VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
24 May 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
12/05/2019 - Vercelli Città - Mondi Vitali

SUCCESSO PER IL PRIMO VERCELLI PRIDE - Quasi mille partecipanti all'incontro di Arci Gay Rainbow Vercelli e Valsesia - VIDEO E GALLERY

SUCCESSO PER IL PRIMO VERCELLI PRIDE - Quasi mille partecipanti all'incontro di Arci Gay Rainbow Vercelli e Valsesia - VIDEO E GALLERY
Vercelli, 11 maggio 2019 - Prima edizione del Vercelli Pride -


Pensiamo ci sia permesso iniziare la cronaca di questo Vercelli Pride 2019 con un flash back.



Perché il cammino di Arci Gay Rainbow Vercelli e Valsesia prende le mosse da lontano e per buona parte questo cammino è stato condiviso da VercelliOggi.

Anche quando, nel 2010 ed in edizione ancora cartacea, dava voce ad una Associazione che dà un contributo fondamentale per capire i ragazzi e le ragazze che prendono coscienza del proprio orientamento sessuale.

Si tratta della Agedo (Associazione Genitori di Omosessuali: oggi la denominazione sociale è più completa, ma allora era così).

Perché la famiglia è spesso, per non dire sempre, al crocevia della crescita della persona.

Ed è il primo luogo in cui ci si confida, sperando (oggi, quasi sempre con ragione) di essere ascoltati con apertura di cuore.

È la famiglia il primo luogo in cui si trova qualcuno che stia “dalla tua parte”, anche se non sempre la famiglia è preparata a ricevere questa notizia.

Per questo è importante l’Agedo, perché mette in relazione persone che hanno già avuto questa esperienza a possono aiutarti a non commettere quegli errori che tu, genitore, non vuoi commettere.

Perché può sembrare una frase fatta, stereotipata o convenzionale, ma soprattutto chi sia genitore sa che la prima preoccupazione di un papà e di una mamma è che il proprio figlio, la propria figlia, siano felici.

La prima preoccupazione è quella, non l’orientamento sessuale.

Così la paternità e la maternità ti mettono in condizione di ascoltare tuo figlio o tua figlia con l’amore che sovrasta, pervade, infine permea tutto.

L’amore che viene prima e va oltre le categorie della cultura, delle convenzioni, della ragione stessa.

Certo l’amore non è virtù degli inesperti: sa che potrai incontrare discriminazioni, rifiuto, emarginazione e perciò la tua strada verso la felicità cui hai diritto, come tutti, potrà essere disseminata di quelli che Langston Hughes chiamava “chiodi, schegge e tratti senza tappeto sul pavimento”.

Proprio per questo l’Agedo è importante.

Perché ci si trova ad essere, come ci dicono, “genitori due volte”.

Ed è meglio condividere con chi ha già affrontato questa situazione.

La nostra esperienza di collaborazione con Arci Gay Rainbow prosegue poi negli anni e così a novembre 2014 documentiamo l’incontro che fece molto parlare, a Borgosesia.

Riproponiamo il video e l’articolo.

Un altro passo verso la comunicazione e l’integrazione.

Perché esperienze come quella di questo Vercelli Pride non nascono da una sera ad una mattina, ma sono il risultato di un lavoro paziente, che sa mettere in ordine i pensieri, unire le esperienze.

Sabato 11 maggio, dunque, quasi mille persone, da tante parti d’Italia, sono venute per dire non solo di un “orgoglio”, ma di una normalità che aiuta tutti a crescere.

Ne parla al nostro microfono Giulia Bodo, che ha soStituito Anita Sterna nella guida del gruppo vercellese.

 


CuneoOggi.it - Network © - Blog
Tribunale di Vercelli, n. 11/2009
Piemonte Oggi s.r.l. - P.I./C.F. 02547750022 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it