VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 27 novembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
18/03/2021 - Vercelli Città - Pagine di Fede

LUDOVICO E IL RICORDO DI QUELLA NOTTE, ALLE 3, QUANDO HA VISTO IL NONNO PER L'ULTIMA VOLTA - Nelle parole di un ragazzo straordinario, il senso più profondo di questo 18 marzo - I DUE VIDEO DELLA GIORNATA

LUDOVICO E IL RICORDO DI QUELLA NOTTE, ALLE 3, QUANDO HA VISTO IL NONNO PER L'ULTIMA VOLTA - Nelle parole di un ragazzo straordinario, il senso più profondo di questo 18 marzo - I DUE VIDEO DELLA GIORNATA
L'Arcivescovo di Vercelli, Mons. Marco Arnolfo, saluta alcuni familiari di persone mancate per Covid19

Video 1 - L'incontro a Billiemme - 18 marzo 2021 -


( guido gabotto )  - Un’immagine, di questa prima giornata in memoria delle vittime di Coronavirus, si insinua più di tutte nel cuore.

Siamo davanti alla Chiesa di Billiemme a Vercelli.

Video 2 - La S.Messa alla Parrocchia del Sacro Cuore al Belvedere di Vercelli -

***

Tra pochi minuti, all’ingresso del Cimitero, le Autorità Civili apriranno la cerimonia, sobria, che culminerà con la benedizione impartita dall’Arcivescovo di Vercelli, Marco Arnolfo.

Le parole del Presule sono, integrali, nel primo video che correda questo servizio.

Sono parole semplici e profonde, non convenzionali, capaci di rappresentare la realtà così com’è, senza fronzoli, ma rivelando un’attitudine alla meditazione ed alla preghiera che caratterizzano la spiritualità, tutta mariana, di questo attento e premuroso Pastore.

***

Il momento più toccante, però, è prima.

Siamo ancora nel piazzale antistante l’ingresso del Camposanto.

L’Arcivescovo nota che ci sono alcune persone, tra queste una mamma con i suoi due figli e si avvicina a loro per salutarle.

Non le conosce.

Ma ha capito che sono qui, oggi, a fare memoria, a rendere questa testimonianza.

Con don Marco è facile parlare subito con confidenza.

Hanno perso un loro caro, il Covid si è portato via il loro nonno: il papà della Signora, il nonno dei suoi figli.

L’Arcivescovo li ascolta con grande partecipazione, quasi volesse, in qualche modo, assicurare (si passi la licenza, che è nostra) che il loro nonno – è vero – non è più con loro, ma c’è pur sempre lui, che non li aveva ancora conosciuti, ma già li ama e condivide questo dolore, offrendo la supplenza nell’amore; non dice, sembra voler comunicare: non avete più il vostro nonno, ma ci sono io.

E’ bello pensarlo: del resto, ci sono gesti ed atteggiamenti più eloquenti delle parole.

***

Invitato dalla mamma, prende la parola (anche queste parole sono riproposte integrali nel primo video) Ludovico.

Ludovico è un ragazzo di 15 anni e dice poche cose, ma ci lascia letteralmente a bocca aperta.

E’ la riprova che, oggi, ci sono adolescenti di una maturità sorprendente.

Ha capito molto, se non tutto, della vita e della morte. E l’elaborazione di questo lutto l’ha fatto crescere.

Ha capito che la ricchezza ricevuta dal nonno è negli insegnamenti distillati giorno per giorno, nel corso di questi 15 anni. Ha vissuto questo dolore nella consapevolezza che loro vivono in noi.

Insomma, se il Lettore vorrà ascoltare queste parole, forse potrà con noi concludere che le sofferenze sopportate in questo anno siano state un fuoco capace, purtroppo, di portarsi via la materia, lasciando però che lo Spirito ne fosse liberato, per consegnarsi alla memoria, alla profondità di affetti indelebili e, anche così, alla nostra, ora inseparabile, compagnia.

***

Il secondo video che correda questo servizio propone l’ultimo appuntamento della giornata (in serata ci sarà poi, a cura dell’Amministrazione Comunale, l’illuminazione straordinaria della Chiesa di Billiemme) di questo primo “18 marzo” della nostra storia.

Si tratta dell’omelia dettata da Don Augusto Scavarda, Parroco del Sacro Cuore al Belvedere di Vercelli, a commento delle Letture di oggi ( Es 32, 7-14; Sal.105; Gv 5, 31-47 ).

Oggi in tante parrocchie della Diocesi di Vercelli ed in quella di Novara, ove convergono molte tra quelle valsesiane, si è pregato per tutti coloro che sono mancati nel corso di quest’anno di pandemia.

Sono tutti consegnati al Padre, al suo abbraccio, sicuri che la Madonna abbia fatto quello che molte famiglie, molti figli e figlie, mogli, mariti, non hanno potuto fare: tenere la mano della  persona amata, nel momento del commiato.

Un minuto di silenzio, davanti al Municipio di Vercelli -
Un minuto di silenzio, davanti al Municipio di Vercelli -
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it