VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
23 November 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
07/11/2017 - Vercelli Città - Enti Locali

NUOVA GOVERNANCE DI ATENA: IL COMUNE DA SOLO NON CE LA FA E NOMINA L'AVV. EDOARDO ANDREOLI - Difficile credere che tutto passerà sotto silenzio - I rapporti tra Comune e Iren ormai sono troppo sotto i riflettori

NUOVA GOVERNANCE DI ATENA: IL COMUNE DA SOLO NON CE LA FA E NOMINA L'AVV. EDOARDO ANDREOLI - Difficile credere che tutto passerà sotto silenzio - I rapporti tra Comune e Iren ormai sono troppo sotto i riflettori
Edoardo Anreoli, il primo a destra

Et volià il gioco è fatto.

O, almeno, credono.

Perché fino ad ora si è parlato di tante cose, si sono dette anche cose giuste, ma si teneva in serbo questa, che è la vera posta in gioco.

La parte, almeno, più importante per la gestione di Atena

Ma andiamo, come sempre con ordine.

***

Che succede?

Come si ricorderà nel Consiglio Comunale di luglio scorso nel quale si dovette ritirare la prima bozza di deliberazione sulla nuova governance e sul nuovo nome di Atena, ci si diede tutto sommato l’arrivederci a settembre.

Poi tra settembre ed ottobre di cose ne sono successe, c’è stata di mezzo la deliberazione sull’acqua, su diverse questioni la maggioranza residua si è sfaldata e via discorrendo, ma soprattutto in occasione del Consiglio Comunale di fine luglio scorso era da poco rientrato in carica come Assessore alle Partecipate ed al Bilancio, Andrea Coppo.

***

Ma la revisione degli assetti organizzativi di Atena tra Comune e Iren restava sempre lì da fare.

Ed allora incominciarono, tra le Opposizioni, a farsi largo i dubbi, nati per la posizione dubbia emersa da parte della Giunta sulla effettiva volontà del Pd di rientrare in possesso dell’acquedotto.

Ma da lì nacquero un po’ tutte le perplessità.

Ufficialmente la delibera fu ritirata perché qualcuno aveva avuto la brillante idea di ribattezzare come “Ireti Vercelli” la attuale Atena, sicchè il nome storico sarebbe rimasto solo in capo da Atena Trading.

Poi altri ebbe l’idea di ribattezzarla come Asm, tornando alla versione che ricorda quella vintage, di Aasm.

***

Apparenze.

Il vero problema, come dice la determina del sempre plurionerato Silvano Ardizzone (cumula sempre i tre stipendi di Ragioniere Capo, Direttore della Farmaceutica e Ragioniere Capo del Covevar e vedremo perché non potrà certo essere questa Giunta a togliergliene nemmeno uno) è la governance, cioè chi comanda ed in che modo esercita il potere aziendale, con il beneplacito dei Soci, quindi anche del Comune.

Allora che fa il Comune?

Dice: guardate, la materia è troppo complessa, voglio farmi assistere da un Avvocatone esperto.

Ed è qui che Silvano Ardizzone, senza fare una piega, si determina come di sicuro farebbe piacere sentire dire alla Giunta: ma sì, faccio che nominare, tutto di mia iniziativa, perché ci sono arrivato da solo, perché guai anche solo a pensare che abbia dato ascolto a questo ed a quello, proprio l’Avvocato Edoardo Andreoli.

E lo fa con la determina dirigenziale che alleghiamo al presente articolo - appena qui sotto - comparsa fresca fresca oggi all’Albo Pretorio del Comune, quindi chiunque se la può andare a leggere.

http://piemonteoggi.it/pdf_news/07112017171554_ANDREOLI.pdf

***

Il problema è che ormai le arie nell’ambito del Consiglio Comunale sono talmente mutate e sono diventate una vera e propria bufera nei confronti di Iren e Atena, che l’illustre professionista rischia di apparire non come il professionista del Comune, ma della Giunta e soprattutto del Pd.

Un po’ come avvenne per il canuto youtubber a proposito delle piscine.

Ingaggiato dal Comune, finì per girare i filmini con i quali spiegava perché aveva attaccato il padrone dove voleva l’Asino.

***

Insomma, il rischio che si ripeta il nefasto giochino va comunque scongiurato.

Sarà difficilmente accettabile, da parte dei Consiglieri, sentirsi – un domani – dire a proposito di scelte politiche eventualmente opinabili: ma l’ha detto l’Avv. Andreoli, come vi permettete di dubitarne!?

***

Bisogna ricordare un divertente siparietto del Consiglio Comunale di settembre nel corso del quale Alessandro Stecco che si era sbagliato a dire una parola a proposito di Advisor, si era sentito una intemerata da procurare i liviti: ma non sa – Stecco – che l’Advisor si sceglie con un bando?! Ma dove siamo?! Questa si chiama concussione?!

***

In realtà lo spirito dell’eccezione del Consigliere, nel corso di una riunione assai tesa per la questione dell’acqua pubblica, era proprio questo: non si può nominare, al punto in cui siamo, un solo Avvocato.

Poi si faranno gli esercizi di belle lettere dicendo che Ardizzone è a sua volta tecnico e questo nessuno lo nega.

Una tecnica inarrivabile.

Però – visto che la scelta del Legale, che costa solo 20 mila euro – si fa senza ricorrere a bando pubblico, magari sarebbe bene prendere in considerazione l’eventualità di averne due, di Legali.

Perché una cosa è ormai chiara: è molto difficile che le cose possano procedere come prima.

Ma ecco il testo della determina di Ardizzone.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it