VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 17 ottobre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
28/04/2021 - Vercelli - Pagine di Fede

PRIMO MAGGIO, QUANDO PIO XII CONSACRO' LA FESTA A SAN GIUSEPPE LAVORATORE - Don Bosco si formò alla scuola del lavoro ed ebbe sempre una grande devozione per il Padre putativo di Gesù

PRIMO MAGGIO, QUANDO PIO XII CONSACRO' LA FESTA A SAN GIUSEPPE LAVORATORE - Don Bosco si formò alla scuola del lavoro ed ebbe sempre una grande devozione per il Padre putativo di Gesù

Come nasce la festa di San Giuseppe Lavoratore, il 1 maggio?

Nasce dall’iniziativa delle Acli (Associazioni Cristiane di Lavoratori Italiani) che, nel 1955 (era da poco diventato Presidente Nazionale Dino Penazzato) chiesero a Papa Pacelli di riconoscere, anche in questo modo, l’attualità della Dottrina Sociale della Chiesa.

Per la verità – lo racconta Luca Sogno, Vice Presidente provinciale dell’Associazione in questo video – la richiesta fu un po’ più ambiziosa: il 1 maggio dedicato a Gesù, Divino Lavoratore.

Ma la Chiesa preferì “limitare” l’orizzonte alla figura di Giuseppe.

Che non significa, naturalmente, sminuire la valenza teologica della umanità, anche con i segni ed i simboli del lavoro, di Gesù: vero Dio e, anche nel lavoro, vero uomo.

Poi nel video realizzato da Flavio Ardissone con il suo staff del Cnos Fap di Vercelli, prendono la parola per illustrare l’esperienza di Don Bosco lavoratore.

Ne parla l’Ing. Lucio Reghellin, Direttore Generale del Cnos Fap del Piemonte.

Infine, Angelo Santarella, Vice Presidente di Ascom Vercelli, parla della più recente e forse più importante (in termini di capacità di risposta numerica) delle iniziative per attuare il piano vaccinale.

Si tratta del nuovo Centro allestito con la collaborazione di Asl, Ascom e Biverbanca presso la discoteca Il Globo di Borgo Vercelli.

Un locale ampio, funzionale ed accogliente, dove potranno essere somministrate fino a mille dosi di vaccino al giorno.

Anche ai lavoratori della Aziende.

Con la ripresa piena dell’attività produttiva che il vaccino esteso a tutta la popolazione potrà assicurare – conclude Santarella – saremo davvero fuori dall’emergenza.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it