VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 June 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
06/06/2018 - Vercelli Città - Enti Locali

TRIPPA PER I GATTI / 474 - Consiglie

TRIPPA PER I GATTI / 474 - Consiglie

Era previsto come un opportuno, ma normale, sopralluogo al cantiere di messa in sicurezza dell’area attorno all’inceneritore.

Quel lavoro per cui il Comune di Vercelli sta accollandosi una spesa che invece toccherebbe ad Asm.

Asm come erede di Amnu, Aasm, Atena.

Perché un brutto giorno l’Onesto Gabry scrisse una lettera che diceva più o meno: paga tutto il Comune.

Perché la scrisse?

Inutile pensarci, perché in tanti anni la cosa non è mai interessata a nessuno, quindi figuriamoci a noi.

Resta il fatto che di quel “tozzo di pane” che ha pagato Iren per avere il controllo totale di Atena (circa 12 milioni di euro, 14 con i dividendi extra) per acquisire una società da 100 milioni di euro l’anno di fatturato, 2 se li riprende di fatto essendo esonerata da questa spesa.

***

In compenso, nessuno sta intimando alla stessa Asm (Iren) di sbrigarsi per smantellare la carcassa del vecchio inceneritore.

Così Iren Asm risparmia almeno altri 2,5 milioni di euro.

E del resto, se li spendono per queste cose, è chiaro che non ne hanno più per loro.

***

Ma, non divaghiamo: ci torneremo.

Dunque, oggi erano lì i Consiglieri Comunali Alessandro Stecco, Michelangelo Catricalà, Maurizio Randazzo e pochi altri per fare un sacrosanto sopralluogo.

Non hanno potuto invitare i giornalisti, come avrebbero desiderato, perché la “casa di vetro” promessa in campagna elettorale nel 2014 ha i vetri acidati.

Ma amen, non è un problema.

***

Tutto d’un tratto si presenta anche il Sindaco Maura Forte, che poco dopo (inizio ore 18) aveva dato appuntamento ai Capigruppo per tentare di nuovo e strenuamente a convincerli di votare la benedetta operazione Sali.

Anche se il Consiglio Comunale di Sali ha già detto che non ne vuole più sapere.

Ma non importa: insistiamo, magari cambiano idea.

Agli attoniti Consiglieri avrebbe rivolto pressanti inviti.

Da qui al 18 giugno, giorno di riunione del Consiglio Comunale del barbiere, li vuole forse prendere per sfinimento.

Saranno obbligati a votare la fusione perché se no rischiano di trovarsela anche nel fustino del Dixan.

***

Tra un invito e l’altro, salta fuori (finalmente, tutta) la verità su chi abbia avuto la brillante idea di unire Sali Vercellese con Vercelli.

Il Lettore ricorderà che in Consiglio Comunale tanto il Sindaco, quanto Michele Cressano, quanto altri Consiglieri di maggioranza avevano detto: sono stati quelli di Sali a chiedere.

C’è tanto di registrazione del repertorio audio video in streaming.

Una verità assolutamente clintoniana.

Perché nel comunicato di ieri il Comune di Sali dice: no, è stata Vercelli a chiederci.

E qui andiamo già sul pesante perché bisognerebbe, se qualcuno avesse ancora voglia di perdere tempo andando a cercare chi dice la verità e chi no, concludere che non si è detta la verità in Consiglio Comunale e nella veste di Pubblici Ufficiali.

Ma amen.

Il problema è un altro ancora.

Perché oggi, a specifica domanda, il Primo Cittadino non avrebbe trovato di meglio che dire: è stato un intermediario residente a Sali (fortemente radicato sul territorio, quindi, immaginiamo noi) a metterci in contatto.

Ah, ecco.

VercelliOggi.it lo diceva da settimane.

***

Dunque gli step proposti dal Sindaco sarebbero: oggi alle 18 riunione dei Capigruppo per dire che bisogna annettere Sali.

Ma tanti capigruppo non andranno.

Poi, il giorno 14 prossimo, una riunione informale tra i Consigli Comunali di Sali e di Vercelli.

Ma anche qui sembra che tanti Consiglieri di Vercelli non ne vogliano sapere, almeno quanto quelli di Sali.

Perché tutti preferiscono che una partita così importante sia eventualmente trattata dalle Amministrazioni elette nel 2019: anche Sali va ad elezioni il prossimo anno.

Amministrazioni nella pienezza della loro rappresentatività.

E dove magari non si conti un sacco di palle, che ad un certo punto non ci si capisce più niente.

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it