VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 27 maggio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
28/05/2018 - Vercelli Città - Cronaca

POLIZIOTTI AD AMPIO RAGGIO, CAPACI DI UN VERO GIOCO DI SQUADRA - Non sono secondi a nessuno...tantomeno 'Secondini' - La relazione del Comandante Paola Bussoli entusiasma gli Agenti di Polizia Penitenziaria nel giorno del 201° Annuale - VIDEOGALLERY

POLIZIOTTI AD AMPIO RAGGIO, CAPACI DI UN VERO GIOCO DI SQUADRA - Non sono secondi a nessuno...tantomeno 'Secondini' - La relazione del Comandante Paola Bussoli entusiasma gli Agenti di Polizia Penitenziaria nel giorno del 201° Annuale - VIDEOGALLERY

VAI AL VIDEO CHE PROPONE:

- FOTOGALLERY - INTEGRALE DEI DISCORSI

DEL COMANDANTE PAOLA BUSSOLI E DEL DIRETTORE DELLA CASA CIRCONDARIALE, TULLIA ARDITO 

- CLICCA DIRETTAMENTE SULL'ICONA QUI SOTTO PER IL VIDEO


Importanza e spessore delle attività investigative condotte nell’ultimo anno.

Capacità di fare un gioco di squadra che mette in rilievo tutte le attitudini delle risorse umane impegnate in questo non facile lavoro.

O, con una metafora forse più suadente, pur tra le mura di un Istituto di pena, essere come un’orchestra capace di rendere armonico in un unicum persino seducente, il suono di vari strumenti e l’originalità di tanti solisti, preparati e tutti orientati al risultato comune.


Vola alto nella propria relazione introduttiva, il Comandante di Reparto della Polizia Penitenziaria di Vercelli, Commissario Capo Paola Bussoli, venerdì scorso alla Festa del Corpo che si tiene nel 201.mo annuale di fondazione.

Siamo lieti di potere offrire l’intergale nella videogallery che correda l’articolo ed anche qui sotto in pdf,

Guarda il pdf:

http://piemonteoggi.it/pdf_news/28052018165311_201ANNUALE.pdf :


per una lettura del testo scritto che merita davvero, anche per cogliere le tante iridescenze, ciascuno – non è difficile indovinarlo – destinata a toccare la particolare sensibilità dei vari destinatari dei tanti “messaggi” contenuti in questo testo.

Messaggi che sicuramente rafforzano quello che è forse il principale merito e risultato di questo intervento: stimolare e motivare un senso di appartenenza, un’adesione alla “mission”, che coinvolge tutti i coloro che “vivono” quotidianamente il carcere, senza avere mai subito una condanna.

Sicchè non meraviglia quella battuta che arriva dopo avere illustrato anche le novità dal punto di vista investigativo (dalla prevenzione della radicalizzazione e proselitismo dell’integralismo religioso, fino alle nuove procedure di rilevazione del Dna di alcuni soggetti: sono un contributo prezioso al lavoro di altre specialità e Corpi delle Forze dell’Ordine) “Ci riteniamo Poliziotti ad ampio raggio (…) è per questo che non ci sentiamo secondi a nessuno e tantomeno…Secondini, come spesso veniamo etichettati dagli Organi di stampa”.

Scroscerebbe anche l’applauso, lo notiamo da tante espressioni di chi è schierato con i colleghi, ma la circostanza non lo permette.

Insomma, sia in pdf, sia in audio video, un discorso che merita leggere o ascoltare con attenzione e non solo per gli addetti ai lavori.

Anche per i Lettori comuni: si tratta di un lavoro difficile, che richiede una elevata componente vocazionale.

***


Dopo il Comandante Bussoli ha preso la parola il Direttore del Carcere, Tullia Ardito: anche questo intervento è integrale in audio video.

Il Direttore ha messo l’accento su aspetti più “esterni” al mondo carcerario già illustrato dal Comandante, per evidenziare soprattutto la sfida professionale costituita dalle innovazioni dell’Ordinamento, mirata alle cosiddette misure alternative alla pena detentiva: l’esecuzione penale esterna.

Il compito dell’Ordinamento – ha ricordato la Signora Ardito – non è solo la sorveglianza, ma soprattutto la conoscenza della persona detenuta.

E’ indispensabile richiamare ed attualizzare l’art. 5 della Legge istitutiva della Polizia Penitenziaria: la partecipazione alle attività di osservazione e rieducative dei detenuti.

Il carcere di Vercelli, già dal 2013, ha scelto di aprire ( ovviamente, all’interno della struttura,ndr  ) tutte le Sezioni per circa 9 ore al giorno per consentire.

Ciò che conta è non smarrire mai il senso ultimo della irrogazione della pena: tentare il recupero del soggetto che ha subito la condanna, per un reinserimento nella società che eviti la recidiva.

***

Atteso anche il momento della attribuzione delle benemerenze al Personale distintosi per attività d’Istituto o per i raggiunti limiti della quiescenza.

Tutte le immagini nella videogallery che apre l’articolo

Si tratta di:

CROCE DI BRONZO PER ANZIANITA' DI SERVIZIO

  •  Ass.te Capo Coord. PELLEGRINO Andrea

  •  Ass.te Capo MAZZARIELLO Michele

 

 

 

CROCE D’ ARGENTO PER ANZIANITA' DI SERVIZIO (30 anni)

  • Ass.te Capo Coord. CASTIGLIONE Salvatore

  • Ass.te Capo Coord. GUELI Roberto

 

MEDAGLIA DI BRONZO PER LODEVOLE SERVIZIO

 

       Ass.te Capo Coord. NICASTRO Francesco

 

MEDAGLIA D'ARGENTO PER LODEVOLE SERVIZIO

  • Ass.te Capo  VASSALLO Anna

FOGLIO DI CONGEDO AL PERSONALE DEL CORPO IN QUIESCENZA

 

  • Ass.te Capo GIANNOTTA Di Maio Rosa Anna

  • Ass.te Capo AMSICORA Santino

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it