VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
12 December 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
15/05/2017 - Vercelli Città - Economia

MA CON CHE CUORE SI VORREBBE RISTRUTTURARE LA PISCINA DI VIA PRATI?! - Quando il privato investe per le stesse cose in Via Vinzaglio? - Ma quale privato? - Il Presidente della Fondazione se non darà i soldi, aiuterà ad ampliare la maggioranza

MA CON CHE CUORE SI VORREBBE RISTRUTTURARE LA PISCINA DI VIA PRATI?! - Quando il privato investe per le stesse cose in Via Vinzaglio? - Ma quale privato? - Il Presidente della Fondazione se non darà i soldi, aiuterà ad ampliare la maggioranza
Cartello di cantiere parco di notizie


( g. g. ) - Dunque è ufficiale.

 

A settembre aprirà la piscina di Via Vinzaglio di cui tanto si è parlato negli anni scorsi.

 

I privati che ne sono proprietari o gestori forse aspettavano di valutare l’ effettiva convenienza dell’ investimento.

 

Oggi pare che si siano risolti.

 

***

 

Sono, naturalmente, cose che devono decidere loro.

 

Perché è assai probabile che in quegli spazi acqua si farà anche una attività di riabilitazione come, del resto, si fa con consensi unanimi già ora in quel Centro, ma ovviamente non in acqua.

 

***

 

Sicchè uno può domandarsi: ma se questi Signori investono per realizzare una piscina che farà anche riabilitazione, come la prenderebbero se si ristrutturasse quella di Via Prati, che sarebbe proprio vocata a fare la stessa cosa?

 

Eh, certo non la prenderebbero tanto bene, è possibile

 

Ma ora possono stare tranquilli e dormire tra due guanciali proprio perché il Comune ha detto a chiare lettere che a Palazzo Civico non gliene può importare di meno di ristrutturare Via Prati.


Sarebbe antieconomico spendervi (dicono tecnici del calibro di Liliana Patriarca e Giuseppe Catalano, alle Commissioni III e IV riunite) circa 900 mila euro.

 

Ma, dice qualcuno: la Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli potrebbe dare un contributo di circa 500 mila euro.

 

E qui persino il flemmatico Presidente della Fondazione bancaria potrebbe alterarsi: ma mi sapete dire come faccio a dare dei  soldi a chi non li vuole?!

 

A me in fondo chiedono di ampliargli la maggioranza, mica i soldi per Via Prati.

 

E che diamine, ha ragione.

 

E da quando in qua le Fondazioni Bancarie non potrebbero occuparsi anche di ampliare le maggioranze: un modo come un altro per dare un aiuto a chi ne ha bisogno.

 

Per leggere i segni dei tempi.

 

Il Comune potrebbe ricevere un contributo di 500 mila euro per ristrutturare Via Prati e non li vuole.

 

E magari ha pure ragione: così almeno potrebbero pensare i privati come Marco Sublimi che stanno operando per la ristrutturazione della piscina privata in Via Vinzaglio.

 

Ma come: con che cuore?!

 

Marco Sublimi (forse, poi vedremo perché ufficialmente non si può sapere) investe in Via Vinzaglio e tu Comune gli faresti la cattiveria di ristrutturare Via Prati?

 

Ma dai?!

 

Ma dove siamo?!

 

Ma questo non è agire per la promozione del Terzo Settore, del Privato Sociale. E magari anche socievole.

 

***

 

Ora un potrebbe domandarsi e domandarci: ma come fai a dire che questo o quello ristruttura di là, ristruttura di là: hai verificato?

 

 Lunedì 15 maggio 2017 - ore 7,45 a.m.

 

E noi a quel punto non potremmo che abbozzare perché il modo che ha uno normale di verificare questo genere di cose è andare a leggere – in primis – il cartello di cantiere.

 

Quel compendio di informazioni che le Autorità, ma soprattutto i Vigili Urbani e il Settore Urbanistica del Comune dovrebbero non dormirci la notte per vigilare che fosse sempre esposto, ben visibile e preciso nelle informazioni.

