presidente dei Deputati dell' opposizione, quanto la parola dell'Italia sia ascoltata e tenuta in considerazione.

V.O.: una visita regolata da un’agenda molto fitta…

L.B.: Sì, abbiamo avuto incontri con il Viceministro delle Politiche Sociali e con la Viceministro della scienza, ricerca e insegnamento superiore. Particolarmente importante è stato l'incontro con Graca Machel, presidente della Fondazione opere di Comunità.

Graca Machel è figura alquanto nota in Mozambico sia per gli incarichi politici ricoperti in precedenti governi oltre che per essere stata moglie di Nelson Mandela.

La Fondazione che presiede è particolarmente impegnata nello sviluppo di una filiera di centri professionali sul territorio volti a promuovere corsi di formazione brevi per i mestieri di base dell'economia. I diversi incontri sono stati anche l'occasione per verificare quanto il clima politico fosse cambiato dopo le recenti elezioni che hanno portato alla elezione del nuovo Presidente Felipe Giacinto Nyusi. Certamente esistono ancora molte tensioni ma la strada per una pacificazione effettiva degli animi può essere percorsa.

E l' Italia può continuare a svolgere un ruolo importante di supporto al dialogo tra le due principali forze politiche.

V.O.: a che punto sono le “opere” della Comunità di S.Egidio e delle Acli in Mozambico?

L.B.: ho potuto conoscere da vicino lo sviluppo del progetto “Dream” promosso dalla Comunità di Sant' Egidio. L' ambulatorio di Maputo, in collegamento con altri centri nel Paese, assiste più di 10.000 persone sieropositive, in particolare madri incinte onde evitare che il virus venga trasmesso ai bambini che debbono ancora nascere. Infine la visita si è conclusa con un viaggio ad Inhassoro.

V.O.: Inhassoro è un po’ il fiore all’occhiello della esperienza di Luigi Bobba alla presidenza nazionale delle Acli e il Sottosegretario ne parla volentieri. Bobba arriva a Inahssoro, centro situato ad 800 chilometri dalla Capitale del Mozambico Maputo, accompagnato dall’Ambasciatore italiano Roberto Vellano. Nella missione diocesana vercellese operano Don Pio Bono e la missionaria laica Caterina Fassio.

L.B.: ho potuto vedere i progressi fatti dalla Estrela do Mar, la scuola professionale creata dalle Acli insieme con i missionari vercellesi. Dopo 10 anni, sono ormai più di 600 i ragazzi e le ragazze che frequentano i corsi professionali in sartoria, falegnameria, meccanica, elettricità, contabilità e cucina.

V.O.: nel video che pubblichiamo di nuovo in questa pagina si sente dire – siamo nel 2013 – che il Governo del Mozambico chiedeva alle Acli di incentivare ancora gli sforzi.

L.B.: Sì, il governo ha chiesto alla Estrela Do Mar di avviare per il corso di meccanica anche i due ultimi anni in modo da consentire ai ragazzi di conseguire non solo la qualifica professionale ma anche il diploma di scuola media superiore. Ancora, è stato stipulato un accordo con l’Impresa  sudafricana Sasol - che opera nella zona per l'estrazione di gas - per avviare dei corsi brevi di specializzazione nella saldatura e nell'utilizzo di particolari attrezzature elettroniche.

L' Ambasciatore Vellano ha avuto parole di particolare apprezzamento per la qualità delle strutture, dei laboratori e dell'impegno degli insegnanti nel dare una buona formazione ai ragazzi. Insieme, abbiamo anche avuto modo di apprezzare il lavoro dei ragazzi del corso di cucina che ci hanno preparato alcune gustose specialità mozambicane.

V.O.: poi c’è questa vera e propria gemma, un albergo affacciato sull’Oceano Indiano.

L.B.: Sempre con l'Ambasciatore abbiamo anche visitato l' Hotel Escola do Mar, collegato al centro di formazione, e realizzato con il contributo della Cooperazione italiana. L'Hotel si trova proprio in riva all' Oceano  Indiano e offre ai ragazzi l' occasione per fare un tirocinio nei mestieri tipici dell' ospitalità turistico alberghiera.

V.O.: c’è qualche concreta possibilità per giovani vercellesi che volessero svolgere il Servizio Civile alla Missione?

L.B.: ho avuto modo di conoscere i due ragazzi che hanno svolto il servizio civile nella scuola supportando il lavoro degli insegnanti, sviluppando il servizi della biblioteca e promuovendo piccole attività di autoproduzione per contribuire a sostenere economicamente la scuola. Proprio in questi giorni è aperto il bando per selezionare due giovani dai 18 ai 28 anni che vogliono svolgere il servizio civile in un paese estero.

Ipsia, la Ong delle Acli, mette a disposizione due posti proprio per la scuola di Inhassoro.

Chi fosse interessato può cercare sul sito di Ipsia il bando e presentare domanda entro il 23 aprile.

***

Sarà sicuramente una buona esperienza di servizio oltre che un' occasione di formazione personale e di conoscenza di un' altra realtà sociale e di un' altra lingua.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti,  illustrate cliccando questo link:

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

 

 


TAGS:

estrela do mar

luigi bobba

Mozambico

inahssoro

maputo

don pio bono

missione della diocesi di vercelli

CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it