VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 19 ottobre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
28/01/2013 - Cuneo - Cronaca

MONDOVÌ E SALUZZO - Turisti e visitatori in trepidante attesa per le sfilate dei carri allegorici

MONDOVÌ E SALUZZO - Turisti e visitatori in trepidante attesa per le sfilate dei carri allegorici
Una delle passate sfilate

l Carnevali di Mondovì e di Saluzzo sono due tra i più rappresentativi del territorio della provincia di Cuneo. Entrambi di origini antiche, raccolgono ogni anno migliaia di turisti e visitatori grazie alla maestosità delle sfilate dei carri allegorici ed ai numerosi eventi collaterali che vengono proposti a cornice della manifestazione. Le origini del Carlevè 'd Mondvì, (in dialetto piemontese), risalgono al sedicesimo secolo. Figura principale della kermesse carnevalesca è il Moro. La leggenda, poco rispettosa della storia, racconta che l'ultimo re saraceno in lotta con l'imperatore Ottone I trovò rifugio presso la torre saracena di Barchi di Eca Nasagò nei pressi di Garessio. Il Moro offrì ospitalità alla figlia dell’imperatore, Adelasia, fuggita dal palazzo paterno per amore di uno scudiero, tale Aleramo. Quando l'imperatore stava per sconfiggere il Moro la ricomparsa della figlia lo indusse a perdonare tutti quanti e non solo: anche a concedere al Moro nei giorni di Carnevale la signoria sul monte su cui sarebbe sorta Mondovì. Altro personaggio è quello di Laura Bressani, la nobildonna che, secondo un'altra leggenda, avrebbe salvato la città dall'assedio del Moro conquistandolo e consegnandogli le chiavi della città, ma solo per i giorni del Carnevale. Dal 1950 un'altra figura anima il Carnevale della città: è la Bela Monregaleisa, la più bella fanciulla del popolo eletta ogni anno e celebrata nei giorni di festa. Novità dell'edizione 2013 è l'incontro che il Carnevale monregalese celebra con Purim, il carnevale ebraico. Questa unione è molto profonda soprattutto per il rapporto tra la città di Mondovì e la comunità ebraica che si esprime in una figura molto importante per la città: Marco Levi (1910-2001). Direttore della celebre fabbrica della ceramica, per quarant’anni è stato “l'ultimo ebreo di Mondovì” diventando così il simbolo stesso della antica e secolare presenza ebraica del Monregalese, di cui oggi restano tracce vive nella Sinagoga in via Vico e nella collezione di ceramiche custodita presso il Museo di piazza Maggiore. Sabato 2 febbraio: Il Carnevale di Mondovì si incontra con il Carnevale Ebraico, anche chiamato Festa delle Sorti, offrendo ai visitatori l'occasione di conoscere questa antica tradizione. Alle ore 17, presso Mondovicino Outlet Village, viene letto il Rotolo di Ester, libro contenuto nella Bibbia ebraica. A seguire Cena di Gala in onore del Carnevale ebraico presso Il Ristorante Villa Nasi a Mondovì. Domenica 3 febbraio: Dalle ore 14.30 sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati con partenza da Mondovì Breo. Lunedì 4 e martedì 5 febbraio: Dalle ore 21.30, presso il Teatro Baretti, Lo Zecchino...Moro, concerto delle più belle canzoni di Carnevale interpretate dai cori delle scuole primarie.



Guarda il pdf per avere maggiori informazioni

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it