VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
19 September 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
12/09/2018 - Santhiatese e Cavaglià - Cronaca

RITROVATA SUL FONDO DI UN CANALE LA SALMA DI PAOLA D'OVIDIO - Il cadavere della 45enne di Santhià scomparsa a luglio scorso riaffiora durante l'asciutta dei cavi irrigui

RITROVATA SUL FONDO DI UN CANALE LA SALMA DI PAOLA D'OVIDIO - Il cadavere della 45enne di Santhià scomparsa a luglio scorso riaffiora durante l'asciutta dei cavi irrigui
Nel riqudro, Paola D'Ovidio -

E’ pressoché certo che il cadavere ritrovato oggi (12 settembre) nel primo pomeriggio (attorno alle 15) in un cavo irriguo tra Sali Vercellese e Montonero, sia quello della Signora Paola D’Ovidio  (nata a Genk in Belgio il 5 luglio 1973), scomparsa da Santhià nel mese di luglio scorso.


La Signora si era allontanata da casa nei giorni seguenti il 13 luglio quando i Carabinieri ne avevano raccolto lo sfogo in pieno centro cittadino a Santhià.

 

Visibilmente scossa, la donna sosteneva di avere appena assassinato il marito: fortunatamente tutto ciò non era che il parto di una fantasia purtroppo segnata da evidenti crisi depressive.

 

Di lì a poco la scomparsa e l’inizio delle ricerche, che non si sono mai interrotte, da parte dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri.

 

Primi “indiziati”, ovviamente, i canali attorno al luogo dove era stata rinvenuta l’automobile della santhiatese: lungo la strada tra Montonero e Sali Vercellese, per pochi metri ancora nel territorio di quest’ultimo comune.

 

Come spesso succede in questi casi, le ricerche – che comunque non si sono mai interrotte – sono riprese con particolare intensità da qualche giorno, quando si sono iniziate le operazioni di deflusso dell’acqua irrigua dai canali.

 

E così oggi, verso le 15, sotto un manufatto in cemento che funge da ponte tra due sponde del canale, si è notata una sagoma.

 

Sul posto anche i Sindaci di Sali Vercellese, Emanuele Gabutti, e quello di Salasco, Doriano Bertolone, quest’ultimo soprattutto nella sua qualità di Tecnico dell’Ovest Sesia, che ha seguito le operazioni di completa

rimozione dell’acqua.

 

La salma è ora composta presso l’Obitorio, allestito alle Camere Mortuarie dell’Ospedale S.Andrea di Vercelli, in attesa dell’esame autoptico.

 

L’acqua e la fauna ittica, nel corso di due mesi, l’hanno reso difficilmente riconoscibile e le operazioni di recupero sono state particolarmente difficoltose.

 

Alcuni indizi come il mazzo di chiavi e lo zainetto che sono rimasti impigliati nella vegetazione subacquea del canale, lasciano tuttavia pochi dubbi, così come poche incertezze vi sarebbero anche sulla natura anticonservativa dei propositi della Signora, che purtroppo sembrano essere stati portati a compimento
NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it