VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 January 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
06/01/2019 - Regione Piemonte - Salute & Persona

SPORT PER TUTTI - A cura di Paolo Michieletto - La danza del Fitness: un momento di salute importante

SPORT PER TUTTI - A cura di Paolo Michieletto - La danza del Fitness: un momento di salute importante
Fitness e danza: una mediazione positiva...con la danza fitness!!!

Alla scoperta della danza come elemento di salute.

Molti anni sono trascorsi da quando la famosissima attrice Jane Fonda intuì che in palestra era possibile cominciare a muoversi non solo spostando pesanti bilancieri e attrezzi vari o pedalando su biciclette “ferme”. Immaginò che camminare, correre e saltare potessero essere codificati in maniera innovativa e suggeriti da parte degli istruttori come movimenti da svolgere a tempo di musica. Non fece altro che applicare ai movimenti naturali dell’uomo i tempi altrettanto naturali che la musica ispirava e li unì insieme uno dopo l’altro inventando la cosiddetta ginnastica “aerobica”. Doveva essere la salvezza per tutti, in quanto, secondo i dettami delle ultime scoperte scientifiche, tale tipo di ginnastica consentiva di lavorare in aerobia (in parole semplici, di essere in completo equilibrio tra consumo energetico e ripristino delle riserve stesse bruciando durante lo sforzo sia carboidrati e, dopo un certo periodo, anche i grassi) e quindi di risolvere tutti i tipi di problemi, dal sovrappeso agli inestetismi, dalla ricerca di una forma migliore ai glutei scolpiti… .

Fu una moda la cui onda lunga non si è ancora esaurita. Ancora oggi i centri fitness integrano nei loro palinsesti lezioni di tipo “aerobico”, così come altre definite di “tonificazione” (definiamole impropriamente anche come lezioni in cui si cerca di recuperare un aspetto estetico più tonico attraverso una serie di esercizi finalizzati). Ma le origini si sono poi evolute in decine di rivoli che peraltro possono essere sempre riconducibili ai due filoni originali: coreografia o esercizio.

Ci soffermeremo un attimo sul primo dei due. La coreografia del mondo del fitness è lo stato ottimale intermedio tra il ballo dei professionisti e quello libero delle discoteche o dei balli di coppia o di gruppo. In questi ultimi anni ha perso molto del suo fascino  e del suo successo iniziale, un po’ perché gli insegnanti “coreografi” sono sempre meno e un po’ perché il pubblico stesso è al passo con il logorio dei tempi. Dopo una dura giornata di lavoro si cerca il relax e non un nuovo lavoro mentale. Si cerca lo sfogo delle tensioni e non si tenta di mettersi alla prova con una nuova sfida con se stessi per cercare di eguagliare la proposta dell’insegnante e cercare di ballare in armonia con la musica e con il gruppo. La ginnastica “non pensante” sta invadendo il mondo del fitness. Ma il mondo coreografato, della danza o delle ginnastica cosiddetta aerobica, aveva ed ha indubbi vantaggi che almeno in due casi risultano importanti.

In primo luogo tale attività diventa fondamentale nell’ambito della coordinazione motoria. Infatti, poche sono le occasioni che si hanno di saper coordinare al meglio la gestualità di gambe e braccia a scopo ludico e divertente. Anche quando guidiamo tale aspetto è presente, ad esempio quando con un piede si schiaccia il pedale della frizione, con l’altro l’acceleratore, e con una mano si tiene il volante e con l’altra si cambia la marcia. Saper essere coordinati è anche sapersi muovere più elegantemente, essere in grado di muoversi in maniera più aggraziata e, in caso “di necessità”, anche di ballare in maniera più ricercata e intrigante. L’attività aerobica coreografata del fitness è anche impegnativa, sicuramente, e i primi passi possono rappresentare un duro ostacolo da superare. Di solito ci si muove in maniera spontanea seguendo il proprio istinto o il senso ritmico naturale, mentre in questa attività si è costretti a seguire movimenti e ritmi imposti da altri. Ma è proprio in questo aspetto il lato positivo: saper eseguire ritmi e gesti nuovi educa il nostro innato senso musicale e gestuale consentendoci nuovi movimenti e sensibilità che prima non si conoscevano, aprendo nuovi orizzonti fisici ed estetici. La danza era una delle arti sacre: poterla avvicinare non farà di nessuno un novello Nurejev, ma di sicuro permetterà di evolversi dalla scala dei primati ballerini… .

In secondo luogo è molto valida la considerazione per cui svolgendo movimenti sempre diversi (come nelle lezioni di “aerobica”) l’organismo “in toto” venga completamente coinvolto, consentendo all’organismo di bruciare più calorie e, muovendo tutti i distretti muscolari, di divenire più tonico. Alcune attività prevedono solo l’impiego degli arti inferiori, altre solo quelli superiori: il mondo della danza-fitness è molto completo. L’aerobica si avvicina a questo perché prevede movimenti alternati e sincroni tra gambe e braccia, oltre a richiedere una discreta abilità espressiva non solo del corpo. Questo implica un coinvolgimento globale dell’organismo e una intensità legata alla dispersione calorica molto alta, consentendo di smaltire più facilmente i “grammi” in eccesso e di avere un risultato estetico molto favorevole.

E’ un’attività in estinzione perché i primi passi sono molto difficili e si ritiene superficialmente poco utile, ma è un grave errore. Sapersi muovere in maniera coordinata è sempre utile, anche nella vita di tutti i giorni. Il lavoro costringe a stress e fatica mentale. “Sfogare” le tensioni spingendo oggetti o correndo è già qualcosa, ma raramente vi fanno apparire sorrisi. Al termine di una lezione ben seguita di aerobica, il vostro corpo e il vostro cervello avrà prodotto molte sostanze positive che vi “obbligheranno” a sorridere perché starete bene con voi stessi. Tutto sta nel cominciare, e ad accettare anche di sbagliare, perché sbagliando forse si impara ma non facendo di sicuro non si incomincia… .

 

 

 

 

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it