VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 9 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
28/05/2012 - Vercelli Città - Eventi e Fiere

VERCELLI - Ospite d’onore presso la basilica di Sant’Andrea, l’Arcivescovo del Galles, che terrà una conferenza sul tema "Gerald of Wales: vescovo,cittadino e ribelle"

VERCELLI - Ospite d’onore presso la basilica di Sant’Andrea, l’Arcivescovo del Galles, che terrà una conferenza sul tema "Gerald of Wales: vescovo,cittadino e ribelle"
Arcivescovo del Galles

Sabato 9 Giugno l'Arcivescovo del Galles sarà a Vercelli per incontrare tutta la cittadinanza e tenere una conferenza sul tema "Gerald of Wales: vescovo, cittadino e  ribelle", organizzata dall'Associazione Culturale Chesterton. L'appuntamento è alle ore 16 del 9 giugno  presso il Piccolo Studio della basilica di Sant’Andrea. Il presule, numero due della Chiesa anglicana, sarà accompagnato dal regista Richard Edwards, che mostrerà brani di un documentario da lui girato sulla Via Francigena, proprio sulle orme di Gerald of Wales. Nell’opera il ruolo dell’antico viaggiatore è affidato  all’Arcivescovo in persona. Il documentario è stato girato anche a Vercelli, che vi appare in tutto il suo ritrovato splendore di città d’arte e di cultura, crocevia del pensiero e di pellegrinaggi, importante hub lungo la Via Francigena. Gerald of Wales era un alto ecclesiastico gallese del XII / XIII secolo. Contemporaneo di Guala Bicchieri, il cardinale che fondò la basilica vercellese di Sant’Andrea, forse incontrò  Guala in Galles o in Italia, essendosi recato quattro volte da Innocenzo III. Nominato vescovo di St.David’s, fu osteggiato dal re d’Inghilterra e dall’Arcivescovo di Canterbury e si rivolse al Papa per ottenere protezione. Autore di numerosi trattati sulla geografia dell’Irlanda e del Galles, è considerato il padre della letteratura di viaggio. La conferenza sarà in inglese con traduzione consecutiva della prof.ssa Gianna Baucero. Gerald of Wales  (noto anche come Giraldus Cambrensis o Gerald de Barry) era un ecclesiastico e uno storico gallese di origine normanna, che per diversi anni  ricoprì l’importante  carica di Archdeacon of Brecknock. Visse tra il 1146 e il 1223, raggiungendo posizioni di assoluto  rilievo nella gerarchia ecclesiastica del Galles. Contemporaneo di Henry II (che fu il primo sovrano della Plantagenet dynasty, nonché l’autore di numerose riforme giuridiche e il protagonista della triste vicenda di Thomas Becket) Gerald fu poi molto vicino a King John Lackland (Giovanni Senzaterra), con il quale ebbe anche profondi contrasti. I dissidi tra i due riguardarono  soprattutto la  nomina di Gerald a vescovo di St.David’s, che fu per ben tre volte bocciata sia dall’Arcivescovo di Canterbury sia dal re, benché Gerald si fosse rivolto a Innocenzo III.   Alla morte di King John Gerald si accostò al suo erede, il piccolo King Henry III, che era stato affidato dal padre morente alla custodia  del legato pontificio vercellese Guala Bicchieri.  E’ dunque lecito supporre che Gerald sia stato in contatto con Guala, anche in considerazione del fatto che il legato godeva della massima stima sia di Innocenzo III, sia del suo successore, Onorio III. Dal 1180 al 1186 Gerald fu al seguito di King John in Irlanda, quando il giovane principe non era ancora destinato a diventare l’erede del trono paterno. Il viaggio si tradusse nella redazione di “Topographia Ibernica” e “Expugnatio Hibernica”. Successivamente Gerald effettuò un intenso tour del Galles (dedicandosi a raccogliere proseliti per la Terza Crociata, secondo le indicazioni dell’Arcivescovo di Canterbury) al quale dedicò “Itinerarium Cambriae” e “Cambriae descriptio”. Autore di ben 17 trattati di straordinario interesse storico e tuttavia anche di intensa suggestione emotiva, Gerald of Wales è considerato il primo travel writer della storia della letteratura britannica. Nel corso della sua intensa carriera Gerald venne a Roma per ben quattro volte (1199–1200; 1201; 1202–3 e 1204-5). Le prime tre visite  erano eminentemente politiche e diplomatiche, in quanto Gerald intendeva  convincere il Papa a nominarlo  vescovo di St.David’s contro il parere della Chiesa inglese e di Giovanni Senzaterra. Malgrado lo sforzo e le capacità di persuasione certamente non comuni, le tre visite  non ottennero il risultato sperato. L’ultima visita pare essere stata dettata esclusivamente da motivi devozionali. Dall’insieme di tutti i suoi viaggi verso l’Urbe Gerald conquistò per la sua anima ben 92 anni di indulgenza e svariati altri “crediti a sconto dei suoi peccati”, come leggiamo non solo nei suoi resoconti, ma anche nel bel saggio di John Ure “Racconti di pellegrini” (Ed. San Paolo, 2007). In tempi recenti  l’Arcivescovo del Galles Dr. Barry Morgan ha ripercorso le tappe dell’itinerario di Gerald of Wales, che coincide sostanzialmente con la Via Francigena, realizzando un documentario in gallese per la tv del suo Paese. La regia del documentario è stata affidata a Richard Edwards. L’importante prelato gallese e la troupe nel maggio 2010 hanno percorso tutta la Via Francigena, sostando nelle località di maggiore interesse. Nel documentario è assegnato un ruolo particolarmente significativo a Vercelli, dove gli ospiti gallesi hanno ammirato il Vercelli Book, i reliquiari di pellegrini medievali, il palazzo arcivescovile, l’ospizio dei pellegrini (oggi Salone Dugentesco) costruito da Guala Bicchieri nel 1224 e la Basilica di Sant’Andrea. Nel chiostro della stessa sono state effettuate le riprese dell’intervista dell’Arcivescovo Barry Morgan alla professoressa  Gianna Baucero, studiosa del Medio Evo inglese e vercellese e presidente dell’Associazione Culturale Chesterton Onlus di Vercelli, che si  occupa dei legami culturali tra Vercelli e la Gran Bretagna. Ora, nel secondo week end di giugno, l’arcivescovo del Galles tornerà Vercelli, accompagnato dalla sua signora e da Richard Edwards. Per l’occasione, il 9 giugno terrà una conferenza al Piccolo Studio dedicata alla figura di Gerald of  Wales e al viaggio lungo la Via Francigena.. Richard Edwards proietterà il suo filmato e commenterà l’esperienza vercellese e italiana, con aneddoti  sul viaggio del prelato. La conferenza sarà in  inglese con traduzione consecutiva di Gianna Baucero. La conferenza-incontro è tra gli eventi conclusivi della mostra Guggenheim  2012 e si propone, tra le altre cose, come momento di promozione culturale e turistica di Vercelli in Galles, nonché come rivisitazione del ruolo di Guala Bicchieri in Gran Bretagna: non va dimenticato, infatti, che Guala Bicchieri scomunicò l’intero Galles e che pertanto questa visita prestigiosa si ricollega alla missione diplomatica del grande  cardinale. Una bella occasione per imparare qualcosa di interessante su pellegrini, viaggiatori, vescovi  medievali. Storie di viaggi, di intrighi, di agguati, di complotti ma anche di devozione e spiritualità. Sullo sfondo di un mondo antico sempre più affascinante. Seguirà  un buffet nel  chiostro. The Most Rev.nd Dr. Barry Morgan è nato nel1947. Ha studiato storia all’University of London e teologia al SelwynCollege e alla Westcott House di Cambridge. Ordinato sacerdote nel 1973, è diventato vescovo di Bangor nel 1993 e vescovo di Llandaff nel 1999. Nel 2003 è stato nominato Arcivescovo del Galles. Il suo predecessore, Rowan Willians, è l’attuale Arcivescovo di Canterbury. Autore di numerose pubblicazioni, Barry Morgan occupa una posizione molto prestigiosa  nell’ambito della  University of Wales ed è una delle figure più importanti di tutta la chiesa britannica. Attualmente fa parte del Consiglio di prelati che eleggerà il  successore dell'attuale Arcivescovo di Canterbury.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020- Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@cuneooggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it