VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 25 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
05/05/2015 - Vercelli Città - Politica

TRIPPA PER I GATTI / 289 - Quattro maggio 2015, il Pd decide che il Sindaco è Maura Forte - All’ex alleato le canta chiare - Anche Daniele Peila si rassegna - La strada resta tutta in salita

TRIPPA PER I GATTI / 289 - Quattro maggio 2015, il Pd decide che il Sindaco è Maura Forte - All’ex alleato le canta chiare - Anche Daniele Peila si rassegna - La strada resta tutta in salita
Totò Savio

Se un capitolo si chiude, un altro se ne apre.

Comunque sia andata, ora – di buon grado o meno, con il collo storto e forse un sorriso forzato – persino alcuni esponenti del Pd devono accettare l’idea che il Sindaco di Vercelli sia Maura Forte e non (uno o più)  altri.

Ieri riunione fiume – fino ed oltre l’una di notte – in Via Giovine Italia, nome che pare scelto dal fato per dire di come stenti la mazziniana memoria a trovare casa nella Seconda e poi Terza Repubblica.

Ma andiamo con ordine.

***

Piatti rotti tra sabato e domenica, tra il Sindaco ed i congiurati del Pd fedeli al Rialto.

Nella giornata di sabato (o domenica o forse in entrambi i giorni) si consuma l’ultimo tentativo del Segretario Cittadino Daniele Peila, (ndr - un Lettore ci fa notare che il corpo del carattere è diverso dal solito: la fretta è cattiva consigliera) genuflesso a baciare avidamente la pantofola dell’ex alleato.

Che però è sempre arroccato sulle posizioni di sostanziale sfiducia nei confronti del Sindaco.

Da qui la (peraltro, dopo una breve fiammata nelle scorse settimane, subito tramontata) originale idea di nominare un Assessore che facesse da “tutor” del Primo Cittadino.

Ma fino al week end nel Pd resiste ancora la fronda che non si rassegna e vuole la ricucitura con SiAmoVercelli.

Che sia per cupidigia di servilismo nei confronti del bel mondo, che sia per dipendenza psicologica da Bobo, Sirianni & Co., che sia perché al solo pensiero di allearsi con Remo Bassini e Maria Pia Massa a qualcuno viene l’orticaria, la fronda interna è ancora ostinata.

Il Sindaco però è almeno altrettanto determinato.

Sicchè la conclusione cui è pervenuta l’Assemblea “allargata” (c’erano un po’ tutti: direzione cittadina e provinciale, Segretari dei Circoli cittadini, Consiglieri comunali e regionali e, se ancora esistenti, quelli provinciali) manda a SiAmoVercelli un segnale chiaro, assonante con quello offerto nei decenni dal Magistero del mai abbastanza compianto Totò Savio:

 

https://www.youtube.com/watch?v=NAkbkZ9Iblg

 

E così, attorno a questo punto fermo, nell’arco di 24 ore le cose cambiano.

Sul tappeto ieri sera due sole ipotesi.

La prima: Giunta di minoranza, monocolore Pd, che si cercherebbe di volta in volta i numeri in Consiglio Comunale.

E’ la ridotta nella quale si rifugiano i plagiati dal Rialto ai quali si uniscono – non si sa perché – gli esponenti della Sinistra interna come Ivano Brunetta (senza gn, non è parente), Aniello Pietropaolo, Norberto Greppi e persino Anselmo Vittone. Che però, dopo una più attenta diagnosi, è costretto ad ammettere di non aver capito un gran che del problema sul tappeto.

Un colpo al cerchio ed uno alla botte nella prolusione in due tempi dell’ex Sindaco Gabriele Bagnasco.

Che incautamente preannuncia, appunto, che interverrà due volte, procurando così, già nel corso della prima esposizione, qualche defezione in sala.

Il pensiero del maratoneta è chiaro: non va bene la Giunta monocolore Pd, di minoranza. Ma non va bene nemmeno “aprire” a Massa e Bassini, perché non ci credo.

***

Altri si scagliano contro i Consiglieri Pd che hanno  aderito a Cambia Vercelli.

Non fosse stato per loro, non sarebbe saltata l’alleanza con Bobo.

Feroce l’invettiva di tal Sereno dei Cappuccini, rione baluardo del Pci prima, del Pds dopo, successivamente dei Ds e quindi del Pd.

Tutti questi passaggi devono avere un po’ disorientato la prole del Vetero, che infatti ha sposato la causa di Stefano Sarasso (non nella versione Fare per Fermare il declino con Oscar Giannino, ma quella successiva) se è vero che Alberto Sereno, 44 anni bancario, era appunto tra i candidati di SiAmoVercelli per il Consiglio Comunale a maggio scorso.

Incominciando a capire che marca male, però, rientrano (se è vero) nei ranghi anche Michele Gaietta con Michele Cressano: assicurano comunque lealtà al Sindaco.

Lealtà confermata anche dai pretoriani che sempre hanno assicurato il pieno appoggio al Primo Cittadino: Manuela Naso, Paolo Campominosi, Giordano Tosi, Carlo Nulli Rosso, Andrea Raineri, Salvatore Ponticorvo, e molti altri “lealisti”.

Partito, quello dei “lealisti” cui torna ad iscriversi a pieno titolo dopo la “fuitina” dei giorni scorsi anche Orlando Monteleone: non sono d’accordo (perché lui preferirebbe la Giunta monocolore rispetto a quella “aperta” a Massa e Bassini) ma – per rispetto al Sindaco - mi adeguo.  

Quindi il Pd, non senza tensioni né torsioni, restituisce a Maura Forte l’iniziativa politica, liberandola dai lacci, laccioli e qualche volta anche dal “fuoco amico” delle scorse settimane.

E così prende corpo la seconda ipotesi, che appunto coglie la disponibilità di Sinistra e Voce Libera per intraprendere un percorso nuovo, suscettibile di acquisire anche ulteriori consensi in Consiglio Comunale

Strada in discesa per la nuova Giunta, dunque?

Tutt’altro, anzi, in salita.

Il lavoro vero incomincia ora e – come avrebbe detto Langston Hugues – davanti al Primo Cittadino si para una scala che non è certo di cristallo.

Non mancano, infatti,  chiodi e schegge ed assi sconnesse e tratti senza tappeto sul pavimento”.

Sappiamo come continua.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

totò savio

pd vercelli

giunta comune di vercelli

SiAmoVercelli

maura forte

daniele peila

gabriele bagnasco

guido gabotto

CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it