VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 25 ottobre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
21/01/2013 - Regione Piemonte - Politica

SPECIALE ELEZIONI / 5 - Luca Pedrale conquista un posto in lista che è meglio di un’assicurazione sulla vita - Caso morte - Altrui - Però quel che contava era liquidare Davide Gilardino

SPECIALE ELEZIONI / 5 - Luca Pedrale conquista un posto in lista che è meglio di un’assicurazione sulla vita - Caso morte - Altrui - Però quel che contava era liquidare Davide Gilardino
Luca Pedrale mentre lavora per la lista visto da VercelliOggi
Alla fine il braccio di ferro nel Pdl vercellese l’ ha vinto Luca Pedrale, che nella scorsa settimana si è battuto come un leone non tanto per ottenere la candidatura per sé.

Guarda anche: http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?id=43203

L’ ha ottenuta, in verità, alla Camera dei Deputati, con il posto numero 7 di lista.

Considerando che il Capolista è Angelo Alfano e che potrebbe quindi – una volta eletto – lasciare il seggio conquistato nel Collegio Piemonte 2 (tutte le provincie, esclusa Torino) di fatto è il numero 6.

Non ancora abbastanza, probabilmente, per entrare subito in Parlamento.

Ma con il tempo, chissà, tutto può essere.

Lunga vita a tutti, per carità.

Ma quella posizione in lista, con l’aria che tira per il partito del predellino (anche se i sondaggi sono un po’ meno negativi di qualche mese fa: provvidenziale è stata la secessione di Fratelli - coltelli - d’Italia, che torneranno a fare qualcosa di simile alla vecchia Alleanza Nazionale) sarebbe buona per Rosario Chiarchiaro, l’ immortale (facendo le corna) protagonista de “La Patente” di Luigi Pirandello.

Insomma, un posto in lista che è una vera e propria assicurazione, come quelle sulla vita, caso morte. Altrui.

Però l’obbiettivo di Luca Pedrale non era tanto quello di vedersi assegnata una candidatura in “zona medaglie”, suscettibile cioèdi procacciare subito il posto alla Camera.

Il suo obbiettivo – raggiunto – era quello di impedire che quella fortuna toccasse a Davide Gilardino.

Abbiamo già illustrato che, per un singolare concorso di coincidenze, il giovane Sindaco di Ronsecco e Assessore all’ Ecologia della Provincia, Coordinatore provinciale del partito, qualche possibilità l’ ha effettivamente avuta.

E’ nella manica di Angelo Alfano, il Segretario nazionale del partito che vuole puntare sui giovani. E per essere giovane, Gilardino lo è.

Troppo.

Troppo, perché, in un contesto di completa liquidazione del gruppo dirigente regionale – e passi – ma soprattutto provinciale di Vercelli, vedere uno così giovane come unico rappresentante della provincia candidato e forse eletto alla Camera dei Deputati avrebbe voluto dire resettare tutte le posizioni.

Fuori Roberto Rosso, fuori (in pratica, poiché ha ottenuto un settimo posto nella lista per il Senato) Lorenzo Piccioni.

Virtualmente già fuori anche Alberto Cortopassi, altalenante tra il richiamo della foresta che viene da Fratelli d’Italia di Agostino Ghiglia e la certezza che, in caso di nuove elezioni anche in Regione, nemmeno un miracolo gli conserverebbe il posto.

Pressochè per lo stesso motivo, quindi, anche Luca Pedrale ha visto assai traballante la propria sedia a Palazzo Lascaris.

E, più ancora, la propria leadership locale: non si può – argomentava con foga – lasciare tutto il potere a due ragazzini (l’altro sarebbe stato Lillo Bongiovanni), quelli ci fanno fuori tutti.

E, da qui, la necessità di dare la dimostrazione simbolica di essere il riferimento sul territorio degli alti comandi del partito.

La lotta contro Gilardino è stata serrata. Il giovane Assessore provinciale è stato per alcune ore tenuto al quarto posto dallo stesso Alfano.

Che poi ha dovuto farlo scivolare al settimo, cioè comunque lontano dal traguardo.

Ma a Pedrale non è bastato ancora: occorreva dare il segno esteriore che tra i due è lui quello che conta di più.

Ne è seguito un tira e molla risolto infine, alle 3 e mezza di questa mattina, 21 gennaio, da Sandro Bondi, uno dei capataz romani (ri) emergenti. Ha imposto Pedrale al settimo posto e collocato Gilardino al nono.

La prossima puntata è in calendario in occasione delle prossime elezioni regionali, che potrebbero anche essere assai vicine.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it