VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 28 novembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
28/07/2013 - Vercelli Città - Cronaca

PIEMONTE - Ondate di calore: ecco i consigli utili del Dottor Pier Giorgio Fossale - In questi giorni di solleone, al Pronto soccorso di Vercelli diversi casi di depressione e ansia

PIEMONTE - Ondate di calore: ecco i consigli utili del Dottor Pier Giorgio Fossale -  In questi giorni di solleone, al Pronto soccorso di Vercelli diversi casi di depressione e ansia
Bere tanta acqua, almeno due litri e mezzo al giorno


(s.tre.) - Il Piemonte soffoca sotto il peso di Caronte, che porta con sé un'afa record. Questo però potrebbe tradursi in situazioni drammatiche soprattutto per gli anziani e i bambini. Anche i giovani o gli adulti, però, devono fare attenzione, soprattutto se si hanno patologie cardio-circolatorie. Dato che -come diceva anche un noto spot pubblicitario- “Prevenire è meglio che curare”, è bene parlare con chi si intende delle misure di prevenzione. Il Dottor Pier Giorgio Fossale, medico condotto e Presidente dell’Ordine dei Medici di Vercelli, ha gentilmente riassunto per i nostri lettori: “I consigli contro il caldo”. «E’ importante – specifica il medico- bere tanta acqua, almeno due litri e mezzo al giorno. Prediligere i cibi leggeri, frutta e verdura. Evitare di uscire nelle ore più calde, quelle centrali del giorno, quindi dalle 11 alle 18 circa e consiglio agli anziani di non stare da soli. Riunitevi con amici, chiacchierate in luoghi chiusi (ma è importante che spesso vengano aerati) davanti ad un ventolino che è molto meglio dell’aria condizionata. Vestirsi con abiti leggeri senza eccessivi sbalzi di temperatura. Bisogna essere prudenti con l’uso di medicinali, che sono da assumere solo se prescritti dal dottore». In questi giorni di caldo, la Responsabile del Pronto soccorso dell’Ospedale Sant’Andrea di Vercelli, Dott.ssa Roberta Petrino, ha rimarcato: «Non si sono registrati fino ad ora casi di disidratazione o il cosiddetto “colpo di calore”, ma l’affluenza è notevole perché in molti si procurano piccoli o grandi traumi a seguito di escursioni o bagni in piscina. In più i soggetti “fragili”, con queste elevate temperature, hanno peggioramenti e scompensi notevoli». Insomma, ansia e depressione vanno a braccetto con il cocente solleone.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it