VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedė 9 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
27/11/2017 - Vercelli Cittā - Eventi e Fiere

VERCELLI - Il grande Mandala di Riso giunto al terzo anno di vita - Le prime (ghiotte) anticipazioni

VERCELLI - Il grande Mandala di Riso giunto al terzo anno di vita - Le prime (ghiotte) anticipazioni

A Vercelli, capitale europea del riso, un progetto ambizioso sta per compiere il proprio terzo anno di vita. Si tratta del grande Mandala di Riso che, come per le edizioni del 2015 e 2016, verrā ospitato dalla Camera di Commercio di Biella e Vercelli all'interno del salone della Borsa Merci in centro cittā. Centinaia di studenti provenienti dagli istituti scolastici vercellesi, coordinati dai propri professori, realizzeranno un enorme e colorato disegno a pavimento: 320 metri quadri circa, impiegando oltre 3.000 chili di rottura di riso (scarto della lavorazione delle riserie) offerti da Mundi Riso e Sapise. In Piazza Zumaglini, dal 13 al 15 dicembre, sarā quindi possibile partecipare alla stesura del "tappeto" di cereale durante le lunghe e meticolose fasi di creazione; mentre sabato e domenica 17 si potrā ammirarlo completato e partecipare alle cerimonie di benedizione e dissoluzione. Il grande Mandala di Riso nasce dall'unione di due manifestazioni di credo religiosi lontane tra loro per origine e distanza geografica: le infiorate di Spello (Umbria) e i māndala tibetani (Himalaya). Le infiorate sono veri e propri tappeti (scene di carattere religioso) creati con milioni di petali lungo le vie del borgo, da esperti infioratori nella notte che precede la celebrazione del Corpus Domini. I māndala sono disegni circolari, caratterizati da una simmetria quasi ipnotica, rappresentanti il cosmo; sono realizzati con fine sabbia colorata, in diverse settimane e con meticolosa pazienza dai monaci buddisti. Entrambi vengono dissolti al loro termine, dal passaggio del vescovo e della processione religiosa che lo segue o dai monaci tibetani stessi, che con la sua distruzione simboleggiano la natura provvisoria della vita terrena. Nella nostra cittā la rottura di riso prende il posto della sabbia e dei petali colorati, mentre i giovani delle scuole divengono per tre giorni gli artefici di un intenso e lungo momento di condivisione collettiva, che culmina la domenica in una festosa e caotica dissoluzione (il momento maggiormente atteso dai pių giovani). I māndala di riso delle edizioni passate, raffiguranti il rosone della Basilica di Sant'Andrea (indovinatissimo suggerimento della professoressa Maria Rita Novella) e l'elemento acqua, hanno ricevuto contemporaneamente la benedizione di Don Augusto Scavarda e del Reverendo buddista Shorio Tarabini, vera occasione di avvicinamento tra le fedi. Quest'anno oltre alla rottura di riso nera e bianca il grande māndala ne accoglierā una tonnellata tinta di rosso e di verde. I pigmenti impiegati sono alimentari, naturali e anallergici, e garantiscono al prodotto un percorso di riciclo completo: tutto il māndala si convertirā in concime e biomassa. Il tema iconografico e i colori del prossimo māndala sono legati al riso italiano: 48 grandi chicchi di cereale nero e bianco decoreranno il māndala bianco, rosso e verde. Il disegno originale č nato nella scuola media Pertini, dove i professori Paola Palestro e Andrea Varalda hanno individuato e scelto tra le proposte degli alunni quella di Matilde Chiodi (del rione Cappuccini). Mentre sabato e domenica scorsa il Comitato Rione Isola si č dedicato con grande partecipazione alla lunga e delicata fase di tintura. Il Mandala di Riso 2017 č quindi nato dalla periferia, per portare colore nel cuore della cittā, in un percorso opposto a quello per cui abitualmente il māndala si sviluppa dal centro verso l'esterno. Livio Bourbon, ideatore dell'evento, ricorda che il progetto č aperto a chiunque voglia parteciparvi e informa che da quest'anno il Mandala di Riso č stato adottato dal Comune di Vercelli in occasione di Risō2018, divenendo cosė mandaladirisō... 

 

CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it