VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 27 maggio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
31/01/2011 - Cuneo - La Posta

PROTESTA DELLA CIA - UN’ENNESIMA INIZIATIVA PARLAMENTARE DELLA LEGA NORD PER FAVORIRE I FURBI DELLE QUOTE LATTE

PROTESTA DELLA CIA - UN’ENNESIMA INIZIATIVA PARLAMENTARE DELLA LEGA NORD PER FAVORIRE I FURBI DELLE QUOTE LATTE
Cia - Confederazione Italiana Agricoltori

La Lega Nord ha presentato un emendamento al decreto ‘Milleproroghe’ per concedere agli splafonatori un'ulteriore proroga, fino al prossimo 30 giugno, del pagamento delle rate per le multe delle quote latte. La Cia Confederazione Italiana Agricoltori ha protestato vivacemente contro questa ennesima furbata volta a premiare coloro che non hanno rispettato le regole. “Ora basta prese in giro. Basta premiare i furbi che non hanno rispettato le regole. Già lo scorso anno, in occasione della Legge di stabilità, avevamo sottolineato che l’emendamento sulla sospensione del pagamento delle rate relative alle multe per le quote latte era un atto contro la legalità, contro le regole sancite da una legge dello Stato. Un concetto che oggi ribadiamo con forza di fronte ad una manovra che definire assurda ed umiliante nei confronti di tantissimi allevatori che hanno rispettato le normative Ue e nazionali è veramente poco. Quella delle quote latte è una storia che deve finire e presto. Questa vicenda ci è costata finora oltre 1,7 miliardi di euro, ai quali abbiamo contribuito tutti, compresi gli agricoltori”. L’Agea, Agenzia per le erogazioni in agricoltura, e il commissario straordinario per le quote latte, Paolo Gulinelli, hanno intanto comunicato i dati aggiornati al 21 gennaio scorso in relazione all’applicazione della legge 33/2009, che sarebbe dovuta essere l’ultima occasione (ma a questo punto non possiamo più essere certi di niente) offerta per la rateizzazione delle multe per la produzione in esubero di latte. I produttori interessati sono in totale 1880 - per la stragrande maggioranza concentrati in Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna - per un valore complessivo delle multe inizialmente intimate pari a 656,38 milioni di euro, somma poi aggiornata a 548,75 milioni a seguito delle sospensive e dei versamenti avvenuti. Del totale dei produttori in questione, 541 non hanno mai fatto domanda di rateizzazione, per un totale di prelievo intimato pari a 73,13 milioni di euro, somma aggiornata a 49,85 milioni di euro per via delle sospensive ottenute in sede giudiziaria. Le domande di rateizzazione accettate e sottoscritte con relativo contratto sono 232, mentre quelle per cui è in corso il riesame da parte del Commissario straordinario e di Agea sono 442. Sono invece 494 i produttori di latte che hanno fatto richiesta di adesione alla legge 33/2009, ma poi hanno fatto scadere i termini per la sottoscrizione del contratto: le multe a loro intimate assommano a poco più di 231 milioni di euro. La parte restante dei produttori è rappresentata da coloro per i quali l’istruttoria si è conclusa ma il debito risulta pari a zero (a seguito di versamento o sospensiva), e da poche decine per cui il debito risulta inferiore a 25 mila euro.



 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it