VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 12 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
25/02/2015 - Vercelli Città - Pagine di Fede

VERCELLI - I Valdesi - Al via le Conferenze di Primavera 2015 per conoscere meglio il mondo del Protestantesimo

VERCELLI - I Valdesi - Al via le Conferenze di Primavera 2015 per conoscere meglio il mondo del Protestantesimo
Francesco Antonio Guidotti

“Il movimento dei Valdesi” è il primo appuntamento delle “Conferenze Primavera 2015”  che si è tenuto nella Chiesa Evangelica Metodista di Vercelli, Via Bodo 18, venerdì 20 febbraio.

L’apertura dei lavori è stata affidata a Francesco Antonio Guidotti che ha spiegato di cosa tratteranno i vari incontri in scaletta nei prossimi mesi.

La parola è poi passata a Franco Tron che ha raccontato la storia dei Valdesi, dalla loro nascita ai giorni nostri.

Del suo fondatore si sa (dal punto di vista dell'indagine storiografica) ben poco.

Il nome Pietro fu inventato e aggiunto al cognome Valdo o Valdesio.

L’unica cosa certa è che era un mercante di Lione, che decise, intorno al 1170 al termine di una profonda crisi spirituale, di vivere l'esperienza degli apostoli al seguito di Cristo; di conseguenza vendette i suoi beni e si consacrò alla predicazione del Vangelo.

Nel prendere questa decisione egli non intendeva ribellarsi alla Chiesa, pensava anzi di collaborare al suo rinnovamento seguendo l'esempio degli apostoli; fu invece scomunicato insieme ai suoi seguaci.

Il movimento valdese, detto "dei poveri di Lione", si estese in Europa, raccogliendo consensi fra il popolo.

Come tutti i movimenti detti "ereticali" fu oggetto di repressione e persecuzioni da parte dei poteri civili e religiosi.

Malgrado questa situazione di difficoltà e la caccia dell'Inquisizione mantenne la sua coerenza e si espanse in tutta l'Europa medievale.

Le zone in cui i valdesi si impiantarono con maggior consistenza furono le Alpi Cozie, la Provenza, la Calabria e la Germania meridionale.

Momento particolarmente tragico si ebbe nel 1655 quando il massacro conosciuto come “le Pasque piemontesi” sollevò l'indignata protesta dell'Europa e l'intervento dell'Inghilterra di Cromwell.

Quando nel 1685 Luigi XIV re di Francia vietò ai protestanti la professione della loro religione, anche le comunità valdesi del Piemonte furono distrutte.

Solo poche migliaia di superstiti scamparono rifugiandosi in Svizzera.

Rientrarono però dopo tre anni con una memorabile marcia conosciuta come il Glorioso Rimpatrio.

Nel 1848 con le Lettere Patenti di Carlo Alberto vengono riconosciuti i diritti civili e politici dei valdesi.

Durante l'occupazione nazista dell'Italia settentrionale nella seconda guerra mondiale, i valdesi italiani erano attivi nel portare la salvezza agli ebrei che sarebbero stati minacciati dallo sterminio imminente, nascondendo molti di loro nella stessa Val Pellice.

Oggi i valdesi sono diffusi soprattutto in Piemonte, dove contano 41 Chiese (120 in tutta Italia) di cui 18 nelle cosiddette Valli Valdesi, ed hanno il loro centro a Torre Pellice, in provincia di Torino.

Il secondo incontro, venerdì 6 marzo, alle ore 21 sempre nella sede di via Bodo, sarà tenuto dal pastore Giuseppe Platone della Chiesa di Milano e riguarderà “L’adesione dei valdesi alla riforma protestante”.

Sabato 11 aprile alle ore 9,30, il terzo incontro avrà tra i relatori il pastore Paolo Ricca della Facoltà Valdese di Teologia di Roma.

Tema dell’incontro “Il nuovo ruolo pubblico delle religioni: una risorsa o un pericolo per il mondo?”.

Giovedì 14 maggio alle 21 sarà, in una sede da stabilirsi, l’ultimo incontro di questa conferenza, e riguarderà  “La prima guerra mondiale e gli evangelici” e il relatore sarà il Pastore Giuseppe Platone della Chiesa di Milano.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti, illustrate cliccando questo link:

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

Pubblico in sala
Pubblico in sala
Franco Tron
Franco Tron
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it