VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
10 December 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
18/04/2018 - Vercelli Città - Mondi Vitali

PRO VERCELLI VS PESCARA 3 a uno – La Pro torna a vincere dopo più di due mesi - LE PAGELLE DI ENRICO DEMARIA

PRO VERCELLI VS PESCARA 3 a uno – La Pro torna a vincere dopo più di due mesi - LE PAGELLE DI ENRICO DEMARIA

PRO VERCELLI-PESCARA 3-1

 

Con la prima doppietta in bianca casacca di Raicevic (e siamo strafelici per lui), la Pro torna al successo interno dopo più di due mesi e mezzo e, approfittando dei risultati concomitanti tutti favorevoli (sconfitte di Ascoli, Cesena ed Entella, e pareggio interno della Ternana) torna a sperare nella chance dei playoff, ora distanti tre punti: ma sabato, dovrà assolutamente ripetersi nell’ennesimo spareggio salvezza a Chiavari, contro l’Entella, che precede appunto i vercellesi di tre punti.


Grassadonia recupera, a sorpresa, Bergamelli e cambia modulo passando al 4-3-3: in difesa, dà una chance a Berra al posto di Ghiglione (nelle ultime gare sempre tra i migliori) e davanti conferma Bifulco, davvero bravo ad Empoli, a fianco di Reginaldo e, a sorpresa, di Rovini.


La Pro parte a razzo, ma con l’ennesimo handicap di un evidente rigore negato (netto mani di un difensore su girata di testa di Reginaldo). Poi ci pensa, scriteriatamente, Crescenzi a regalare alla Pro l’enorme vantaggio di un un uomo in più per oltre ottanta minuti: doppio giallo, sempre per entrate dure su Bifulco, e Pescara in dieci dall’11. La Pro ne approfitta quasi subito e passa al 18’: Bifulco, ancora lui, si infila in area e Balzano lo stende: rigore netto. Con flemma e mestiere, Vives supera Fiorillo.


A quale punto, la Pro rifiata e il Pescara si fa avanti, ma è ghiottissima l’occasione del raddoppio per Castiglia che, smarcato da Reginaldo, calcia alto di destro (33’). Purtroppo, un minuto dopo, ecco il patatrac: Falco sfrutta un assist di Vazania e impegna Pigliacelli, che salva; sulla respinta piomba il giocatore equatoguineano Machin (alla fine risulterà il migliore dei suoi) e scaglia la palla in rete: a tutti sembra fuorigioco, non al segnalinee, e dunque è 1 a 1.


La Pro non ci sta: Rovini scaglia in porta, ma è in fuorigioco, su un magnifico traversone di Mammarella  (37’) e, al 42’, Berra indirizza verso il “sette” un missile terra-aria sul quale Fiorillo sfodera un intervento donnarummiano.


La ripresa si apre con  Ghglione che subentra a Berra e con un enorme campanello d’allarme, suonato da Falco che va via in dribbling e viene respinto dal solito miracolo di Pigliacelli. 


Poi ha subito un’occasionissima Bifulco (e la spreca di sinistro, da non più di due metri), ma anche il Pescara si fa pericoloso con Machin: Pigliacelli è insuperabile. Nonostante l’inferiorità numerica, il Pescara tiene benissimo il campo, e allora Grassadonia fa due cambi che risulteranno decisivi: Gatto per Bifulco e Raicevic per Rovini. Gatto prima sfiora il gol con un notevole controbalzo di destro che esce non di molto (76’), poi pesca Raicevic con un bellissimo traversone dalla destra: in acrobazia, il centravanti montenegrino supera Fiorello e riaccende il “PIola”.


Il Pescara accusa il colpo, ma ci prova, riversandosi verso la porta di Pigliacelli. Nel, recupero, Reginaldo conquista un pallone di platino a ridosso della propria area e scappa con Raicevic scodellandogli il più invitante degli assist: il centravanti non sbaglia.


E adesso, tutti a Chiavari, dove stavolta non ci sono solo antiche vendette da consumare: c’è in palio una consistente fetta di salvezza.

 

LE PAGELLE

 

PIGLIACELLI : Due interventi salvatutto, entrambi nella ripresa, su Falco e Machin, per il resto tanta sicurezza: 7,5

BERRA: Si batte, con poca sostanza, sulla fascia. Magnifico il destro che quasi chiude il primo tempo: gli dice no uno strepitoso Fiorillo: 6

(Dal 46’ GHIGLIONE:  meno brillante del solito, appare un po’ frenato: 5,5)

GOZZI: Partita di grande sostanza, attento e impeccabile sulle respinte aere: 6,5

BERGAMELLI: E’ la lieta sorpresa della serata: non è ancora al cento per cento, ma gioca al duecento per cento delle sue possibilità: 6,5

MAMMARELLA: Sbaglia, all’inizio, troppo disimpegni, ma poi trova l’equilibro necessario e si batte con la determinazione don un vero capitano, che crede ancora nell’impresa: 6,5

GERMANO: Si vede poco, ma è tutta sostanza: assiste Vives e Castiglia con impegno ammirevole: 6

VIVES: Gioca leggermente decentrato. Recupera decine di palloni, andando a pressare come un ragazzino voglioso di distinguersi. Trasforma il rigore con calma glaciale. Un esempio per chiunque ami, del calcio, lo spirito di sacrificio e di corpo: 7

CASTIGLIA: Non ha lo smalto di Empoli, fa il gregario e non riesce a segnalarsi, Calcia al vento un’occasionissima: 5,5

ROVINI: Era molto atteso, ma non si accende soprattutto non accede e la partita. Sfortunato perché  si era inserito magnificamente sul traversone di Mammarella al 37’: colto in fuorigioco dal segnalinee: 5,5

(Dal 68’ RAICEVIC: è il match winner. In poco più di 25 minuiti due gol, un terzo sbagliato ingenuamente, recuperi in difesa e volontà spasmodica di essere decisivo in questo finale di campionato. Noi siano convinti che lo sarà: 8-)

REGINALDO: Anche stavolta arbitro e segnalinee non vedono la mano galeotta del difensore che gli para il colpo di testa, proprio in avvio. Corre come un ossesso e regala giocate preziose, come quella dell’assist per il raddoppio di Raicevic: 6,5

BIFULCO: Nel  primo tempo i suoi guizzi valgono l’espulsione di Crescenzi e il rigore trasformato da Vives. Per gli abruzzesi, una pericolo costante: 6,5

(Dal 63’ GATTO: appena entrato si nota assai poco, ma poi pennella quel meraviglioso traversone-assist per il primo gol di Raicevic: 6

GRASSADONIA: Cambia modulo, ma soprattutto motiva i suoi giocatori, spronandoli a non arrendersi. Il primo tassello è posto, ora un altro Piave a Chiavari: 7

CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it