VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 28 ottobre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
29/04/2021 - Vercelli - Cultura e Spettacoli

PREMIO SCUOLA DIGITALE 2020-2021- FASE PROVINCIALE VERCELLI - Una sfida tra scuole che ha emozionato, coinvolto e interessato tutti coloro che hanno partecipato all’incontro

PREMIO SCUOLA DIGITALE 2020-2021- FASE PROVINCIALE VERCELLI - Una sfida tra scuole che ha emozionato, coinvolto e interessato tutti coloro che hanno partecipato all’incontro

In diretta streaming sul Canale You Tube dell’ Istituto  di Istruzione Superiore “Camillo Cavour” il 28 Aprile si è svolto l’evento “Premio Scuola Digitale 2020-2021- Fase provinciale Vercelli”.

Perfetta l’organizzazione della manifestazione, che ha visto in gara scuole del primo e del secondo ciclo di Istruzione.

Una sfida tra scuole che ha emozionato, coinvolto e interessato tutti coloro che hanno partecipato all’incontro.

Siamo nell’era del digitale: la DaD ha offerto una nuova opportunità, quella di integrare la didattica tradizionale, e l’evento che ha coinvolto la nostra scuola oggi ne è un’ eloquente dimostrazione.

La DaD non  va subita, ma  bisogna puntare  su forme e  modi utili per aprire nuovi orizzonti a studenti, docenti e a tutta la comunità scolastica.

Il “Premio Scuola Digitale” (PSD) mette in evidenza i punti di forza di un nuovo modo di fare didattica che ben si integra con la pratica quotidiana.

I ragazzi, gli insegnanti e tutti coloro che hanno partecipato e collaborato alla realizzazione di questo momento sono da ringraziare per l’impegno, per la creatività, per le competenze tecnologiche acquisite e utilizzate per produrre veri e propri ‘capolavori’.

Dopo i  video-messaggi del Presidente della Provincia di Vercelli, Eraldo Botta, e della dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Concetta Parafioriti, Anna Nervo, a nome dell’EFT Piemonte ha svolto il primo intervento di una mattinata ricca di piacevoli sorprese.

Dalla regia dell’Istituto “Cavour” il dirigente scolastico Paolo Massara ha aperto con entusiasmo un’interessante mattinata e con lui tutto il team dell’Istituto, che da mesi ha lavorato  per la realizzazione della manifestazione in modo encomiabile.

Il digitale è un mondo amato da ragazze e ragazzi: grazie al PSD si sono messi in gioco e, con competenza, hanno dimostrato che “tocca a loro” pensare al futuro.

Tante le tematiche affrontate nei lavori delle varie scuole che hanno vissuto una sana competizione in cui c’è stata un’osmosi, uno scambio di vedute, di progetti messi tra loro in relazione.

Un applauso quindi a tutti i partecipanti, ai bambini e ai ragazzi che hanno realizzato i lavori e li hanno presentati a distanza, accompagnati dai loro insegnanti.

Il professor Massara ha fatto l’appello come è tradizione nella scuola, quando si entra in classe, quando si entra in contatto con la presenza degli studenti, presenti a scuola, presenti alla vita, presenti al futuro, il nostro futuro.

Ed ecco le scuole del primo ciclo di Istruzione partecipanti: Istituto comprensivo “S. Ignazio da Santhià” di Santhià, Istituto comprensivo “B. Lanino” di Vercelli, Istituto comprensivo “Don Evasio Ferraris” di Cigliano, Istituto comprensivo di Trino, Istituto comprensivo “Galileo Ferraris” di Livorno Ferraris, Istituto comprensivo “Rosa Stampa” di Vercelli, Istituto comprensivo “Galileo Ferraris” di Vercelli, Istituto comprensivo di Borgosesia, Istituto comprensivo di Varallo.

Bravissime le allievi della classe III A Servizi socio-sanitari (fuori concorso) che tra una scuola e l’altra hanno intrattenuto il pubblico con una storia da loro inventata, la storia di ROBLOT, il Robot con due B!

Tra le tematiche trattate nei lavori l’ecologia, la digitalizzazione delle fiabe, l’inclusione, il ricordo della Shoah, da non dimenticare  mai, la scuola da casa, la voglia di “voltare pagina”, una bella filastrocca  per “tutti quanti” di Gianni Rodari in digitale scandita dalla metrica, un viaggio ideale e virtuale in Olanda…

Dopo ogni presentazione la Giuria ha rivolto agli studenti alcune domande su quanto prodotto.

L’entusiasmo è contagioso e i risultati fanno ben sperare in questi giovani che hanno dato il meglio di sé.

Il Premio digitale infatti promuove le eccellenze a scuola.

Il verdetto e la premiazione sono stati difficili per i giurati che hanno dovuto valutare lavori davvero ‘tutti ben fatti’.

