VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
20 October 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Dettaglio News
09/01/2012 - Cuneo - Sport

VOLLEY - Cuneo cede al quinto set in trasferta in casa della Marmi Lanza Verona

VOLLEY - Cuneo cede al quinto set in trasferta in casa della Marmi Lanza Verona

La Marmi Lanza si presenta al PalaOlimpia con la formazione guidata dalla diagonale Meoni-Gasparini, al centro Patriarca e Zingel, schiacciatori Popp e Kromm, libero Smerilli, dall’altra parte Cuneo schiera Grbic-Vissoto, al centro Mastrangelo-Fortunato, schiacciatori NGapeth-Wijsmans, libero Henno.
Nel primo parziale Zingel parte forte con il muro punto su NGapeth, Kromm attacca il mani out e Gasparini sigla il 3-0, ancora l’australiano e Kromm in pipe mantengono il vantaggio (6-5), poi Vissotto chiude l’11-10 e il 12-11, ma Verona accelera con Popp, Patriarca dal centro e ancora Gasparini (15-11), un fallo di NGapeth e l’attacco out di Vissotto portano i padroni di casa sul 18-13 e Gulinelli richiama i suoi. Fortunato mura Gasparini ma Patriarca firma l’ace del +5 (20-15) , Gasparini ribadisce il 22-17 e l’attacco mani out di Popp vale il primo set (25-20).
Nel secondo set Gulinelli preferisce Caceres a Vissotto e Patriarca a Wijsmans. Patriarca dal centro mette a terra il 5-4 del secondo set, Zingel sale a muro su Caceres e poi realizza il vantaggio tecnico (8-6), il muro a tre di Verona è invalicabile per NGapeth (10-7) e Popp gioca con intelligenza l’11-9, Patriarca mura Gasparini e porta la parità (13-13). Cresce la Bre Banca Lannutti cogliendo anche alcuni errori gialloblù: Caceres mura Kromm (15-19) e Fortunato fa lo stesso su Gasparini (17-20), Verona torna a farsi vicina con il 21-22 tutto di Popp con il muro su NGapeth e poi ancora da posto due chiude il 22-23, non basta perché il muro di Mastrangelo vale il 22-25, sette i muri totali di Cuneo in questo parziale.
Nel terzo set le due squadre giocano con equilibrio ed agonismo, NGapeth firma l’ace del 3-5 e Giuseppe Patriarca insiste per il 4-7, Gasparini avvicina (6-7) e l’out di Caceres vale la parità (7-7), l’opposto gialloblù attacca il 10-9 e il 13-12 portando avanti gli scaligeri, Grbic gioca la palla per il suo Patriarca (14-15) e ancora Giuseppe Patriarca firma il 15-17, NGapeth attacca il +3 (16-19) e Verona commette due invasioni (17-21). Meoni ferma Caceres (19-21, Smerilli da l’anima sul 21-22 e NGapeth butta fuori, Patriarca mura Rossi entrato per Mastrangelo (22-22), il muro gialloblù firma due punti (24-23), Verona spreca con un servizio a rete e un fraintendimento in attacco (25-26), Gasparini attacca il 26-26 ma replica NGapeth (26-27), l’out in attacco dell’opposto sloveno concede il set ai cunees (26-28).
Nel quarto set Zingel attacca bene dal centro (3-2) e poi chiude l’ace del 5-2, Ter Horst in campo per Kromm in pipe firma il 6-3 e Popp mette giù il 7-5, Ter Horst si fa grande con due muri su Patriarca (10-6), Gasparini interrompe la serie al servizio di Fortunato (12-9) e l’olandese gialloblù firma il servizio punto del 13-9, dall’altra parte replica Caceres (13-11), Bagnoli dopo il muro di NGapeth richiama la squadra (13-12), Patriarca mura NGapeth (15-12) e Gasparini vale il secondo time out tecnico (16-14), Ter Horst spara sui nove metri il 18-16 e servito al meglio da Meoni firma il 19-17, Gasparini strappa applausi: spara l’ace del 20-17, favorisce il muro scaligero su Caceres (21-17), firma l’ace del 22-17 e manda Ter Horst al punto del 23-17. Meoni è perfetto per l’attacco dal centro di Zingel (24-18), la battuta a rete di Caceres è il 25-19 finale.
Vola ancora uno straordinario Ter Horst con due attacchi vincenti (2-0),al servizio Gasparini infiamma il pubblico con l’ace del 4-0 e il muro di Zingel sale contro NGapeth (5-1), ancora Gasparini gioca sulle mani avversarie (6-2), Cuneo torna a farsi vicina (6-5) e Bagnoli chiama tempo. Popp c’è con due palloni che scottano (8-5), Ter Horst fa gli straordinari a muro su Caceres (10-6) e Gasparini in pallonetto firma l’11-6, dal centro Stefano Patriarca (12-7) e Zingel (13-8) attaccano al meglio, sbaglia Cuneo (14-8), proprio l’opposto sloveno mette il 15-9 può esplodere la festa gialloblù.
L’Mvp Mitja Gasparini soddisfatto a fine gara commenta: “Finalmente abbiamo conquistato una vittoria al tie break, con Modena e Macerata avevamo disputato delle buone prove ma ci mancava la vittoria, oggi abbiamo un’altra volta dimostrato di saper lottare su ogni pallone anche contro una grandissima come Cuneo. Nel quarto set sono riuscito ad ottenere di più anche dal mio servizio, sono contento di fare bene per la squadra. Questi sono due punti grandissimi per la nostra corsa alla salvezza”.



 


Giuseppe Patriarca: “Va dato merito a Verona che ha fatto soffrire tre giorni fa Macerata e oggi noi. Questo vuol dire che la Marmi Lanza sta giocando una buona pallavolo in questo periodo. Noi abbiamo avuto varie vicissitudini in questi giorni, siamo rimasti sempre attaccati alla partita e abbiamo lottato fino all’ultimo per vincerla, ci è mancato solo il risultato”.


 


MARMI LANZA VERONA               3
BRE BANCA LANNUTTI CUNEO   2
25-20, 22-25, 26-28, 25-19, 15-9
NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
CuneoOggi.it
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Editrice: "PIEMONTE OGGI SRL" - P.I./C.F. 02547750022 - Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@biellaoggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.a.s - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it