VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Cuneo
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 2 dicembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Video Notizie
21/04/2013 - VERCELLI – Il movimento 5 stelle non è d’accordo con la rinomina di Giorgio Napolitano come presidente della Repubblica – Parole chiave della conferenza: cambiamento e partecipazione attiva.
(r.p.) - Questo pomeriggio di Domenica 21 aprile 2013 il movimento 5 stelle di Vercelli ha voluto indire una particolare conferenza stampa davanti alla prefettura per esprimere il loro dissenso e il loro punto di vista per quanto concerne la rinomina di Giorgio Napolitano come Presidente della Repubblica. Alle Quirinarie il Movimento aveva proposto come primi tre nomi Milena Gabanelli, Gino Strada e dopo la rinuncia di questi ultimi è subentrato Stefano Rodotà. Ma il rinnovamento del Presidente della Repubblica non è avvenuto ed ha scosso maggiormente gli animi del movimento 5 stelle. I concetti principali della conferenza sono stati quelli riguardanti la partecipazione diretta della cittadinanza e la voglia di cambiamento e di rinnovo. Il portavoce eletto al Consiglio comunale di Arborio Raffaele Vota ha infatti affermato: “Ringraziamo per l’attenzione che ci accordate in quanto noi del movimento 5 stelle siamo orgogliosi del modello che proponiamo che è quello della partecipazione attiva da parte della cittadinanza. Pensiamo che il cittadino non abbia soltanto dei diritti che acquisisce dal suo status di cittadino ma che abbia anche dei doveri che sono appunto quelli di interessarsi attivamente alla vita politica del proprio Paese. Entrando nel merito della questione che ora ci interessa, noi attivisti del Movimento 5 Stelle ci siamo chiesti l’opportunità di rinnovare il mandato del Presidente della Repubblica. Che è un mandato settennale e che è stato rinnovato per altri sette anni, un periodo di tempo molto lungo, troppo, perché noi siamo per il ricambio istituzionale naturale perché può fare solo del bene alla politica. Si accorda perfettamente col nostro pensiero, un concetto espresso pubblicamente da un nostro ex Presidente Carlo Azelio Ciampi che , citandolo letteralmente ha affermato «A mio avviso, il rinnovo di un mandato lungo, qual è quello settennale, mal si confà alle caratteristiche proprie della forma repubblicana del nostro Stato». Lo stesso ex Presidente Ciampi ha affermato un’altra cosa che ci trova concordi, ossia che in Italia si è stabilità la consuetudine di non rinnovare il mandato del Presidente della Repubblica. Riteniamo che una parte del parlamento abbia mancato ad una grande opportunità, che è quella di cambiare pagina di dare un segnale vivo e forte di cambiamento di fare qualcosa di nuovo, di buono e di giusto. Qui mi riallaccio al nostro modello politico quello della partecipazione diretta della cittadinanza. Il nostro candidato è stato eletto dal basso e ha ricevuto un consenso che va al di fuori di qualsiasi logica o schema partitico. Questa mobilizzazione non l’ho mai vista in un passato recente, ho sentito la partecipazione e il calore delle persone che è quello che vogliamo.”

abortion pills http://www.mdwguide.com/blog/blog/page/abortion-pill-after.aspx on line abortion pill