VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
22 May 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
20/02/2019 - Vercelli Città - Cronaca

LETAMAIA DI IREN A VERCELLI - Pino Scaramozzino si rifiuta di rispondere alla Commissione sul viaggio in Trentino: non posso dire con chi ci sono andato - Il Comune sapeva tutto, ma non ho detto niente al Sindaco

LETAMAIA DI IREN A VERCELLI - Pino Scaramozzino si rifiuta di rispondere alla Commissione sul viaggio in Trentino: non posso dire con chi ci sono andato - Il Comune sapeva tutto, ma non ho detto niente al Sindaco
Comune di Vercelli, Sala Giunta, la V Commissione riunita oggi, 20 febbraio

Letamaia di Iren a Vercelli, è ancora peggio di cosa ci si potesse immaginare.

Audizione Scaramozzino from Guido Gabotto on Vimeo.

Oggi ( 20 febbraio )  in Quinta Commissione (Presidente Stefano Pasquino) del Consiglio Comunale di Vercelli il Dirigente dello Sviluppo Urbano e dell’Ambiente, Giuseppe Scaramozzino, si rifiuta di rispondere ai Commissari.

Ammette di avere fatto il viaggio in Trentino per vedere un impianto di biogas, di un’azienda locale.

I Consiglieri, Alessandro Stecco, Michelangelo Catricalà, Luca Simonetti, lo incalzano.

Quando è avvenuto il viaggio?

Dapprima una risposta evasiva: oooh… un anno fa.

Poi forse si rende conto di averla detta grossa: un anno fa, febbraio 2018, era appena arrivato a Vercelli.

Allora consulta un’agenda elettronica: no, era il 25 giugno scorso, alle 15,35.

Diventa preciso – il filmato è eloquente – finchè i Commissari non gli chiedono chi abbia fatto parte della comitiva.

E qui succede l’incredibile – è tutto nel filmato – perché Scaramozzino si rifiuta di rispondere.

Non sta a me parlare a nome di altri.

***

Purtroppo Maura Forte si è ben guardata dal mettere piede in Commissione: avrebbe potuto chiarirlo lei stessa.

Glielo chiederanno nei prossimi giorni i Commissari.

***

Il vero e proprio atto di eroismo Scaramozzino lo compie però poco prima.

Ammette, di fronte ai Commissari, che il Comune sapeva tutto, del progetto Polioli Bioenergy – letamaia di Iren.

Il grazioso progetto per cui gli amiconi di Iren, quelli che non si fa un ballo a palchetto, né la festa di S.Andrea senza che diano il contributo, volevano portare a Vercelli 70 mila tonnellate l’anno di frazione organica dei rifiuti urbani (la sghinga) da tutta la Pianura Padana.

Da fuori.

Perché la provincia di Vercelli produce al massimo 20 mila tonnellate l’anno di sghinga e gli impianti già ora attivi sono largamente eccedenti il fabbisogno.

Quindi noi la nostra roba ce la lavoriamo già qui.

Ma loro volevano portarcene altra da fuori – più di tre volte quella che produciamo noi solo da Iren, cinque volte in tutto.

***

Allora gli amiconi di Iren, proprio mentre portavano a Vercelli l’albero di Natale illuminato da piantare in Piazza Cavour, ci piantavano qualcos’altro al protocollo degli Enti.

Tutti zitti, senza dire una parola a Maura Forte.

Troppo occupati a parlare dell’albero di Natale.

Anche l’ex allievo ora Presidente di Atena Asm non ha detto niente a Maura.

Perché anche Atena Asm aveva tutte le stesse cose dal 21 dicembre, parola di Pino.

E di protocollo certificato.

Ma lui zitto, figuriamoci.

E tocca a Scaramozzino immolarsi: non ho detto niente al Sindaco.

Non ha detto niente nemmeno all’Assessore all’Ambiente, per 32 lunghi giorni, dal 21 dicembre 2018 al 23 gennaio 2019 quando, a bagarre scoppiata sui giornali, il Sindaco manda un comunicato dicendo: apprendo stamane dai giornali" 

Scaramozzino non avrebbe detto niente all'Assessore all'Ambiente (Maura Forte) all'Assessore all'Urbanistica (Maura Forte) e infine al Sindaco, non ha detto niente di una pratica che porta questo titolo : 

La società Polioli Bioenergy Srl intende proporre la realizzazione di un nuovo impianto situato in Comune di

Vercelli, all’interno dell’area industriale (Aiav), finalizzato al trattamento di c.a. 105.000 t/anno di rifiuti organici con

digestione anaerobica, produzione di biogas e successiva

trasformazione con processo di upgrading in Biometano avanzato ai sensi del DM 3 marzo 2018 (1.100 mc/h), con

contestuale produzione di ammendante compostato misto (…)”.

Non dev'essergli sembrato il caso.

.

Come è servita male, il Primo Cittadino.

Con i Dirigenti non gliene va bene una.

Ma infine a Pino sfugge qualcosa che pare lo tradisca.

Perché riconosce: alla Conferenza dei Servizi (l’Organo politico cui partecipano tutti gli Enti, per valutare i progetti) deve partecipare il Sindaco.

La convocazione per la conferenza dei servizi arriva il 21 gennaio: nemmeno il 21 gennaio il Sindaco vede l’invito alla riunione cui (salvo delega) deve partecipare?

Deve aspettare il 23 per saperlo dai giornali?

***

Si scrive oggi una pagina ributtante della storia amministrativa del Comune di Vercelli.

Il Sindaco che non si presenta per rendere conto, mentre, almeno in qualità di Assessore all’Ambiente, dovrebbe farlo.

Scaramozzino che ammette il viaggio in Trentino, ma non vuole rivelare i compagni di viaggio.

Scaramozzino che si contraddice: non ho detto niente al Sindaco, ma poi deve riconoscere che – almeno la convocazione per la conferenza dei servizi – il Sindaco avrebbe dovuto vedersela consegnare.

Atena Asm ed Iren che per 32 giorni nulla dicono sul progetto che farebbe seguito alle osservazioni formulate nel corso del viaggio in Trentino.

Perché Scaramozzino lo dice candidamente: abbiamo rilevato dei limiti in quell’impianto e abbiamo dato indicazioni sulle modifiche da apportare nel caso si fosse voluto presentare qualcosa di analogo a Vercelli.

E poi dice: il progetto presentato da Polioli è molto diverso da quello operativo in Trentino.

Spettacolo desolante, Pubblica Amministrazione casa di Vetro?

Vetri che richiedono un’energica azione per tornare perfettamente trasparenti e cristallini.

 


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Tribunale di Vercelli, n. 11/2009
Piemonte Oggi s.r.l. - P.I./C.F. 02547750022 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it