La giuria per le scuole del primo e del secondo ciclo di Istruzione  era composta da cinque componenti, esperti di tecnologie didattiche e rappresentanti delle Istituzioni del territorio.

Hanno avuto l’arduo compito di stilare una classifica Anna Alessandra Massa dell’Ufficio Scolastico Regionale, referente del Piano Nazionale Scuola Digitale, Gianna Poletti, consigliere comunale di Borgosesia e delegata provinciale, Anna Maria Franceschinis, docente all’Università del Piemonte Orientale, Maria Paola Cometti, responsabile del Servizio promozione economica, mediazione e sviluppo nuovi servizi della Camera di Commercio, il professor Enrico Gallotto dell’Equipe Formativa Territoriale del Piemonte.

Dopo un’accurata analisi dei prodotti delle scuole, la Giuria ha proclamato il vincitore!

Sul podio l’Istituto comprensivo “S. Ignazio da Santhia’” con il Progetto “Alla scoperta del coding unplugged”  (punti 47 su 50).

Sarà la scuola di Santhià ad accedere alla fase regionale a Torino e a rappresentare la nostra Provincia.

Alla scuola vincitrice un buono di mille euro per lo sviluppo del progetto.

Al secondo posto si è classificato l’Istituto comprensivo di Trino vercellese con il Progetto “Per non dimenticare” (punti 46.25 su 50).

Terzo classificato l’Istituto comprensivo di Livorno Ferraris con il Progetto “Ludus”(punti 42.50 su 50).

Gli istituti classificati al secondo e terzo posto sono stati premiati con buoni da 500 e 250 euro  da utilizzare per l’acquisto di attrezzature informatiche.

A tutti un grande applauso e un ringraziamento per gli splendidi lavori realizzati.

La dottoressa Massa ha sottolineato che tutti i progetti meritavano per creatività, per l’utilizzo adeguato del digitale, per la bella partecipazione di tutti, per le emozioni donate, per la qualità dei progetti.

I complimenti da parte della giuria sono stati rivolti a tutti:  ai ragazzi, ai docenti , agli organizzatori, alla scuola che ha organizzato l’evento.

Una breve pausa e in campo sono scesi gli istituti del secondo ciclo di Istruzione.

Il dirigente scolastico Paolo Massara ha riaperto la manifestazione invitando le autorità a portare il proprio saluto e ha ricordato la presenza sul nostro territorio di un’équipe formativa di docenti volta a promuovere a tutto campo le competenze digitali: l’EFT Piemonte.

Dopo un secondo intervento di Anna Nervo, dedicato alle STEM ‘al femminile’, ha avuto inizio una sana competizione tra i seguenti istituti, con presentazioni di video e pitch:

Istituto di Istruzione Superiore “D’Adda” di Varallo, Istituto di Istruzione Superiore “C. Cavour” di Vercelli, Istituto di Istruzione Superiore “Gaudenzio Ferrari” per  la Valsesia, Istituto di Istruzione Superiore “F. Lombardi” di Vercelli, Istituto di Istruzione Superiore “A. Avogadro” di Vercelli.

E dopo l’appello la  gara ha avuto inizio.

Anche qui le competenze e la bravura delle studentesse e degli studenti dei singoli istituti sono state messe in evidenza.

Interessanti e innovative le tematiche affrontate nei vari progetti: dalla robotica, all’Educazione civica, alla riabilitazione fisioterapica, all’inclusione,  ai giochi di ruolo, all’ambiente, alla creazione di robot.

Difficile scegliere, ma un verdetto è giunto per tutti i partecipanti in trepida attesa.

Così si è espressa la Giuria:

al primo posto l’Istituto di Istruzione Superiore “A. Avogadro” con il Progetto “AXER & RCY” (punti 48.50 su 50).

E’ questa la scuola ad aver diritto a partecipare alla fase regionale del “Premio Scuola Digitale” a Torino, che riceverà i mille euro di buono per lo sviluppo del progetto.

Secondo classificato l’Istituto di Istruzione superiore “C. Cavour” con il Progetto “Body Move”  della classe V B Servizi socio-sanitari – Istituto  professionale “Lanino” ( punti 42.45 su 50).

Terzo classificato l’Istituto di Istruzione superiore “G.Ferrari” della Valsesia con il Progetto “FerMer Robotics ‘Equipe” (punti 42 su 50).

Come per il primo ciclo, anche gli istituti classificati al secondo e terzo posto sono stati premiati con buoni da 500 e 250 euro  da utilizzare per l’acquisto di attrezzature informatiche.

A conclusione di una mattinata ricca di stimoli e di idee creative è  risultata evidente l’importanza  di puntare , di investire sulla tecnologia digitale, che è il futuro della scuola e oggi  è già realtà.

 

Redazione di Vercelli


CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it