VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
26 March 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
12/03/2019 - Vercelli Città - Cultura e Spettacoli

TRIPPA PER I GATTI / 532 - Se ti cade in testa un albero, te lo tieni - I cittadini si ribellano (per ora soltanto su Facebook) - Ma bisogna vederci chiaro: siamo tutelati? Il Comune è assicurato?

TRIPPA PER I GATTI / 532 - Se ti cade in testa un albero, te lo tieni - I cittadini si ribellano (per ora soltanto su Facebook) - Ma bisogna vederci chiaro: siamo tutelati? Il Comune è assicurato?


Da ottobre ad oggi i cittadini che si sono trovati l’auto distrutta dalla caduta degli alberi in Viale Rimembranza, non hanno ancora visto un euro di risarcimento da parte del Comune di Vercelli.

Né si sa se lo vedranno.

E, soprattutto, non è chiaro cosa potrebbe succedere se la cosa si ripetesse di nuovo.

***

La storia è emersa sui social.

Perché per due volte, nel giro di poche settimane, sono stati direttamente i cittadini “colpiti” ( è il caso di dirlo ) ad intervenire su Facebook, chiosando i messaggi di propaganda diffusi sul profilo del Sindaco Maura Forte.


VercelliOggi.it ha trattato sin dall’inizio l’argomento, che però, per un certo periodo, è caduto nel “dimenticatoio”.

Nel senso che delle azioni volte ad ottenere i risarcimenti non si è più parlato.

Ma il problema, evidentemente, non è stato né affrontato, né tantomeno risolto.

Sicchè… andiamo con ordine: suggeriamo, per un riassunto esaustivo, di leggere in alto nella pagina le notizie correlate, alla voce “altri articoli sull’argomento”.

***

Sappiamo che, nella notte tra il 29 e 30 ottobre 2018, un vento impetuoso portò alla caduta di alcuni esemplari di alberi messi a dimora in Viale Rimembranza.

Rovinando al suolo, le piante danneggiarono in modo irreparabile alcune automobili che erano parcheggiate lungo la massicciata.

Un esemplare, invece, colpì una Mercedes che stava transitando, con a bordo due Coniugi: con loro la loro cagnolina Boxer.

Solo una provvidente Misericordia evitò il peggio.

***

Nelle ore immediatamente successive – come dimostra il filmato – si attivò la “macchina” dell’autotutela (pararsi le terga), chiamando un Agronomo segnalato dalla Ditta appaltatrice delle opere di manutenzione del verde pubblico il quale – a leggere successivi interventi – dichiarò che le piante fossero sane.

Ogni residuo vegetale fu immediatamente fatto sparire sicchè – come lamentano i cittadini su Facebook – furono altrettanto immediatamente impossibili perizie di parte, eventualmente condotte da Tecnici nominati dalle persone danneggiate.

Perché un simile atteggiamento?

Un indizio sarebbe emerso di lì a poco: pare proprio che in Comune, a chi sia andato a chiedere, abbiano risposto che non ci sarebbero stati i presupposti per ottenere risarcimenti.

***

Diverse le questioni sul tappeto.

La prima: il Comune è assicurato per i danni prodotti dalle alberate di cui è custode?

Assicurato “a prescindere”, perché se una piante cade in testa ad una persona, in un Paese civile non può andare a finire come nella giungla di Tarzan, Jane e Cita.

La circostanza non è banale, né scontata.

E’, infatti, ovvio che possono esserci, come non esserci, profili di responsabilità.

Perché una pianta può cadere per fatti naturale (il forte vento) senza che il Comune ne possa niente.

O può cadere perché il forte vento – o altre cause – possono colpire esemplari già indeboliti, ad esempio, da patologie di varia natura, oppure da manutenzioni insufficiente (potature eseguite male, oppure eseguite raramente).

E’ chiaro che, nella seconda ipotesi, vi sia una responsabilità anche penale di chi ometta la diligente custodia delle alberate.

***

Ma in entrambi i casi il cittadino deve essere tutelato.

Perché anche laddove – si spera – non ci siano colpe da parte di chi abbia la custodia delle piante, una persona ha diritto di passeggiare in un Viale sapendo che, se qualcosa andasse storto, qualcuno avrebbe pensato a tutelarla comunque.

In definitiva: è inammissibile che non si preveda il rischio.

E si provveda con adeguate coperture assicurative.

***

La seconda questione è: i cittadini la cui automobile è andata distrutta saranno risarciti, finalmente?

Qualcuno ha dato loro una risposta chiara?

***

La terza questione: se succedesse di nuovo, cosa risponderebbe il Comune?

***

Per vederci chiaro l’iniziativa del Consigliere Comunale della Lega Nord Alessandro Stecco, con l’istanza di sindacato ispettivo.

Lo strumento che  i Consiglieri Comunali hanno per andare a scartabellare.

Eccola, insieme al comunicato inviato ai giornali.

***

 

 

“Il Comune rimborsera’ o no i cittadini per i danni da caduta di alberi? Il Sindaco dia

risposte chiare ai cittadini”

Desta preoccupazione l’atteggiamento ondivago del Sindaco sulla questione dei risarcimenti ai

cittadini che hanno avuto la macchina danneggiata dalla caduta alberi, come accaduto recentemente

ad esempio in corso Rimembranza.

Abbiamo assistito da un po’ di settimane a informazioni contrastanti date sui social media da parte di

chi gestisce i social del Primo Cittadino, di fronte a cittadini piuttosto preoccupati. Chi ha avuto l’Auto

distrutta avra’ un risarcimento , esistono o no delle polizze assicurative?

Come Capogruppo della Lega ritengo necessario fare chiarezza, intanto sullo stato delle polizze

assicurative e se coprono tali danni, e se non li coprissero vorrei sapere perche’ sui social media è

stato detto il contrario.

Ho provveduto pertanto a protocollare un’istanza di sindacato ispettivo per chiarire esattamente la

consistenza sia dell’assetto assicurativo sugli alberi del Comune, che sullo stato delle richieste di

risarcimento e quali siano i funzionari di riferimento dato che i cittadini lamentano assenza di risposte

da parte del comune.

Come esponente della Lega, abituati ad amministrazioni attente a tutti i dettagli e a essere vicini ai

cittadini, non mollero’ un centimetro fino a che non ci avro’ visto chiaro, e se ci saranno ulteriori azioni

da intraprendere per tutelare di piu’ i cittadini saro’ sempre in prima fila per portare avanti azioni per

migliorare il rapporto tra Amministrazione e Cittadini, che pagando oltre che le tasse anche tanti soldi

in multe, giustamente pretendono altrettanta attenzione.

Alessandro Stecco – Capogruppo Lega Vercelli

Lega Piemonte

Gruppo Consiliare Lega

Capogruppo Alessandro Stecco

***

ISTANZA DI SINDACATO ISPETTIVO

Vercelli, 9 Marzo 2019

Oggetto:

ISTANZA DI SINDACATO ISPETTIVO – “SITUAZIONE ASSICURATIVA DEL COMUNE DI

VERCELLI RISPETTO A DANNI DI CADUTA DA ALBERI E RIMBORSO DEI CITTADINI

DANNEGGIATI”

• Al Sindaco

• Al Presidente del Consiglio Comunale

• All’Assessore Competente

Con la presente si deposita istanza di sindacato ispettivo

(ART. 52 del regolamento di organizzazione funzionamento delle adunanze del consiglio comunale),

SITUAZIONE ASSICURATIVA DEL COMUNE DI VERCELLI RISPETTO A DANNI DI CADUTA DA

ALBERI E RIMBORSO DEI CITTADINI DANNEGGIATI

In qualità di Consigliere Comunale, sulla base della legislazione vigente che regola l’accesso

agli atti e il potere di sindacato ispettivo, nell’interesse della comunità e del rispetto delle

norme,

a fronte delle lamentele di cittadini che hanno ricevuto danni da caduta di alberi e

rassicurazione informale sulla presenza di un’assicurazione che avrebbe risarcito tali danni,

intendo quindi ricevere la seguente documentazione :

- Stato delle polizze assicurative esistenti per danni a terzi causati da caduta del

patrimonio di alberi del Comune di Vercelli

- Nome del responsabile della stipula, estensione e rinnovo di tali polizze e quando sono

state accese e rinnovate

- Stato attuale delle richieste di risarcimenti per danneggiamento da caduta di alberi

Con preghiera di sollecito riscontro,

Consigliere e Capo Gruppo Alessandro Stecco

 


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Piemonte Oggi s.r.l. - P.I./C.F. 02547750022 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it