VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
21 August 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
12/09/2014 - Vercelli Città - Salute & Persona

VERCELLI - Amianto, ora c’è una Associazione che fa sul serio: ne vedremo delle belle - Donna costretta a rivolgersi privatamente al primario di oncologia dell’Asl di Vercelli per avere un farmaco

VERCELLI - Amianto, ora c’è una Associazione che fa sul serio: ne vedremo delle belle - Donna   costretta a rivolgersi privatamente al primario di oncologia dell’Asl di Vercelli per avere un  farmaco
Pazienti in reparto

Ieri il Consigliere regionale M5S Davide Bono ed il deputato M5S Mirko Busto hanno partecipato alla conferenza stampa promossa dall'Osservatorio Nazionale Amianto a Vercelli.

Il tema era il caso di una signora affetta da mesotelioma pleurico (un tumore del polmone causato dall'esposizione ad amianto) alla quale l'Asl ha, per mesi, negato un farmaco off label (il cui uso è richiesto per una patologia non compresa tra quelle per cui è registrato ma la cui efficacia è dimostrata scientificamente), sembrerebbe per la mancata pronuncia della Commissione Farmaceutica Interna.

 La donna si è vista costretta a rivolgersi privatamente allo stesso primario di oncologia dell'asl di Vercelli e, dietro pagamento, è riuscita ad ottenere immediatamente il farmaco. Tre persone, nelle stesse condizioni, sarebbero già decedute, senza essere riusciti ad ottenere la somministrazione del medesimo farmaco off label.

“E' un caso imbarazzante di malasanità – ha affermato Davide Bono – ne parlerò personalmente con l'assessore regionale Saitta, occorre aprire immediatamente un'indagine interna all'Asl di Vercelli per capire cos'è successo. Nella mia personale esperienza professionale sono stato un medico di famiglia e non ho mai avuto problemi a somministrare un farmaco off label. Occorre individuare subito i responsabili di questa vicenda e prevedere le giuste sanzioni: sarà compito della Regione assicurarsi che episodi simili non si ripetano mai più”.

"L'Italia è drammaticamente indietro nella bonifica dell'amianto - ha sottolineato Busto - Ci sono ancora 40 milioni di tonnellate da smaltire, cioè oltre 500 chilogrammi per ogni cittadino. Sono 5.000 i decessi all'anno per le patologie correlate ed è il Piemonte la regione che ha il più alto numero di morti. Chiediamo che il Governo rispetti gli impegni presi questo aprile con la nostra risoluzione 7-00335. Chiediamo che il Parlamento discuta al più presto la proposta di legge del deputato M5S D'Inca', scritta assieme ai cittadini e allo stesso Osservatorio Nazionale Amianto”.

“mi piace” su https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

Amicizia su    https://www.facebook.com/vercellioggi

Gruppo aperto  con     https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it