VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 1 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
30/12/2010 - Cuneo - Cronaca

RUMENO DI BRA - Tenta di razziare un appartamento ad Alba - Ma i Carabinieri lo arrestano

RUMENO DI BRA - Tenta di razziare un appartamento ad Alba - Ma i Carabinieri lo arrestano
Posto di blocco dei Carabinieri di Alba

La scorsa notte i Carabinieri della Compagnia di ALBA hanno arrestato il 23enne disoccupato romeno P.C. che abita a BRA, bloccato dai militari in flagranza del reato di tentato furto aggravato in abitazione.



Il giovane, dopo aver trascorso la serata in discoteca a NEIVE con altri suoi connazionali all’uscita del locale anzicchè rincasare si è diretto a piedi in una villa vicina alla discoteca abitata da un viticoltore del posto e dai suoi familiari che in quel momento, data l’ora erano infatti le 03.30 della notte, stavano tutti dormendo. Il romeno ha scavalcato la recinzione esterna del terreno che circonda la villa, ha rotto un paio di lampioni che illuminavano il viale per non essere notato ed ha anche staccato la corrente elettrica agendo su un contatore esterno alla villa. Per entrare in casa aveva tentato, senza riuscirci, di forzare la porta d’ingresso facendo però qualche rumore che aveva svegliato il proprietario il quale richiedeva l’intervento dei Carabinieri sul numero d’emergenza 112.


In pochi minuti sul posto giungevano due gazzelle del Radiomobile che eseguivano una ispezione esterna della villa nell’intento di rintracciare i ladri che aveva tentato di forzare la porta d’ingresso, messo fuori uso due lampioni e staccato la corrente. I militari scovavano dopo poco il romeno che si era nascosto distendendosi per terra sul balcone al primo piano della villa e lo accompagnavano in caserma.


 Il giovane è stato poi arrestato è condotto in carcere su disposizione del Pubblico Ministero di turno, la mattina seguente giudicato con rito direttissimo dal Tribunale di ALBA colpevole e condannato a quattro mesi di reclusione con il beneficio della condizionale, dopo il processo poi è ripartito alla volta della Romania. 


     

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it