VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
16 October 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
07/08/2018 - Vercelli Città - Enti Locali

VERCELLI, FINALMENTE HANNO CAPITO DOVE VANNO LE RIGHE - Il sempre stupefacente Assessorato ai Lavori Pubblici ha impiegato solo un anno per rendersi conto dove tracciare le strisce bianche e gialle

VERCELLI, FINALMENTE HANNO CAPITO DOVE VANNO LE RIGHE - Il sempre stupefacente Assessorato ai Lavori Pubblici ha impiegato solo un anno per rendersi conto dove tracciare le strisce bianche e gialle

Dopo un anno buono, pare che il sempre stupefacente Settore Lavori Pubblici del Comune abbia capito che, nelle piste ciclabili la riga bianca deve venire prima della gialla.

Ma andiamo con ordine.

Ammesso che tirare due righe per terra voglia dire fare le piste ciclabili, per tutto un anno lungo le Vie Fulvio Testi e Cadore, a ridosso della linea ferroviaria per Casale, le righe sono anche state sbagliate.

Sanno tutti, infatti, che il limite della massicciata è sempre e comunque segnato da una riga bianca.

Quindi, la prima per chi percorre la strada, alla propria destra, deve essere la riga bianca.

Tanto è vero che le automobili con sensori intelligenti, per tutto un anno hanno fatto viaggiare le auto sopra la riga gialla, perché loro “riconoscono” la bianca.

I sensori intelligenti riconoscono la striscia bianca: il Settore Lavori Pubblici manca forse di una parte della dotazione.

Potrebbero non avere i sensori. O l'intelligenza. O, più semplicemente, forse non hanno l'auto.

Appena adiacente, quando serve, quella gialla, che in questo caso delimita la percorribilità ciclabile.

***

Invece, ecco Via Testi:

Così potevamo documentare in un precedente articolo dei mesi scorsi.

***

In questi giorni il rifacimento della segnaletica orizzontale e l’inversione delle righe per terra:

Dapprima cancellando le vecchie righe con una riga nera, perché non si può semplicemente “spostare” la bianca dall’altra parte, altrimenti si riduce lo spazio percorribile.

Poi, si tracciano finalmente le righe giuste: