VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 19 ottobre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
18/01/2016 - Lungosesia Ovest e Baraggia - Cronaca

POLIZIOTTI EROICI SI TUFFANO NELLE ACQUE GELIDE DELLA SESIA PER SOCCORRERE I FALLOCEFALI IN LAND ROVER - Hanno tentato di attraversare il fiume sul Defender - Poi sono stati presi dal panico

POLIZIOTTI EROICI SI TUFFANO NELLE ACQUE GELIDE DELLA SESIA PER SOCCORRERE I FALLOCEFALI IN LAND ROVER - Hanno tentato di attraversare il fiume sul Defender - Poi sono stati presi dal panico

Un misto tra incoscienza, eroismo e miracolo quello accaduto nella nel tardo pomeriggio di domenica 17 gennaio, lungo le rive del fiume Sesia.

L’incoscienza è di chi ha cercato di attraversare il fiume Sesia con la propria automobile, un Land Rover, rimanendo bloccati al centro del fiume e travolti dalla corrente.

L’eroismo è stato degli Agenti della Polizia di Stato, subito occorsi sul posto, che non hanno esitato un attimo nel tuffarsi nelle correnti gelate del fiume per salvare la vita agli occupanti del veicolo.


Il Defender è un ottimo fuoristrada ma non è un anfibio

 

 


Il miracolo è nel buon esito dell’operazione che ha permesso di salvare la vita a tutti i passeggeri a bordo del veicolo.

I fatti. Erano circa le 18 e 30 quando arrivava una chiamata alquanto confusa al 113 da parte degli occupanti di un veicolo bloccato nelle acque del fiume Sesia in balia della corrente. Si tratta di due uomini, di 45 e 58 anni, entrambi di Vercelli, che con due cani di grossa taglia e a bordo di una Land Rover avevano cercato di attraversare il fiume nei pressi di Caresanablot. Giunti al centro del fiume l’automobile si è bloccata e l’acqua ha invaso l’abitacolo della vettura fino all’altezza dei finestrini.  A questo punto il conducente ha chiesto aiuto alla Polizia di Stato.

Guarda anche il primo lancio di ieri:

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=VOLEVANO_FARE_&id=66010&id_localita=2 


L’operatore preposto al 113 con non poca difficoltà riusciva così a ricostruire l’esatta posizione del veicolo ed anche le pattuglie su strada hanno avuto diversi problemi nel raggiungere il punto esatto dell’incidente considerate le scarne informazioni fornite dai maldestri avventurieri, il buio e la strada dissestata. Giunti sul posto gli agenti della squadra ‘Volante’ e gli operatori della polizia stradale hanno capito subito che c’era da attivarsi immediatamente poiché il veicolo risultava palesemente traballante  e rischiava seriamente di essere trascinato dalle acque del fiume.

Ed ecco l’ingegno di chi lavora costantemente sulla strada: hanno agganciato la vettura con una corda uncinata, garantendo così la stabilità dell’auto.E’ stato a quel punto che il conducente, nonostante l’invito degli operatori a restare fermi in auto,  preso dal panico e dalla paura scendeva dall’auto aggrappandosi alla corda per guadagnare la riva. La corrente del fiume lo stava per portare via quando un operatore della locale Questura ed un altro della polizia stradale non hanno esitato un attimo a tuffarsi nelle acque gelide del fiume Sesia per ricondurlo a riva mentre altri operatori tenevano una corda tesa per favorirne la risalita. A complicare il tutto la mole dell’uomo e le condizioni di salute del soggetto, invalido civile ed in evidente stato di ebbrezza alcolica. Ciononostante il salvataggio dell’uomo andava a buon fine così come il salvataggio dell’altro uomo, peraltro cardiopatico, grazie agli operatori dei Vigili del Fuoco, nel frattempo intervenuti, che a bordo di un gommone conducevano a riva il passeggero e i due animali infreddoliti ed impauriti. Giunti a riva sono state prestate subito le prime cure del caso, cercando di riscaldare i due soggetti immersi nelle fredde acque del fiume da almeno 40 minuti.

Mentre i due uomini sono stati trasportati in ospedale per ulteriori approfondimenti clinici, i due cani venivano affidati al canile comunale.

L’incoscienza dei due, spiegata ma non giustificata dallo stato di ebbrezza del conducente, ha rischiato di trasformarsi in tragedia e solo il gesto eroico degli agenti della Polizia di Stato intervenuti ha permesso un salvataggio che ha del miracoloso, testando il coraggio e la bravura degli agenti.

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it