VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
19 September 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
11/01/2016 - Regione Piemonte - Economia

SONO IMPORTANTI LE MULTIUTILITIES ? - Ogni mattina, già nella prima ora della nostra giornata, ci erogano almeno cinque diversi servizi - Fuori dalla "cinta daziaria" il grande mercato per la Atena del futuro - IL VIDEO

SONO IMPORTANTI LE  MULTIUTILITIES ? - Ogni mattina, già nella prima ora della nostra giornata, ci erogano almeno cinque diversi servizi - Fuori dalla "cinta daziaria" il grande mercato per la Atena del futuro - IL VIDEO

TORINO – Un piano di sviluppo aziendale che prevede investimenti per oltre 100 milioni di euro in cinque anni.

La possibilità di competere con i maggiori attori del mercato dei servizi in un’area che si estende a tutto il “Quadrante”, ma guardando anche oltre.

Un ricambio generazionale che ringiovanirà l’organico del Personale, incrementandolo con  nuove assunzioni.

Questo è il vero e proprio valore aggiunto della nuova partnership tra Comune di Vercelli ed Iren (la multi utility emiliana che riunisce città come Genova, Torino, Parma e Reggio Emilia) dopo le decisioni prese dal Consiglio Comunale di Vercelli il 17 dicembre scorso.

Guarda anche:

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=65649 .

 

***

Oggi ( 11 gennaio ) a Torino nella prestigiosa sede del Circolo dei Lettori di Via Bogino sono i protagonisti di questo accordo, Francesco Profumo, presidente

di Iren e Maura Forte, Sindaco di Vercelli,  ad illustrarne i contenuti al mondo economico ed alla Stampa nazionale.

 

Il video -  Al microfono di VercelliOggi.it Francesco Profumo, Maura Forte, Sandro Baraggioli:

 

http://www.vercellioggi.it/dett_video_notizie.asp?id=2511

 

***

 

Un progetto, quello che riguarda Atena, che non può prescindere da alcune osservazioni sullo scenario “macro” nel quale le aziende di servizi sono e sempre più saranno chiamate ad operare.

Un modo di fare impresa – e, prima, di pensare al ruolo delle multi utilities – con il quale volentieri si cimenta Francesco Profumo che esordisce offrendo un dato eloquente: tutte le mattine, nella prima ora dopo che ci siamo svegliati, utilizziamo cinque servizi che sono forniti da imprese come Atena o Iren.

Per prima cosa accendiamo la luce, poi ci laviamo, ci prepariamo un caffè e così via.

Un modo per riassumere in una immagine efficace il ruolo centrale della funzione nell’ambito di una organizzazione della convivenza la cui importanza non può essere confinata al mero dato economico.

Un modo di traguardare un orizzonte un po’ più impegnativo e ad un tempo stimolante ed ulteriore rispetto alle pure importanti questioni di ogni giorno.

Orizzonte in qualche modo già indicato quando Profumo venne a Vercelli nel febbraio 2014 ospite di Federmanager, per offrire un affresco sugli scenari attuali e futuri per certi versi sorprendente, ma sicuramente persuasivo.

Dal 2010 – osservò allora il Presidente di Iren – oltre la metà della popolazione mondiale vive in città e soprattutto in metropoli.

Un dato in crescita, che altro non fa se non suggerire con insistenza come sia doverosa una lungimiranza capate di nuovi modi di pensare ad esempio alle dimensioni  necessarie – ad una azienda erogatrice di servizi – per stare credibilmente sul mercato.

Ecco una presentazione del video realizzato in quella occasione:

 

http://www.vercellioggi.it/dett_video_notizie.asp?id=2203

 

E la seconda osservazione che allora stupì, ma che poi fu il fulcro della riflessione più approfondita è invece appuntata sull’esame di un dato tendenziale: è previsto che attorno al 2020 ben il 70 per cento del Pil europeo sarà prodotto dai servizi utili alla convivenza.

Che a loro modo ribalteranno la concezione classica, il rapporto tradizionale, di un settore secondario (industriale) preliminare al terziario (che viene a valle di esso) perché questo grande “respiro” urbano, dimensione vitale per milioni di persone, porterà con sé una nuova industrializzazione, una diversa, ma importante e necessaria  “ri”materializzazione della produzione secondo uno scenario inedito: produzione industriale “a servizio” dei servizi.

Guarda anche:

 

http://www.vercellioggi.it/dett_video_notizie.asp?id=2204

 

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=54383

 

 

http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=IREN_E_ATENA__UN_TRENO_&id=65906&id_localita=2

 

***

 Se il futuro si giocherà su aree territoriali molto più ampie delle attuali, è evidente che le dimensioni delle Aziende di servizi non potranno più essere le stesse di quelle originarie, quando nel settore erano protagoniste le “municipalizzate”, il cui ambito operativo e orizzonte strategico era per definizione circoscritto a quella “cinta daziaria”, le mura della città, oggi più verosimilmente punto di partenza per guardare oltre verso lo sviluppo possibile per competere e sopravvivere.

***

Parte proprio da qui, da questa visione più “presbite” l’intervento di Maura Forte, che richiama la scelta di fondo: il Comune non aveva interesse alcuno a tenere una “piccola” Atena, vaso di coccio tra quelli di ferro del marcato. In un mercato dove chi non si impone ed afferma soccombe.

Di fronte a Palazzo Civico, quindi, due scelte: o disfarsi del tutto della propria azienda, facendo cassa, oppure – ed è stata la strada intrapresa – mettendosi in gioco con una partnership che, insieme ad un introito comunque rilevante, conseguenza della cessione di solo una parte delle quote (14 milioni di euro circa) assicurerà la partecipazione del Comune ad un futuro di lavoro ed investimenti.

Senza perdere – ha insistito il Sindaco – il controllo della società, pur essendo formalmente in minoranza quanto a capitale sociale posseduto.

Sono stati, infatti, rinnovati, ma questa volta a favore del Comune, patta parasociali (accordi a latere dell’atto costitutivo e dell’atto di cessione) che vincolano il Socio di maggioranza ad acquisire il consenso anche di quello di minoranza sulle scelte di fondo e sulla gran parte delle decisioni di straordinaria amministrazione.

***

A Sandro Baraggioli, Presidente di Atena, illustrare le principali fasi di lavoro della “nuova” azienda che dovrà dirigere: in primo luogo, il settore delle reti energetiche, con la partecipazione alla prossima gara per la distribuzione del gas.

Sarà un brand decisivo per estendere l’operatività aziendale in altri territori.

Nel settore idrico, con un riguardo particolare all’efficientamento delle reti, ora gravate da dispersioni impressionanti.

Nel settore ambiente, con l’incremento della raccolta differenziata ed il recupero, valorizzazione e riciclo dei rifiuti.

Infine, nel settore dell’efficienza energetica, avrà un posto di rilievo il teleriscaldamento insieme alla ricerca di soluzioni per il risparmio energetico.

***

Si incomincerà a lavorare da marzo, una volta perfezionati i trasferimenti di azioni che sono ora oggetto della gara pubblica già all’evidenza della Gazzetta Ufficiale italiana e di quella della Unione Europea.

VercelliOggi. it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca:
http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
per leggere e commentare 
anche le principali notizie del Piemonte: https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts

Su Twitter con @vercellioggi

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it