 

Troppe le responsabilità che gravano su un luogo di lavoro come un cantiere per trascurare di sapere sempre chi sia – ad esempio – il responsabile della sicurezza.

 

Chi progetti l’opera.

 

Se tutto sia in regola con i permessi.

 

E noi mica possiamo dire cose del tipo: ma ci hanno riferito che qualche giorno fa il Prof. Sublimi bazzicava insieme ad un altro un po’ più anziano di qua e di là.

 

Ma suvvia.

 

E allora siamo andati a vedere questo benedetto cartello di cantiere, anche perché lì dovrebbe esserci scritto il committente, il nome delle Imprese operanti e via discorrendo.


Dovrebbe – condizionale – in che senso?

 

Nel senso che il cartello di cantiere applicato al cancellone grigio è – per dir così – parco di informazioni.

 

Uno meno educato direbbe che non ci sia scritta una beneamata fava di niente.

 

Ma si vede che al Comune sta bene così, che diamine.

 

E se sta bene così al Comune che dispensa patenti di eticità all’ Avv. Carlo Olmo (in altro articolo il caso della palestra di Via Forlanini) noi che possiamo dire?!

 

***

 

Comunque questo cartello di cantiere ci dovrà essere quanto prima, anche con le parole scritte sopra.

 

***

 

Perché, insieme alle parole, dovranno quindi comparire anche le date dei documenti autorizzativi.

 

E per una ragione molto semplice.

 

Infatti ha meravigliato non poco e non pochi il fatto che

 

Leggi anche:

 

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=72616

 

http://vercellioggi.it/dett_news.asp?id=72762

 

si fosse convocata a fine marzo scorso in tutta fretta la riunione delle Commissioni III e IV del Consiglio Comunale, per comunicare ciò che gli Uffici avevano deciso sul futuro dell’impianto di Via Prati.

 

Anche perché quella riunione non era ciò che era stato deciso dal Consiglio tutto, votando – unanime – la mozione che avrebbe previsto studi seri sul futuro della struttura, prima di stabilire cosa farne.

 

Ma quali studi seri?!

 

Ma non ci sono nemmeno i soldi per gli studi seri.

 

***

 

Senonchè adesso devono ( dovranno, dovrebbero ) saltare fuori le carte che autorizzano i lavori in Via Vinzaglio.

 

E se fosse che – esaminando le date delle carte, i numeri di protocollo – i privati avessero deciso solo dopo la riunione della Commissione?

 

Oppure che la riunione della Commissione sia giunta – con quella frettolosa convocazione e difforme da quanto deliberato dal Consiglio – a mettere la pietra tombale sull’impianto pubblico dopo avere visto (negli Uffici dove si ricevono le istanze di autorizzazione ad eseguire le opere) che il privato voleva agire in proprio e nella propria struttura e – verosimilmente – per i propri interessi?

 

Interessi che sono leciti, ma non sono certo quelli della Pubblica Amministrazione.

 

***

 

Insomma, questo è proprio uno di quei casi in cui il cartello di cantiere deve esserci e deve essere compilato a puntino, perché è il punto di partenza per un esame completo ed oggettivo della situazione e della tempistica.

 

***

 

Poi si vedrà che Marco Sublimi non è certo sconosciuto al Comune ed a quegli Amministratori che chiesero al gestore della piscina olimpionica di Biella (la società di Sublimi) se convenisse o no avere anche a Vercelli una vasca coperta da 50 metri.

 

Poi si vedrà che di sicuro Sublimi (già Presidente regionale della Federazione Italiana Nuoto) è buone relazioni con il canuto youtubber Paolo Pettene, componente in quota Uisp del Sit (Settore Istruzione Tecnica) della stessa Federazione.

 

Insomma, da quel cartello di cantiere si vedranno un po’ di cose.

 

E, appunto, chi vivrà, vedrà.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it